7 rimedi naturali per tenere lontane le formiche da casa

Condividi con i tuoi amici!
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    16
    Shares

Con l’arrivo del caldo, capita spesso di trovare le formiche in casa. Esse infatti, instancabili lavoratrici e attente accumulatrici di provviste, si avventurano in casa in gruppo, attratte dalle nostre dispense e in cerca di cibo. Disposte a tutto per rimpolpare le lo scorte ormai scarne, questi simpatici animaletti riescono davvero a insinuarsi ovunque, creando disagi e fastidi ai proprietari di casa.

formiche-rimedi-naturali

Le formiche non sono pericolose e non fanno nulla di male e per tenerle lontane da appartamenti e dispense, non serve usare pesticidi o prodotti chimici che le uccidano e dannosi per l’ambiente. Esistono infatti dei rimedi più semplici ma altrettanto efficaci. Si tratta di soluzioni green, naturali al 100% in grado di tenere lontane le formiche, nel rispetto della natura e dell’ambiente. Noi ve ne proponiamo sette, a voi la scelta di quale risponda meglio alle vostre esigenze!

1) Aceto
Le formiche sono molto sensibili agli odori e alcuni di essi non li tollerano proprio. L’aceto, ad esempio, crea loro molto fastidio. Un modo per tenerle alla larga da casa consiste nel riempire un bicchiere di aceto, aggiungerci qualche goccia di olio essenziale all’eucalipto e spennellare alla base porte, finestre e tutti i punti d’accesso di casa. L’operazione va ripetuta ogni 4/5 giorni finchè le formiche non si arrenderanno.

2) Origano
Anche con l’origano le formiche non hanno un buon rapporto. Cospargere le zone interessate con mucchietti d’origano aiuterà in modo efficace a tenerle lontane e darà alla vostra casa un buon profumo!

3) Lavanda
Anche l’odore della lavanda disturba le formiche. Mettere vasi di lavanda sul balcone o in giardino, davanti a casa, sarà un ottimo dissuasore per le formiche.

4) La menta
Se c’è una cosa che alle formiche non piace , questa è la menta! Mettere delle bustine di tè alla menta o delle foglie di menta essiccata nei punti in cui le formiche accedono in casa  e in breve tempo vedrete i risultati!

menta-contro-formiche

5) Bloccare le fessure
Se porte e finestre in legno presentano fessure, è bene sigillarle con un po’ di silicone. Questo potrebbe bastare a impedire l’accesso delle formiche in casa

6) Pulizia!
Le formiche entrano in  casa perchè in cerca di cibo. Lasciare in giro briciole, zucchero, miele e tutti quegli alimenti di cui sono ghiotte non è certo una buona tattica! Fate quindi attenzione a sigillare bene le confezioni e a pulire spesso i pavimenti, magari usando una miscela di acqua, limone e aceto, che alle formiche non piace.

7) Zucchero… dissuasore!
Le formiche, come tutti gli animali e le piante dell’ecosistema, sono utilissime in natura e il fatto di non volere che entrino in casa è molto diverso dal non volerle in giardino. Un’idea per deviare il loro percorso e allontanarle da casa consiste nel posizionare nei pressi delle zone di accesso a casa (ma non troppo vicino) dei granelli di zucchero e poi creare un piccolo percorso verso l’esterno: le formiche lo seguiranno sicuramente!

formiche-rimedi-naturali-per-allontanarle

Piedi gonfi? Prova questi 4 rimedi naturali!

Condividi con i tuoi amici!

I piedi sostengono letteralmente il nostro corpo e, proprio per questo motivo, spesso pagano le conseguenze delle scorrette abitudini che adottiamo ogni giorno. Un sintomo comune di malessere che tuttavia però non deve essere trascurato è il gonfiore dei piedi, una conseguenza fastidiosa e poco piacevole legata a numerose problematiche di natura diversa.

piedi-gonfi-rimedi

C’è infatti chi di piedi gonfi soffre sempre, chi ne soffre quando sta in piedi a lungo, chi con il caldo e chi in gravidanza. Anche le cause possono essere tante e diverse: sovrappeso, abuso di sale, ritenzione idrica, cattiva circolazione, cattive abitudini alimentari e posture scorrette ne sono solo un esempio. I piedi gonfi possono interessare anche chi durante il giorno sta a lungo seduto, chi sta troppo in piedi, chi usa scarpe non adatte, chi abusa di scarpe con il tacco ma anche chi ha i piedi piatti e usa scarpe troppo basse…insomma, le cause possono essere davvero tante, più o meno gravi, e vanno in primis indagate e approfondite per poi essere risolte al meglio.

