Cinque idee per riciclare i vecchi leggins

Condividi con i tuoi amici!
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

I leggins sono un capo che difficilmente manca nell’armadio di una donna. Comodi, pratici e molto più resistenti dei collant, sono disponibili in vari tessuti e in diversi colori in modo da essere usati in tutte le stagioni e in ogni occasione. Quando però i leggins si usurano o rovinano, invece che buttarli, perchè non dare loro nuova vita trasformandoli in qualcosa di diverso ma altrettanto utile?

Ecco cinque idee creative per riciclare i vecchi leggins!

1) Panni per la polvere
In casa, quando c’è da fare le pulizie, i panni per la polvere sembrano non bastare mai! Munitevi di  forbici e tagliate i vostri vecchi leggins: rimpinguerete in questo modo la vostra fornitura di panni per la polvere!

leggins-panno-polvere

2) Manicotti per le braccia
Per dare al tuo look un tocco originale e glamour, puoi trasformare i tuoi vecchi leggins in comodi manicotti per le braccia. Basta tagliare la parte superiore e abbinarli all’abito che preferisci!

manicotti-leggins

 

3) Leggins… versione estiva!
Un’altra idea utile consiste nel tagliare le gambe dei leggins e realizzare dei comodi pantaloncini corti, funzionali e aderenti, da usare sia in casa che al mare. Colorati, scuri, con fantasie… ce n’è per tutti i gusti!

pantaloncini-corti-leggins

 

4) Accessori per capelli fai da te
Essendo piuttosto elasticizzati, i leggins ben si prestano a trasformarsi anche in elastici, fiocchi e fasce per capelli. Basta ritagliare dalle gambe strisce di diverso spessore e lunghezza, a seconda di quel che volete realizzare, e dare vita a tanti diversi accessori glamour! Lasciate libero sfogo alla vostra fantasia e personalizzate i vostri nuovi accessori per capelli a seconda dei vostri gusti e del vostro umore del momento!

fascia capelli leggins

5) Pantaloni per neonato
Se avete dei leggins comodi, elasticizzati e colorati che non usate più, potete trasfromarli in divertenti pantaloni per neonato. basta accorciarli e adattarli alla gambe del piccolo e il gioco è fatto. Costo zero e risultato bellissimo!

leggins-riciclo-bambino

5 metodi per riutilizzare i collant

Condividi con i tuoi amici!
  • 18
  •  
  •  
  •  
  •  
    18
    Shares

Chi è alle prese in questo periodo con il cambio-armadio alzi la mano!
Tra gli indumenti che non rivedremo più in questi mesi caldi ci sono sicuramente i collant e, dopo un’attenta analisi, è facile rendersi conto che tanti di essi saranno comunque non più utilizzabili in autunno perchè rovinati, usarati, bucati o smagliati. Invece che buttarli nella spazzatura, ecco 5 metodi per dare loro nuova vita e riutilizzarli con una nuova, utile funzione.

L’importante… è non sprecare!

1) Collane fantasiose
Le più creative possono in questo caso sbizzarrirsi in creazioni e bijoux di ogni tipo! La parola d’ordine è “osare” e gli spunti e le possibilità sono davvero infinite: non resta che rimboccarsi le maniche e dare libero sfogo alla propria fantasia! Ecco qualche spunto!

Immagine tratta dal sito web http://www.fusillacreativa.it/
Immagine tratta dal sito web http://www.fusillacreativa.it/

colllane-con-riciclo-collant

collana-con-collant

2) Lavaggi in lavatrice di capi delicati
Alcuni capi, durante il lavaggio in lavatrice, rischiano di rovinarsi. Per evitare danni, si possono utilizzare i vecchi collant e chiudere i capi delicati all’interno tramite nodi, per un lavaggio sicuro e a prova di capo delicato!

lavaggio-capi-delicati

riuso-collant-lavatrice

3) Spugna saponata
Avete in casa numerosi resti di saponette e non sapete che farne? Raggruppateli tutti e chiudeteli con un nodo all’interno di un pezzo di collant: avrete così creato una spugna esfoliante fai da te, con tanto di sapone incorporato, da tenere in doccia e bagnare all’occorrenza: una proposta funzionale, comoda e utile!

