You Are Here: Home » Alimentazione Bio » Un orto…sul balcone di casa. così potrai dire:”L’ho fatto io!”

Un orto…sul balcone di casa. così potrai dire:”L’ho fatto io!”

Un orticello in centro città? Sul tuo balcone? Per di più biologico? Credeteci, è tutt’altro che impossibile. Certo abitando in una grande città è difficile poter coltivare un pezzettino di terreno e aspettare pazienti i frutti del proprio lavoro, ma con poche semplici mosse e qualche contenitore di recupero, anche voi potrete avere frutta e verdura sempre fresca, di sicura provenienza (l’avete fatta voi!) e di ottima qualità.

Ecco qualche consiglio per diventare dei veri e propri agricoltori metropolitani!

– Per prima cosa dovreste acquistare del terriccio universale biologico adatto per la crescita degli ortaggi. Non basta l’acqua per arricchirla dei principi nutritivi essenziali; utilizziamo allora i nostri rifiuti organici per ottenere un compost di ottima qualità, in grado di sostenere la crescita dei semi dandoli tutte le proprietà di cui hanno bisogno per la maturazione e per renderle davvero buone una volta portate a tavola.

Abbiamo già parlato in un articolo del perché scegliere i sacchetti Sumus® per la raccolta dell’umido. Ecco un motivo in più per utilizzarli, non solo rispettiamo l’ambiente ma il compost autoprodotto e utilizzato in maniera intelligente ci farà toccare con mano il risparmio sulla spesa dal fruttivendolo.

– Preparato il terreno arriva il momento della scelta. Quale piantine coltivare? Se è la prima volta che provare ad allestire il vostro orto personale, il consiglio è quello di cominciare con verdure che richiedono poca cura. Quindi preferite zucchine, pomodori, erbe come basilico e rosmarino o il peperoncino.

Non avete bisogno di grande spazio e il tempo che vi occorrerà sarà davvero poco, ma scommetto che non riuscirete a non sbirciare ogni tanto i progressi delle vostre verdure di stagione.

– Vi state chiedendo dove metterle? Sbizzarritevi! Cassette di legno del vino, barattoli di latta o di vetro, vecchi scolapasta; il riciclo creativo sarà il vostro miglior alleato non solo per far crescere sani e forti i vostri ortaggi, ma anche per dare quel tocco personale e raffinato al vostro terrazzino. Ricordatevi che il contenitore deve garantire un buon tasso di umidità ma deve altresì permettere il drenaggio dell’acqua in eccesso.

– Uno dei fattori più importanti è dove posizionarli. Il punto migliore è quello detto del  “pieno sole”, evitando luoghi troppo ventosi o bui. La maggior parte delle piante infatti ha bisogno della luce diretta per almeno sei ore al giorno per crescere in modo rigoglioso.

Ora non vi resta che innaffiare qualche volta, controllare se tutto procede secondo i piani e aspettare… in poco tempo avrete delle buonissime insalate, un sughetto delizioso o un contorno alla griglia e potrete dire: “l’ho fatto io!”

Un orto…sul balcone di casa. così potrai dire:”L’ho fatto io!”

About The Author

Number of Entries : 106

Comments (1)

Leave a Comment

Scroll to top