Nel frattempo, per alleviare il fastidio dei piedi gonfi e cercare di arginare il problema, ecco quattro rimedi della nonna, efficaci e del tutto naturali, per trovare un po’ di sollievo.

pediluvio-piedi-gonfiPediluvio freddo e caldo
Un buon modo per riattivare la circolazione e ridurre il gonfiore dei piedi consiste nell’alternare bagni di acqua calda e fredda: una vera e propria ginnastica vascolare. Per farlo la cosa migliore è utilizzare una bacinella piena di acqua calda in cui immergere i piedi per una decina di minuti. Terminato questo tempo, bisogna mettere i piedi sotto acqua corrente fredda per 1 minuto circa, poi nuovamente nella bacinella e via dicendo, per 3 volte. L’effetto vaso-dilatatore e vaso-costrittore darà giovamento ai piedi e ne ridurrà in modo considerevole il gonfiore.

Sù i piedi!
Si tratta di un rimedio semplicissimo ma al contempo di grande efficacia. Prima di applicare creme, pomate, impacchi, fare pediluvi o qualsiasi altra cosa, bisogna tenere i piedi ben sollevati per una trentina di minuti e i risultati saranno subito visibili.

Esercizi con pallina
Un altro modo per riattivare la circolazione e aiutare ad eliminare la sensazione di gonfiore alle estremità, consiste nel mettere una pallina per lo yoga (o in alternativa una pallina da tennis) sotto la pianta del piede e con essa massaggiare tutta la zona per dieci minuti al giorno. Questo semplice esercizio contribuirà a dare grande sollievo.

massaggi-piedi-pallina

Massaggi
A volte un massaggio ben fatto, può ridurre i liquidi in eccesso, drenare e dare sollievo a chi soffre di piedi gonfi. I tipi di massaggi possibili sono tanti e diversi a seconda delle necessità: rivolgetevi a qualcuno di esperto che sappia come affrontare il problema.

Fragole: le protagoniste di due maschere naturali per il viso

Condividi con i tuoi amici!

La routine quotidiana, la mancanza di tempo e la vita frenetica troppo spesso ci fanno dimenticare che a volte per stare bene basta solo un piccolo gesto. E’ questo il caso della pelle del nostro viso che, sottoposta costantemente a stress e tensioni di vario tipo (smog, sole, agenti ambientali, stress, creme troppo aggressive, solo per citare alcuni fattori), patisce e soffre senza che ce ne rendiamo conto, quando basterebbe davvero poco per prendersene cura.

maschera-fragole
Un esempio? Anche solo ritagliarsi un momento di relax una volta alla settimana e dedicare alla pelle del viso una coccola speciale come una maschera naturale fai da te, può rivelarsi un vero toccasana per l’epidermide affaticata.

Quelle che vi presentiamo oggi sono delle maschere semplice da realizzare, profumate, fresche e naturali al 100%, che hanno per protagonista le fragole, un frutto di stagione dolce e goloso.

Le ricette sono 2, entrambe facili e veloci da realizzare; la prima di esse è pensata per le pelli grasse e irritate e sfrutta il potere purificante e astringente delle fragole. La seconda invece è adatta a chi è soggetto in estate alla comparsa di macchie scure sul volto. A voi la scelta!
In caso di allergia alle fragole, ovviamente queste maschere sono da evitare.

maschera-viso-fragole

1) Maschera alle fragole per pelli grasse

Ingredienti

3 fragole
2 cucchiaini di miele
1 cucchiaino di succo di limone

Preparazione
La preparazione di questa maschera è davvero semplice: basta schiacciare assieme le fragole, unire il miele e il limone e mescolare finchè il composto non risulterà omogeneo. A questo punto il composto va applicato in uno strato sottile sul viso pulito e va lasciato in posa 5 minuti e poi sciacquato con acqua tiepida. L’azione anti batterica del limone unita al potere purificante delle fragole, è davvero ideale per le pelli grasse.