collant-spugna-sapone

4) Pupazzi di ogni tipo
Come esistono tante tipologie di collant, allo stesso modo partendo da queste calze è possibile realizzare diversi tipi di pupazzi. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le capacità: a voi la scelta!
Tra le nostre proposte ci sono anche le teste verdi, i simpatici pupazzi, semplicissimi da creare,  a cui crescono i capelli, da realizzare con collant, terriccio e semi d’erba: buon divertimento!

giocattoli-per-bambini-collant

pupazzi-collant

 

teste-verdi-collant

5) Supporto per piante
Chi ha il pollice verde apprezzerà sicuramente questo uso alternativo dei collant. Le calze elastiche infatti si possono usare per legare le piante in vaso ai loro supporti, senza stressare le foglie e i rami. Basta tagliarle le calze a strisce più o meno sottili, a seconda delle necessità, e il gioco è fatto!

collant-supporto-piante

Riciclo creativo: 6 idee per i vasetti di omogeneizzati!

Condividi con i tuoi amici!
  • 26
  •  
  •  
  •  
  •  
    26
    Shares

Chi ha a che fare con bambini piccoli, sa bene quanti vasetti di omogeneizzati vengono usati ogni giorno. Invece che buttarli, perché non pensare di donare loro nuova vita e nuova utilità? Le possibilità sono davvero tante e molto carine: noi vi proponiamo 6 spunti, voi lasciate libero sfogo alla vostra fantasia!

1) Graziosi portacandele
I vasetti ben si prestano a diventare dei graziosi portacandele. In vista dell’estate, sono perfetti per decorare e abbellire giardini e balconi e sono personalizzabili secondo il vostro gusto, usando carta, spago, foglie ecc.

candele-vasetto

 

riciclo-barattoli

2) Lampade da soffitto
Chi ama le idee originali e creative sicuramente apprezzerà questo impiego inusuale e molto ad effetto dei vasetti di omogeneizzato

lampade-vasetti

3) Piccola serra!
Un altro modo intelligenti per dare nuova vita a questi piccoli barattoli di vetro è trasformarli in piccoli vasetti, riempirli di terra e piantarci le proprie piantine preferite, siano esse spezie o fiori.

vasetti-piantine

 

 

Riciclo-dei-barattoli-piantine

4) Bomboniere
Come risparmiare sulle bomboniere per il battesimo e proporre un’idea creativa? Usando i vasetti degli omogeneizzati! Le possibilità sono tante, così come le decorazioni! All’interno mettete i confetti che preferite e il gioco è fatto!

Immagine tratta da http://partymamma.net/
Immagine tratta da http://partymamma.net/

vasetti-bomboniera2

 

5) Comodi porta-spezie
Per avere le spezie sempre a disposizione e ben ordinate, perchè non usare i vasetti? Una soluzione originale, comoda e soprattutto funzionale!

portaspezie

6) Hobbystica e cucito
Chi si diletta con ago e filo o si dedica alla realizzazione di collane, orecchini e di creazioni fai da te, sa bene quanto sia complicato tenere in ordine perline, bottoni, fili, aghi, pietre ecc.
Anche in questo caso i vasetti di omogeneizzati rappresentano una soluzione comoda e utile per avere tutto il materiale in ordine e al contempo sotto mano.

vasetti-perline

vasetto-cucito2

vasetto-cucito

 

Come dare nuova vita ai vecchi oggetti della cucina

Condividi con i tuoi amici!
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Le cucine di ognuno di noi sono piene di tantissimi oggetti che però non sempre usiamo. Quando, a causa dell’usura, del non utilizzo o dell’acquisto di qualcosa di nuovo, arriva il momento di buttarli, perché non cambiare prospettiva e pensare al riciclo creativo? Dare nuova vita a tutti questi oggetti è un modo divertente, green e utile per evitare gli sprechi e far tornare a nuova vita gli oggetti, dando loro nuovo senso e una nuova funzione.
Le creazioni che si possono fare sono tantissime, originali e divertenti e permettono di arredare casa con stile e a costo zero!
Ecco qualche idea da copiare!

