I 5 benefici del tè verde

Condividi con i tuoi amici!
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Ottimo di sapore e ricco di proprietà salutari e benefici: chi non conosce il tè verde? Scopriamo assieme le sue caratteristiche, i 5 benefici che è in grado di regalarci e i motivi per cui consumarlo regolarmente fa bene alla salute.

tè-verdebenefici

Consumato abitualmente da secoli in Cina e in Giappone, il tè verde è ottimo da gustare bollente in inverno e tiepido in estate. La fama di questa bevanda, universalmente apprezzata in Oriente, ha fatto in breve il giro del mondo e oggi i benefici del tè verde sono ufficialmente riconosciuti ovunque. A rendere questa particolare varietà di tè un vero e proprio elisir di benessere sono le sue proprietà anti-ossidanti, anti-infiammatorie e diuretiche.

Scopriamo assieme perchè bere tè verde fa bene al nostro organismo:

1) Aiuta a prevenire la carie
Essendo un antibatterico naturale, il tè verde è in grado di contrastare l’azione dei batteri, soprattutto nel cavo orale. Questa bevanda aiuta a mantenere la bocca in salute e a proteggerla da tartaro e carie.

2) Rallenta l’invecchiamento
Il tè verde è ricco di anti-ossidanti, importantissimi per il nostro organismo perchè in grado di rallentare i naturali processi di invecchiamento, contrastando l’azione dei radicali liberi. Grazie all’azione degli anti-ossidanti, le cellule e i tessuti del nostro organismo si rigenerano più rapidamente e si mantengono vitali e reattivi.

3) Amico della linea
Il tè verde è un prezioso alleato per chi fa la dieta. Contribuisce infatti a ridurre l’assorbimento dei grassi e aiuta a smaltirli più rapidamente. Grazie alla sua azione diuretica e depurante, questa bevanda aiuta a sentirsi sgonfi e più leggeri.

4) Azione benefica e preventiva contro alcune patologie
Grazie al suo grande potere anti-infiammatorio, il tè verde svolge anche un’azione anti-tumorale a contribuisce a prevenire l’insorgere di problematiche cardiovascolari e neurologiche. Aiuta anche a regolare la circolazione e la pressione sanguigna e contribuisce a prevenire la comparsa del diabete perchè bilancia la presenza degli zuccheri nel sangue.

5) Protegge la pelle dal sole
Secondo recenti studi, pare che il tè verde aiuti anche a proteggere la pelle dall’azione dannosa dei raggi solari a cui ogni giorno siamo sottoposti. Il merito è delle catechine, sostanze benefiche contenute in questa bevanda.

Tè verde biologico
Per gustare al meglio il sapore di questa bevanda e godere appieno dei tanti benefici che è in grado di regalarci, perchè non scegliere il tè verde biologico? Noi vi consigliamo il Tè verde bio di Consorzio CTM Altromercato, proveniente da agricoltura biologica, coltivato senza l’impiego di pesticidi e sostanze chimiche e prodotto secondo le linee del commercio equo e solidale, nel rispetto delle piccole comunità agricole locali.

 

Vitamina D: dove trovarla

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La vitamina D è una sostanza davvero importante per il nostro corpo. Può capitare però, per vari motivi legati ai diversi stili di vita, all’età, alle differenti abitudini e alle situazioni personali, che  l’organismo ne sia carente, con conseguenze anche gravi per la salute. Prima di disperarsi e ricorrere a supplementazioni esterne non concordate con il proprio medico, è bene ricordare però che la Vitamina D è presente in natura e in tanti alimenti che passano sulla nostra tavola.