2) Maschera alle fragole per le macchie scure

Ingredienti
2 fragole
2 cucchiai di yogurt intero naturale
1 cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
Mezzo cucchiaino di argilla cosmetica

Preparazione
Per preparare questa maschera le fragole vanno lavate, schiacciate e unite allo yogurt, un ingrediente molto idratante per la pelle. Vanno poi aggiunti l’olio e l’argilla e quando il tutto risulterà ben cremoso, la maschera può essere stesa sul viso e lasciata in posa per 20 minuti circa. Per rimuoverla dotatevi poi di una pezzuola umida.
Questa maschera aiuta a schiarire le macchie e a idratare la pelle, ma non si può assolutamente slegare da un’esposizione al sole corretta, con un fattore di protezione adatto al proprio fototipo. In caso di macchie infatti (e non solo!) proteggersi dai raggi solari è imprescindibile!

 

Rimedi naturali contro il mal di stomaco

Condividi con i tuoi amici!
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Lo stress, i cambi di stagione e una vita frenetica possono causare in molte persone disturbi a carico dell’apparato digerente. Il senso di pesantezza, la sensazione di gonfiore e la difficoltà nella digestione sono alcuni degli aspetti più comuni di questo genere di disturbi, che spesso si manifestano in coppia con dolori e fitte allo stomaco o un fastidioso senso di bruciore.

mal di stomaco rimedi

Tante persone infatti scaricano lo stress e le pressioni a cui sono sottoposti quotidianamente sull’apparato digerente, con conseguenze debilitanti e fastidiose. In casi di questo tipo, modificare alcune abitudini e seguire qualche consiglio naturale, può rivelarsi molto efficace ma è bene prima fare un importante precisazione; se i disturbi sono leggeri e saltuari i così detti rimedi della nonna possono fornire un valido aiuto ma, in caso di disturbi forti e prolungati è sempre bene rivolgersi al proprio medico per un parere. In quest’ultimo caso i rimedi naturali male non fanno e possono diventare un importante coadiuvante della terapia, ma non si può trascurare la consulenza dello specialista, specie quando i disturbi diventano difficili da sopportare e intensi.

Dicevamo dunque che alcuni piccoli accorgimenti quotidiani e i rimedi naturali possono rivelarsi dei veri toccasana per combattere e alleviare i disturbi dell’apparato digerente: vediamone insieme alcuni dei più efficaci.

Due aspetti importanti per chi soffre di disturbi allo stomaco sono il movimento e la scelta di alimenti leggeri. Pasti troppo pesanti infatti, specialmente la sera, rischiano di rendere ancora più laboriosa le digestione e aumentare il senso di pesantezza e gonfiore. Una bella passeggiata dopo pranzo invece aiuta a digerire meglio e a sentirsi più leggeri.

camminare fa bene
Quando il senso di fame si fa sentire, sarebbe meglio placarlo con piccoli spuntini leggeri nel corso del giornata, evitando di tirare fino al pasto “comandato”. Questo per due motivi: da un lato, evitando di arrivare a pranzo o a cena famelici, si riesce a stare più leggeri e a mangiare meglio e più lentamente. Dall’altro, per evitare fastidio e bruciore allo stomaco troppo vuoto e a volte anche la sensazione di nausea, è sufficiente farlo lavorare con uno spuntino leggero.

Ci sono poi alcuni cibi che sarebbe meglio evitare o, almeno, consumare saltuariamente. Tra questi ci sono ad esempio i cibi che aumentano la produzione di acido come ad esempio gli agrumi, il caffè, i fritti e i pomodori. Se i dolori alla pancia sono dati dall’accumulo di aria, meglio non esagerare con frutta e verdura che fermentano, evitare i prodotti confezionati (ad esempio il pane in cassetta) a favore di quelli freschi, ridurre al minimo l’assunzione di bevande frizzanti e non bere con la cannuccia, in modo da ridurre il più possibile l’aria nella pancia e, di conseguenza, anche il senso di gonfiore.
Anche le gomme da masticare sono sconsigliate per chi soffre di problemi di stomaco: la continua masticazione genera aria nello stomaco e produce acidi. Infine fumo e alcool, già nocivi per l’organismo in generale, si rivelano delle condizioni decisamente aggravanti per chi soffre di problemi allo stomaco.