1) Le posate
Le posate sono davvero versatili e fonte di tantissimi spunti diversi! Si possono trasformare in ganci per la cucina, in elementi decorativi per cornici, lampadari e orologi, porta candele o appendini per grembiuli e stracci! Le creazioni da realizzare sono tantissime, avete solo l’imbarazzo delle scelta!

come-creare-un-lampadario-con-vecchie-posate_2f29f0442171e87fcb9aeae68f37d75e

posate2

Appendini

2) Tazzine del caffè
Quante volte capita che, dopo anni di onorato servizio, le tazzine da caffè dei vari servizi si rompano e restino poche tazze per tipo, tutte diverse e spaiate? O che qualche tazzina si sbecchi e non possa essere più usata? In tutte queste situazioni non buttate le tazzine, date loro nuova vita con il riciclo creativo! Anche in questo caso le possibilità sono davvero tante: le tazzine possono diventare graziosi vasetti, possono trasformarsi in porta-candele, decorare lampadari o trasformarsi in appendini originali e divertenti!

come-riciclare-le-tazzine-da-te_208532a296115ec929b639804b3b599b

come-fare-un-appendi-oggetti-da-riciclo_722e7b748c556b0e33ce02064bb9f745

 

3) Fruste per la cucina
Le fruste in cucina non mancano mai! Quando però si rovinano e perdono forma, perché buttarle? Usatele per la vostra casa, darete vita ad una scenografia davvero suggestiva!

T110_E-frusta-da-cucina-e1424335041249

AD-DIY-Repurpose-Old-Kitchen-Stuff-08

4) Mattarelli da cucina
Anche i vecchi mattarelli possono tornare a nuova vita! Trasformati in ganci per vestiti e giacche, daranno alla vostra casa un tocco originale e inedito!

mattarelli

5) Grattugia per il formaggio
Quante cose si possono fare con la grattugia! Lampade, porta matite e porta orecchini sono solo alcune delle tante possibilità!

come-riutilizzare-una-grattugia_1d7d1935aaaf84e304c93ab7c8f8b614
gratt6) Caffettiera
E con a vecchia caffettiera che non funziona più bene che fare? Perchè non trasformarla in un’originalissimo vasetto?

Fai-da-te-vasi-di-riciclo-creativo_o_su_horizontal_fixed

 

Carnevale: 6 idee per costumi fai da te per grandi e piccini!

Condividi con i tuoi amici!
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Avete già pensato a cosa indossare a carnevale? In un’ottica di risparmio e di tutela dell’ambiente, perchè non pensare ad un costume fai da te, realizzato con materiale di recupero oppure utilizzando e reinterpretando abiti e oggetti che avete già in casa?

Basta un po’ di fantasia e qualche idea per realizzare costumi di ogni genere, davvero spassosi! Non serve necessariamente avere capacità particolari: chi sa cucire potrà dare vita a costumi un po’ più elaborati ma anche chi con ago e filo non ha proprio confidenza, saprà sicuramente adattare l’idea che preferisce alle proprie capacità!
Noi di Ecomarket abbiamo pensato a 6 proposte semplici da realizzare e divertenti, adattabili sia ai bambini che agli adulti: a voi la scelta!

1) Matite colorate

Un’idea molto carina, soprattutto da realizzare in gruppo, è quella di travestirsi da matite colorate. Ognuno sceglie un colore e si veste di quel colore (l’ideale sarebbe indossare collant o leggins e una tunica, entrambi del colore stabilito ma il costume è del tutto personalizzabile sulla base della propria fantasia). Per realizzare il copricapo bisogna procurarsi un cartoncino del colore scelto e dargli la forma di cono. Se volete personalizzarlo potrete incollare della carta colorata marrone subito sotto la punta, per rendere l’idea del legno.

costume-matite-colorate

 

2) I pod o mattoncino Lego?

Divertente e semplice da realizzare, questo costume ben si presta a numerose interpretazioni. Quel che serve è uno scatolone della misura giusta sul quale realizzare i buchi per le braccia, per la testa e il busto, da dipingere e decorare come se fosse un i pod. Se invece preferite dedicarvi alla realizzazione di costumi ispirati a giochi più tradizionali, cosa ne dite dei lego? Basta colorare lo scatolone del colore preferito e decorarlo con le anime dei rotoli di cartaigienica tagliati a metà e chiusi con un foglio di carta, per rendere al meglio l’idea degli incastri dei noti mattoncini.

i pod

lego

 

3) Ancora Lego!