L’importanza della vitamina D
La vitamina D, detta anche vitamina del sole, ha tra i suoi primari compiti quello di fissare il calcio nelle ossa e di favorirne anche l’assorbimento da parte di intestino e reni, facendo in modo che il calcio non venga espulso con l’urina. Solitamente il nostro organismo fa il pieno di questa vitamina con l’esposizione solare, garantendo in questo modo la sintesi del colecalciferolo, il principale precursore della Vitamina D. L’esposizione solare rappresenta la principale fonte di questa vitamina ed è il motivo per cui la stagione estiva è quella che più di tutte, grazie alle giornate più lunghe e al sole più forte, consente di accumulare questa sostanza in grandi quantità nell’organismo, così da poterla poi riutilizzare nel corso degli altri mesi dell’anno, decisamente meno soleggiati. Al giorno d’oggi però questo processo così naturale non sempre va a buon fine: complici gli attuali stili di vita che ci fanno trascorrere gran parte della giornata in un ufficio, l’età e le problematiche di alcune persone, che non consentono loro di esporsi al sole sufficientemente, il fabbisogno corporeo di Vitamina D spesso non viene soddisfatto in maniera esaustiva. Come fare allora, considerando che in alcuni periodi della vita, come l’infanzia, la gravidanza o l’allattamento, questo fabbisogno cresce ancora di più? Ricordandosi che l’esposizione solare non rappresenta l’unica soluzione per fare il pieno di Vitamina D.

Gli alimenti che contengono Vitamina D
Molto spesso la soluzione a tante problematiche passa proprio per la tavola. Conoscere quel che mangiamo e sceglierlo accuratamente sulla base dei nostri bisogni, può essere infatti davvero utile per l’organismo. In caso di carenza di vitamina D o di un periodo di particolare bisogno, la scelta dei giusti alimenti contribuisce a risolvere il problema.

Tenendo presente che il fabbisogno di Vitamina D varia da persona a persona, in relazione all’età, alle abitudini, alla salute e che un consulto con il proprio medico è di fondamentale importanza per verificare le dimensioni della carenza e concordare un’eventuale supplementazione (le conseguenze della mancanza di questa vitamina posso essere anche molto gravi) ecco i cibi più ricchi di Vitamina D da portare in tavola.

PESCE
Lo sgombro, il salmone, le aringhe, il merluzzo e le sardine sono tra i pesci più ricchi di vitamina D. Sono pesci grassi e il loro apporto di sostanze nutrienti e vitamine è ampio e vario. Questi pesci fanno molto bene all’organismo e sarebbe l’ideale che facessero parte della nostra alimentazione in modo abituale e costante.

OLIO DI FEGATO DI MERLUZZO
Si tratta di una vera e propria fonte di vitamina D. Le nonne ne raccomandavano un cucchiaio al giorno e non avevano tutti i torti, visti i grandi benefici di cui è ricco. Non apprezzato a causa del forte odore e del sapore, questo olio però è un vero elisir per la salute.

UOVA
Anche nella uova è presente la vitamina D, motivo per cui dovrebbero far parte della nostra alimentazione in modo costante, senza però esagerare. E’ sufficiente mangiarle 1/2 volte alla settimana.

VERDURA A FOGLIA VERDE
Nell’elenco non poteva certo mancare la verdura. Oltre all’ampio apporto di vitamine e sali minerali che le verdure a foglie verdi consentono di ottenere, esse sono anche una preziosa fonte di vitamina D.

Lo zenzero: un prezioso alleato per il nostro benessere

Condividi con i tuoi amici!
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
    52
    Shares

Da sempre noto e molto usato in Oriente lo zenzero, pianta erbacea di origine orientale, sta sempre più conquistando consensi anche da noi grazie ai suoi mille usi e ai tanti benefici che questa pianta ci può regalare. Oltre alle innumerevoli proprietà benefiche per la salute, contribuiscono a renderlo noto e sempre più amato, anche il suo sapore inedito e il gusto piacevole che lo rendono un gustoso alleato anche in cucina.

zenzero-benefici

1) Amico dell’apparato gastro-intestinale
Lo zenzero, grazie alle sue proprietà calmanti e rilassanti, si rivela un prezioso alleato nel combattere i dolori allo stomaco e all’intestino; rilassando i muscoli gastro-intestinali infatti aiuta a prevenire la formazione di aria e a ridurre il gonfiore. In caso di nausea, lo zenzero si rivela molto utile, aiutando a calmare il fastidio e dopo un pasto particolarmente pesante, masticare un pezzettino di zenzero, facilita la digestione.

2) Lo zenzero depura!
Le tisane allo zenzero, oltre ad essere davvero buone e gradevoli di sapore (lo zenzero si sposa alla perfezione con un po’ di succo di limone e un cucchiaino di miele) favoriscono i processi digestivi e aiutano a depurare l’organismo dalle scorie, donando un senso di leggerezza.

