Vuoi una chioma fluente? Mangia bene

Capita spesso di notare, durante i cambi di stagione, una perdita di capelli più consistente. Lo si vede dalla spazzola, dal cuscino o anche, più semplicemente, passando le mani tra i capelli. Si tratta di una perdita del tutto fisiologica che non deve spaventare.

perdita-capelli-satigionale

 

Anche se non ce ne accorgiamo, i capelli cadono tutto l’anno perchè seguono il proprio ciclo vitale che ha una durata limitata nel tempo. Conclusasi dunque la fase di crescita che dura fino a sei anni, i capelli si indeboliscono e, quando è il momento, si staccano dal bulbo e cadono. In concomitanza con i cambi di stagione la perdita è maggiore ed è più facile notarla: non è il caso di preoccuparsi ma è bene comunque prestare attenzione al fenomeno e non trascurarlo. Se la perdita di capelli è abbondante ma non lascia segni nella chioma e, osservando la testa con attenzione, si notano numerosi capelli più corti, nati da poco, allora state tranquilli: si tratta di una perdita normale e fisiologica. Se invece vi sentite particolarmente stressati, il cuoio capelluto prude e brucia, notate zone in cui i capelli sono più diradati, perdete vere e proprio ciocche di capelli e soffrite di dermatite o psoriasi, allora è bene approfondire la questione e rivolgersi al proprio medico.

Se la perdita di capelli è fisiologica e dunque perfettamente normale e naturale, senza nessun campanello d’allarme che preveda l’intervento di uno specialista, non c’è da preoccuparsi. Possiamo tuttavia aiutare il nostro organismo a reagire e a stimolare la crescita dei nuovi capelli in modo che sia abbondante e rigogliosa.

cura-capelli-alimentazioneAnche in questo caso l’alimentazione gioca un ruolo cruciale; un regime alimentare sano, vario e bilanciato giova al corpo in generale e anche ai capelli. In particolare è bene portare in tavola alcuni specifici alimenti che possono davvero fare bene alle chiome.
Le proteine ad esempio sono molto importanti per la salute dei capelli, composti da cheratina; sì dunque a carne, uova e pesce, alternandoli e senza esagerare con le dosi. Anche le proteine vegetali contribuiscono in modo sostanziale al benessere dei capelli, pertanto non bisogna far mancare in tavola legumi (ceci, fagioli e lenticchie, per citarne alcuni) e cereali (ad esempio miglio, quinoa e orzo) avendo cura di combinare i vari alimenti in modo bilanciato.

Il riso integrale e il farro, ricchi di vitamine del gruppo B, sono un vero toccasana per i capelli perchè favoriscono la sintesi degli amminoacidi di cui i capelli sono fatti mentre i fagioli borlotti, ricchi di ferro, fosforo e potassio, aiutano a rendere i capelli più forti e resistenti. I semi di girasole invece, grazie al loro grande contenuto di zinco, aiutano a rendere i capelli elastici e morbidi.

Non si trascuri anche l’apporto di frutta e verdura fresca che, grazie ai sali minerali, alle vitamine e agli antiossidanti, rendono i capelli robusti e resistenti. Mandorle, nocciole e noci, ricche di Omega 3, aiutano invece a prolungare la vita del capello e a non farlo cadere precocemente, oltre a renderlo bello e setoso.

La cura e il benessere del corpo e anche dei capelli inizia a tavola: attenzione dunque a quel si mangia, soprattutto nei cambi di stagione!