Se invece i vostri idoli sono i personaggi Lego, perchè non realizzarli? Anche in questo caso servono cartone e tempere. Se poi è avanzato qualche pandoro o panettone da Natale e capodanno, la confezione, adeguatamente adattata, è perfetta per realizzare la testa!

personaggi-lego

4) Pippi Calzelunghe

Abiti simpatici e sgargianti, collant a righe colorate, lentiggini, l’immancabile scimmietta e soprattutto due belle trecce: ecco le caratteristiche che in un costume di Pippi Calzelunghe non possono proprio mancare! Un trucchetto per far stare le trecce belle dritte? Inserire al loro interno un filo di fil di ferro!

pippi-calzelunghe

 

5) L’uovo al tegamino: un’idea per chi è in gravidanza

Si tratta di un costume davvero simpatico e divertente, da realizzare usando un panno bianco piuttosto rigido o della gomma piuma su cui praticare un bel buco all’altezza del pancione. Poi basta indossare una maglietta gialla aderente sotto il panno e posizionare il pancione all’altezza del buco e il gioco è fatto!

costume-uovo-al-tegamino

 

6) Uva

Un altro costume simpatico e divertente da realizzare: occorrono solo tanti palloncini viola da attaccare sui vestiti e una bella foglia verde da tenere in testa!

costume-uva

5 biglietti di Natale fai da te!

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I regali più graditi sotto l’albero, oltre ai cesti natalizi colmi di ogni prelibatezza, sono sicuramente quelli che facciamo con le nostre mani; i doni  fai-da-te ci fanno sentire un po’ speciali perché racchiudono tutta l’attenzione e l’affetto di chi ha pensato a noi in maniera unica e originale.
I cartonicini fa-da-te sono facilmente realizzabili, sono simpatici, unici e posso persino essere eleganti, è sufficiente avere a disposizione dei materiali di recupero come cartoncino, carta, nastri, tessuti,  vecchi bottoni e mettersi all’opera.

Ecomarket ti suggerisce 5 biglietti di Natale da realizzare con materiale di riciclo.

– Cartoncino
Riutilizziamola in maniera creativa il cartoncino. Con la carta è possibile dare libertà alla propria creatività.

 

biglietto-cartoncino
– Bottoni
I bottoni rappresentano un materiale di recupero davvero facile da procurarsi.
Ideali per realizzare decorazioni, palle e alberi di Natale incollandoli al cartoncino a alla stoffa usando un po’ di colla vinilica.

biglietto-bottoni
– Perline
Per un biglietto elegante le perline sono la soluzione parfetta.

Procuratevi un cartoncino e incollate le perline formando una cornice o una sfera. Coprite con un fiocco ed avrete un biglietto di auguri davvero speciale. Farete un figurone  anche con gli amici più esigenti.

biglietto-perline

 

– Erbe aromatiche
Le erbe aromatiche non sono solo buone e preziosissime in cucina, ma opportunamente manipolate posso diventare anche bellissime.
Tagliate un cartoncino formando un piccolo quadrato e incollate con un punta di adesivo un ghirlanda realizzata con dei rametti di rosmarino o basilico intrecciati fino a formare una piccola corona. Aiutatevi con del filo di ferro per dare la forma desiderata e completate il cartoncino con dello spago per legarlo al vostro dono.

 

biglietto-erbe
– Stoffa o nastri

Se trovate in casa degli scampoli di tessuto o dei nastri  potreste ritagliarli formando dei cuori o le fantasie che preferite per poi incollarle o cucirle sul cartoncino.

 

biglietto-nastro

10 ghirlande natalizie fai da te

Condividi con i tuoi amici!
  • 35
  •  
  • 16
  •  
  •  
    51
    Shares

Le ghirlande sono tra le decorazioni natalizie più amate, irrinunciabili nell’allestimento natalizio di casa!
Invece di comprarle, perché non provare quest’anno a realizzarle da sé usando materiale di riciclo e oggetti di casa?
Le possibilità sono tantissime e i risultati sono davvero bellissimi, per un Natale diverso dal solito e all’insegna del rispetto dell’ambiente.
Ecco 10 proposte divertenti, semplici da realizzare e super natalizie!

1) Tappi di sughero
Dicembre, si sa, è mese di brindisi. Conservate da parte i tappi di sughero perché sono ideali per creare questa bellissima e originale ghirlanda! Armatevi di colla a caldo e fatevi guidare dalla vostra fantasia: le possibilità sono tantissime!

ghirlanda-natalizia-tappi

ghirlanda-tappi-sughero

ghirlanda-natale-tappi-sughero

2) Mollette da bucato
Per realizzare questa originale ghirlanda non serve nemmeno uscire di casa: basta usare le mollette del bucato! Anche qui le possibilità sono tante: noi vi proponiamo una versione con le mollette di legno dipinte di verde.