3) Combatte i malanni stagionali
Raffreddore e mal di gola sono malanni comuni ma piuttosto fastidiosi che ci colgono di sorpresa non solo in autunno e in inverno ma anche in primavera, quando gli sbalzi di temperatura sono all’ordine del giorno e la voglia di alleggerire l’abbigliamento è tanta. In caso di raffreddore lo zenzero è molto utile e può essere consumato sia fresco che nella forma di infusi, a seconda di quel che si preferisce. Anche in caso di mal di gola lo zenzero si rivela un prezioso amico: basta masticarne un pezzetto non appena la gola inizia a pizzicare e le proprietà calmanti e rilassanti contribuiranno in maniera efficace ad attenuare l’infiammazione in corso.

zenzero-alleato-salute4) Allevia i dolori mestruali, muscolari alle articolazioni
Lo zenzero in Oriente viene considerato un anti-dolorifico e anti-infiammatorio naturale e come tale viene usato per risolvere ed alleviare alcune problematiche. Perfetto come infuso, lo zenzero contribuisce a rendere meno intensi i dolori di vario tipo come quelli mestruali, muscolari e quelli alle articolazioni. In Giappone viene spesso usato a livello topico per combattere i dolori e le contrazioni muscolari, riscaldando la radice con il vapore, inserendola in un panno di cotone e mettendola a diretto contatto con la zona da trattare.

5) Un rimedio contro il mal di testa
Anche in caso di mal di testa, grazie alle sue proprietà calmanti e anti-dolorifiche, lo zenzero si rivela efficace: soprattutto in casa di emicrania, il consiglio è quello di bere un infuso caldo e coricarsi, i miglioramenti saranno rapidi.

6) Buonissimo in cucina
Infine lo zenzero è molto apprezzato anche in cucina. Grazie alla sua versatilità può essere usato in diversi modi: insalate, dolci e salse sono solo un esempio! Ottimo come infuso, può essere usato anche in aggiunta al tè verde e rappresenta un ingrediente ideale per realizzare oli da condimento e centrifughe. In cucina è sempre meglio usare zenzero fresco.

 

I cibi giusti per proteggere il corpo in inverno

Condividi con i tuoi amici!
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Non servono solo maglioni di lana, sciarpe e caldi berretti per proteggere il nostro corpo dal freddo invernale. La scelta dei giusti cibi infatti permette di avere una protezione aggiuntiva, molto utile per prevenire raffreddamenti e rafforzare il sistema immunitario.

cibi utili in inverno

Sì alle vitamine
La vitamina C è importantissima per proteggere l’organismo in inverno. Aiuta infatti a rinforzare il sistema immunitario e a combattere infezioni e infiammazioni. Anche le vitamine A ed E sono molto importanti: la prima, contenuta nei latticini, vanta un grande potere antiossidante mentre la seconda, contenuta in grandi quantità negli olii, migliora la produzione di anticorpi. Le vitamine, associate ai sali minerali, sono indispensabili per mantenere il corpo forte e reattivo in inverno e fungono da vero e proprio scudo protettivo contro i più comuni malanni invernali. Tra le fonti principali in cui trovare queste vitamine ci sono la frutta e la verdura fresca: consumandole tutto l’anno, prediligendo quel che la natura offre in quel dato periodo, si può compiere un valido lavoro preventivo nelle altre stagioni; facendo infatti il pieno di vitamine tutto l’anno, si affronterà l’inverno con nuove e valide armi e insostituibili energie! Agrumi, kiwi, fragole, pomodori, peperoni e verze sono solo un piccoli esempio di frutta e verdura ricche di vitamine. Il Grana Padano è invece ricchissimo di vitamina A e l’olio extra vergine d’oliva di vitamina E.

