Spiedini colorati: tante idee per far apprezzare la frutta e la verdura ai bambini!

Condividi con i tuoi amici!
  • 9
  •  
  • 101
  •  
  •  
    110
    Shares

Se siete tra quelle mamme in perenne difficoltà nel far assaggiare la frutta e la verdura ai bimbi, allora questo blog vi sarà sicuramente d’aiuto! Presentare in tavola la frutta e la verdura in forma diversa infatti è un’utile strategia per invogliare i bambini ad assaggiare dei cibi davanti a cui, di solito, storcono il naso. Gli spiedini, per loro stessa natura, ben si prestano allo scopo perchè piacciono e incuriosiscono i bambini; mangiarli è divertente perchè i bambini si sentono autorizzati a mangiarli con le mani senza usare posate e la cosa li rende ancor più accattivanti! Se poi, con un pizzico di fantasia, si creano spiedini ad hoc, giocando con forme, colori e usando un pizzico di creatività, allora il risultato è assicurato! Ecco qualche idea davvero carina a cui ispirarvi!

spiedini-frutta-1Bacchette magiche… di frutta!

Facili da realizzare e di sicuro effetto, questi spiedini faranno impazzire i bimbi! Per realizzarli servono mirtilli, anguria, stecchini di legno lunghi, una formina a forma di stella (o a forma di cuore, di fiore, quel che preferite!) e… voilà! Il gioco è fatto! Freschi, buonissimi e davvero carini da vedere, gli spiedini bacchetta magica sono perfetti per una merenda diversa dal solito, per una colazione speciale e per le feste di compleanno estive!

 

 

 

Verdura a formine!speidini-verdure-formine
Un modo per rendere la verdura più interessante agli occhi dei bimbi è tagliarla a formine! Ecco così che un pomodoro tagliato a metà, diventa un cuore, le carote si trasformano in fiorellini e i cetrioli in stelline! Giocando un po’ con la fantasia, ogni spiedino può trasformarsi una storia divertente!

 

 

 

 

spiedini-frutta-arcobalenoArcobaleno di frutta!
Ecco come trasformare la frutta in una cascata di colori e far assaggiare ai bimbi sapori diversi e nuovi! Gli spiedini-arcobaleno di frutta sono coloratissimi,buoni da mangiare e divertenti da realizzare! Ritagliatevi un po’ di tempo per prepararli assieme ai vostri bimbi… gustarli assieme dopo sarà ancora più bello!

 

20110525153900

 

 

Barchette di verdura
Ecco una versione alternativa agli spiedini… le barchette di verdura! Prepararle è semplicissimo: la base è una fettina di peperone, la vela una zucchina e il marinaio un pomodorino! Potete arricchire le barchette con un po’ di formaggio spalmabile o inserire le verdure che preferite: via libera alla creatività!

 

 

 

 

riccio fruttaUn simpatico riccio!
Ecco un simpatico amico dei più piccini: il riccio di frutta! E’ tenero, buffo e… i suoi aculei sono squisiti! La base si prepara con una pera, mentre gli aculei sono degli stuzzicadenti con uva, lamponi, ribes, mirtilli ecc. Per personalizzare il riccio, realizzate gli occhietti con due semini e il nasino con un acino di uva nera. Portare in tavola questi teneri ricci sortirà di certo l’effetto desiderato!

Perché scegliere frutta e verdura di stagione

Condividi con i tuoi amici!
  • 20
  •  
  • 2
  •  
  •  
    22
    Shares

Con l’inizio del mese di novembre cogliamo l’occasione per parlare di un argomento molto interessante: la scelta di acquisto e consumo di frutta e verdura di stagione.

Fare la spesa privilegiando la scelta di prodotti di stagione è importante per diversi motivi; ve li spieghiamo in questo articolo.

stgionalita

1) La frutta e la verdura sono più saporite
Scegliere frutta e verdura di stagione significa mangiare prodotti buoni e saporiti perché raccolti nel loro periodo di maturazione naturale. I prodotti non di stagione o di stagione in un altro paese viaggiano a lungo e vengono conservati per giorni in celle frigorifere, fattori che ne penalizzano ulteriormente il gusto e l’apporto vitaminico.

mangiare-prodotti-di-stagione2) Prodotti salutari
I prodotti di stagione sono ricchi di vitamine e sono molto nutrienti perché seguono il loro naturale ciclo di maturazione. Un frutto o una verdura che crescono secondo natura, soprattutto se provengono da agricoltura biologica, crescono senza additivi sconosciuti e senza l’uso di pesticidi. Tutte queste caratteristiche fanno sì che i cibi di stagione siano sani e buoni. Inoltre mangiare prodotti di stagione garantisce di variare regolarmente e in modo naturale il proprio menù, mettendo in tavola sempre prodotti buoni e di qualità.

3) I prodotti di stagione costano meno
Scegliere prodotti di stagione che crescono e maturano naturalmente senza ausili esterni e che provengono da località vicine permette di abbattere costi legati al trasporto, alla loro conservazione nei periodi di attesa prima di essere inviati a destinazione ed anche le spese in relazione alla loro produzione. Far crescere e maturare la frutta e la verdura fuori stagione significa infatti sostituirsi artificialmente a quel che la natura fa da sé tramite serre autoriscaldate, additivi per la coltivazione e strumenti che hanno un costo che va poi a gravare sul costo del prodotto stesso.

verdura-e-frutta-novembre4) Rispetto dell’ambiente
Produrre prodotti fuori stagione ha un costo enorme non solo in termini economici ma anche a livello ambientale. Mezzi di trasporti, celle frigo e serre riscaldate, solo per citare alcuni dei tanti numerosi ausili di cui necessita la produzione fuori stagione, consumano energia, combustibili e aria pulita e hanno un impatto non da poco sull’ambiente.

Rispettare e allinearsi alla biodiversità naturale aiuta l’ambiente, fa bene alla salute, è conveniente per il
portafoglio e permette di gustare prodotti più buoni: non è abbastanza?
Impariamo dunque a portare in tavola i prodotti di stagione: va tutto a favore del nostro benessere e dell’ambiente che ci circonda.

Nel mese di novembre e, più in generale per il periodo autunnale, questi prodotti sono di stagione:

Frutta:
arance, limoni, mele, pere, cachi, kiwi, banane, uva, noci, mandorle, castagne, melograni.

Verdura:
zucca, carote, spinaci, cavolfiore, cavolo, cavolini di Bruxelles, carciofi, cipolle, broccoli, coste, radicchio, barbabietole, patate, finocchi, erbette, funghi, ravanelli