ghirlanda-mollette-natale

3) Pigne
Volete realizzare una ghirlanda molto naturale? Allora le pigne fanno al caso vostro! Vi servirà la colla a caldo e, visto il loro peso, sarebbe meglio utilizzare anche una base in cartoncino rigido. Se l’idea vi piace, potete anche pensare di arricchire la ghirlanda con decorazioni rosse, per un effetto super-natalizio.

pigna-ghirlanda-natale

pigne-ghirlanda-natale

4) Rotoli di carta igienica
Invece di buttare le anime in cartone dei rotoli di carta igienica, conservatele! Al momento di addobbare casa vi saranno utilissime! Forbici, tempere e colla è tutto quel che vi serve; basta tagliare l’anima di cartone a rondelle, piegarla leggermente o darle la forma che si vuole, unirla alle altre rondelle e il gioco è fatto!

rotoli

rotoli1

rotoli2

5) Bottoni
Quante volte capita di ritrovarsi con bottoni tra loro spaiati e inutilizzabili? Non buttateli, usateli per realizzare una ghirlanda decorativa! Se i bottoni vi piacciono da impazzire, ci sono negozi specializzati che li vendono di ogni forma e colore oppure le case delle nonne, abituate a conservare ogni cosa, si rivelano spesso fonti graditissime di bottoni!

ghirlanda-di-botoni-natale-2

ghirlanda-di-bottoni-natale

6) Palline di lana
Avete presente tutte quelle palline di lana colorate che capita spesso di vedere nei negozi e sulle bancarelle? Se ve la cavate con ago e filo, sono perfette per la vostra ghirlanda fai-da-te. . In alternativa le palline possono essere incollate tra loro anche con una puntina di colla a caldo.

palline-di-lana-ghirlanda

palline-di-lana-ghirlanda2

 

7) Vecchi cd
Una ghirlanda originale, divertente e a costo zero. Basta unire tra loro con la colla a caldo i vecchi cd che non usate più e decorare il tutto con un bel fiocco o con quello che la vostra fantasia vi suggerisce!

cd-ghirlanda-natale

8) Cannella
Una ghirlanda molto profumata, per un Natale speciale! Per realizzare questa ghirlanda decorativa servono numerosi bastoncini di cannella da legare tra loro e decorare a secondo del vostro gusto.

cannella-ghirlanda

cannella-ghirlanda-2

 

9) Biscotti
Questa ghirlanda è davvero gustosa! La si realizza con i biscotti, con l’accortezza di fare un buco in ognuno prima della cottura per far passare il nastro. Essendo commestibile, questa ghirlanda non ha molta durata: la si può preparare il giorno prima e mangiare assieme il 25 mattina o alla vigilia.

biscotti-ghirlanda-natale

10) Palline natalizie
Avete presente tutte quelle palline per decorare l’albero di Natale che continuano a far parte del corredo natalizio di Natale in Natale ma non hanno più le compagne corrispettive e poco si abbinano con il resto degli addobbi dell’albero? Utilizzatele per realizzare una bella ghirlanda: vedrete che effetto lucente! Per un Natale senza sprechi.

palle-di-natale-ghirlanda

palle-di-natale-ghirlanda1

palle-di-natale-ghirlanda2

5 calendari dell’Avvento fai da te!

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  • 231
  •  
  •  
    231
    Shares

Dicembre è cominciato e con lui è partito il fatidico countdown che ci separa dal Natale!
La tradizione, amatissima sia dai bambini quanto dagli adulti, vuole che in casa ci sia un calendario dell’Avvento dotato di una casellina da aprire ogni giorno, dall’1 al 24 dicembre, all’interno della quale si nasconde una sorpresina sempre diversa, in un crescendo d’attesa fino alla sorpresa finale da scoprire aprendo la finestrella del 24 dicembre.
C’è chi sceglie il classico calendario dell’avvento di cartone con all’interno un cioccolatino per ogni giorno e chi invece ogni anno si ingegna per regalare o avere a disposizione un calendario dell’avvento sempre diverso e originale.
E voi, avete già aperto la prima casellina del vostro calendario o siete tra gli ultimi ritardatari?
Noi di Ecomarket abbiamo pensato a coloro che, per un motivo o per l’altro, ancora si sono procurati un calendario dell’Avvento e che vorrebbero realizzare qualcosa di carino e veloce ma sono a corto di idee.
Proprio per voi abbiamo pensato a 5 proposte fai-da-te, facili e veloci da realizzare e tutte in rigorosa chiave green!