L’utilità delle spezie
In pochi lo sanno ma anche le spezie possono rivelarsi molto utili per proteggersi dai rigori invernali. Il curry, la paprika e soprattutto il peperoncino sono utilissimi anti-infiammatori naturali e, grazie alla loro naturale azione vaso-dilatante, aiutano a mantenere la temperatura corporea stabile.

bere-in-invernoBere tanto, anche in inverno
Anche se il senso di sete può essere avvertito in misura molto minore rispetto all’estate, è molto importante assumere tanti liquidi anche in inverno. Il corpo infatti ha bisogno di mantenersi ben idratato anche quando il clima è freddo: per facilitare l’impresa è possibile bere bevande calde come tè e tisane, ma anche brodi e zuppe che contribuiranno a fornire al corpo la giusta quantità di acqua di cui ha bisogno e al contempo, grazie al calore, produrranno una benefica vasodilatazione e un utile effetto fluidificante alle vie aeree superiori.

 

 

Perchè gli agrumi fanno bene a colazione

perche gli agrumi fanno bene a colazione
Condividi con i tuoi amici!
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
    31
    Shares

Buoni, ricchi di vitamina C e di sali minerali, sono un vero toccasana per l’organismo. Si dice che bere una spremuta d’arancia ogni mattina faccia molto bene all’organismo e rafforzi le difese immunitarie, ma questo non è l’unico beneficio che ci regalano gli agrumi, soprattutto se assunti con regolarità ogni mattina.

agrumi-benefici

Arancia, limone, mandarino, pompelmo, cedro… scegliete il frutto che preferite o mixateli in gustose spremute e macedonie: ecco i benefici che vi regaleranno!

Rafforzano il sistema immunitario

Famosi proprio per questo motivo, gli agrumi sono ricchi di vitamina C, una vitamina molto importante per l’organismo perchè in grado di rafforzare le difese immunitarie e prevenire i malanni da raffreddamento. La vitamina C funge infatti da prezioso anti-infiammatorio naturale e contribuisce a rendere l’organismo più forte e reattivo agli attacchi esterni.

spremuta-arancia-agrumi

Mantengono la pelle tonica e idratata

Si tratta di un beneficio meno noto rispetto al precedente, ma gli agrumi sono dei preziosi alleati di bellezza e contribuiscono a mantenere la pelle fresca, idratata e tonica. Gli agrumi infatti sono ricchi di anti-ossidanti, molto importanti per contrastare l’azione dei radicali liberi e rallentare i naturali processi di invecchiamento cutaneo. Essendo inoltre ricchi di acqua e sali minerali, se assunti con costanza, contribuiscono a mantenere il giusto livello di idratazione cutanea, rendendo la pelle morbida, idratata e tonica.

Utili contro lo stress

Gli agrumi, ricchi di calcio, ferro e magnesio, aiutano anche a combattere lo stress, la mancanza di concentrazione e il cattivo umore grazie al bromo, che svolge un’azione naturale calmante del sistema nervoso.

Altri benefici

Ogni agrume vanta caratteristiche peculiari e benefici specifici. In generale comunque si può aggiungere che gli agrumi aiutano a migliorare la vista, aiutano ad agevolare il transito intestinale, grazie al calcio che contengono contribuiscono a rafforzare le ossa, aiutano a combattere l’insonnia, a migliorare i problemi digestivi e vantano proprietà depurative: la loro assunzione costante permette infatti di eliminare gradualmente le tossine accumulate nel corpo.

Perchè mangiare gli agrumi di mattina?

La mattina è il momento migliore per mangiare gli agrumi perchè in questo modo il nostro organismo può fare il pieno di energie e cominciare la giornata nel modo giusto. Il mix energetico e vitaminico degli agrumi è infatti più efficace la mattina, quando siamo a digiuno e il nostro metabolismo è pronto a partire e a bruciare. E’ bene inoltre ricordare che, quando si parla di agrumi e di spremute, si parla di frutta fresca: i benefici elencati si hanno infatti assumendo frutta fresca, non i succhi che si trovano in commercio, pieni di zuccheri, conservanti e che contengono quantità troppo basse di frutta per influire positivamente sulla salute. E’ bene inoltre preferire frutta fresca proveniente da agricoltura biologica, più buona  e più sana, in modo da poter aggiungere ai tanti benefici degli agrumi anche il valore non trascurabile dell’uso di tecniche naturali nella coltivazione e soprattutto la garanzia del non impiego di diserbanti e di prodotti chimici di vario tipo.