cultura_caffe_caffeina

Ecco invece qualche buona abitudine da adottare: oltre a mangiare lentamente e a scegliere cibi leggeri, sani e nutrienti, prendere l’abitudine di bere la sera una tisana a base di piante con proprietà calmanti (camomilla e melissa, ad esempio) favorisce la digestione e aiuta a distendere lo stomaco.
Anche la borsa dell’acqua calda può rivelarsi un’ottima alleata: appoggiarla da sdraiati sullo stomaco aiuta a rilassarne i muscoli e ad alleviare eventuali dolori e contrazioni. Dopo mangiato inoltre è bene non sdraiarsi immediatamente e la sera sarebbe meglio andare a letto non prima che siano trascorse due o tre ore dalla cena.

5 rimedi naturali per rendere i denti più bianchi

Condividi con i tuoi amici!

Prendersi cura dei denti è molto importante: una dentatura bella e splendete è anche una dentatura sana.
Se però i vostri denti vi sembrano ingialliti e macchiati e il vostro sorriso ben lontano dall’essere brillante e smagliante come vorreste non disperate! Cattive abitudini come il fumo, i troppi caffè o anche una cattiva alimentazione, scorrette abitudini nel lavaggio dei denti o cure troppo frettolose possono avere contribuito in modo consistente a questo risultato.
Prima di rivolgervi ad uno specialista o affidarsi ai tanti prodotti in commercio che promettono un sorriso smagliante ma sono spesso aggressivi e pieni di agenti chimici, perché non provare con un approccio più naturale? Ecco 5 rimedi fai-da-te completamente naturali che possono aiutare in modo significativo a sfoggiare un sorriso sano e smagliante.

denti-bianchi-rimedi-naturali

1) Salvia fresca
Si tratta di un rimedio della nonna molto efficace e gradevole. Per pulire i denti in modo approfondito e farli brillare, una buona abitudine consiste nel passare sui denti, strofinandola, una foglia di salvia fresca: nessun rischio e un gradevole profumo!

denti-bianchi-limone2) Succo di limone
Ottimo per sbiancare in modo efficace la macchie dovute al fumo e al caffè, il succo di limone va usato però saltuariamente e in caso di reale necessità perché rischia di corrodere lo smalto. Di tanto in tanto si può dunque usare il succo di limone assieme allo spazzolino: oltre a contribuire a far tornare i denti bianchi e splendenti, aiuterà anche a ridurre il tartaro, proteggere le gengive e regalare un alito fresco e profumato.

3) Bicarbonato
Il bicarbonato di sodio è molto efficace per quel che riguarda la sbiancatura dei denti.
Si può unire mezzo cucchiaino di bicarbonato a mezzo cucchiaino di sale e utilizzarlo come se fosse un dentifricio, bagnando lo spazzolino e passandolo sui denti. Lo stesso si può fare con mezzo cucchaino di bicarbonato, un po’ di acqua e un po’ di succo di limone; in entrambi i casi però è consigliabile sciacquare bene  e abbondantemente la bocca dopo l’uso e non esagerare: un trattamento di questo tipo va effettuato una volta alla settimana o una volta ogni due, a seconda del colorito dei denti, perché un uso troppo frequente rischierebbe di danneggiare lo smalto.

4) Fragole, mele e arancedenti-bianchi-fragola
Questi frutti sono dei preziosi alleati per avere un sorriso smagliante. Quando essi entrano a contatto con la saliva infatti si genera una reazione in grado di eliminare numerosi batteri. Via libera dunque a qualche salutare morso:la frutta fa bene al corpo e alla dentatura! Per potenziarne gli effetti benefici potete anche, di tanto in tanto, passare la buccia d’arancia sui denti o prendere una fragola, ridurla in polpa e stenderla sui denti lasciando in posa per almeno 5 minuti, per ottenere un ottimo effetto sbiancante. Anche se si tratta di rimedi naturali consigliamo di non esagerare e di utilizzarli non più di una volta alla settimana! (Invece per quanto riguarda il mangiare mele, fragole e arance, non vi preoccupate!)

5) Acqua
Può sembrare strano ma anche l’acqua è un’alleata validissima per avere denti bianchi. Non basta berla però: bisognerebbe fare tre sciacqui di 20 secondi l’uno dopo i pasti, per ripulire la dentatura e prevenire la comparsa di macchie: provare per credere!