Rimboccatevi le maniche: dicembre è già iniziato!

 

calendario-avvento

1) Bicchieri di plastica colorati
Si tratta di un calendario dell’Avvento semplice da realizzare e di grande effetto.
Protagonisti sono i 24 bicchieri di plastica colorati, appesi ad un supporto (un ramo di legno è perfetto ma non è l’unica soluzione) e che contengono una sorpresina: a voi la scelta di cosa! Se avete una parete grande e vuota, questo calendario funge anche da perfetta decorazione natalizia per la casa e potrete scegliere di arricchirlo con qualche lucina o con delle palline colorate.

Schermata 2015-12-01 alle 11.37.43

 

2) Teglia per i muffin
Ecco una soluzione originale, divertente e semplicissima, per un calendario dell’avvento davvero innovativo!
Basta avere una o due (dipende dalla loro dimensione) teglie per i muffin in casa e del cartoncino colorato. Realizzarlo è davvero facile: basta ritagliare dei cerchi colorati, numerarli e incollarli con una punta di colla a caldo sulla teglia (in alternativa va bene anche il nastro bi-adesivo ma la colla a caldo è quella che poi si rimuove con più facilità) sopra il rispettivo scomparto, che ovviamente, dovrà contenere un piccolo regalino.

calendario-avvento-originale

 

3) Bustine di carta
Anche in questo caso, il materiale che vi serve è di facile reperibilità: sostanzialmente si tratta di bustine di carta, di un filo di spago e di mollette. Questo calendario dell’Avvento è interamente personalizzabile: potrete decidere voi se usare piccole mollette di legno o le mollette rosse, bianche e verdi del bucato oppure se scegliere buste colorate, con stampe e decorazioni a tema o quelle classiche marroncine.
Quel che conta è numerarle, metterci dentro un regalino e appendere al muro su un filo di spago: il risultato è assicurato!

calendario-avvento-bustine-di-carta

 

4) Scatole di fiammiferi
Avete a disposizione parecchie scatole di fiammiferi? Allora questo è il calendario dell’Avvento che fa al caso vostro!
Dovrete solo ricoprire le scatoline con carta colorata (vanno benissimo tutti quei piccoli rimasugli rimasti dalla realizzazione dei pacchetti regalo che sono troppo piccoli per essere riutilizzati), inserire all’interno della scatolina la sorpresa e comporre con i piccoli pacchetti un albero di Natale o la forma che più vi piace! Il rituale di aprire ogni giorno questo pacchettino in miniatura sarà davvero emozionante!

calendario-avvento-scatole-fiammiferi

5) Buste colorate
Se volete realizzare il calendario dell’avvento per una persona cara, un’idea carina è quella di usare delle buste colorate da appendere su un filo di spago, all’interno delle quali scrivere delle frasi felici o dei pensieri dolci.

Calendario-Avvento-Buste-colorate

I mille usi dei fondi di caffè

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gustarsi un buon caffè e poi pulire la caffettiera buttando i fondi è un gesto quotidiano che molti di noi fanno senza nemmeno quasi pensarci. Eppure, se ci fermassimo un attimo a riflettere, ci renderemmo conto che stiamo commettendo un errore e che quei fondi di caffè, che con leggerezza buttiamo nella spazzatura, potrebbero rivelarsi dei pratici e vincenti alleati nella vita di tutti i giorni, su più fronti.

Ecco tanti utili modi di riciclare i fondi del caffè e dopo averli scoperti, vediamo chi di noi avrà ancora il coraggio di gettarli nella spazzatura con leggerezza e noncuranza!

Fondi di caffè: utili in giardino!
I fondi di caffè sono utilissimi in giardino, per aiutare a fornire il giusto nutrimento a piante e fiori che amano  i terreni acidi. Ma non solo: i fondi di caffè sono ricchi di sostanze come il potassio, il fosforo e il magnesio e sono perfetti per arricchire il compost. Anche usati direttamente per concimare le piante, danno buoni risultati.
Chi invece si diletta nel coltivare il proprio orto ma ha problemi con le lumache, può lasciar asciugare all’aria i fondi di caffè e cospargere la polvere di caffè asciutta lungo i bordi dell’orto; si tratta di una soluzione totalmente green per tenere alla larga le lumache senza dover ricorrere a prodotti chimici, dannosi per noi e gli animali e nocivi per l’ambiente.

riciclare fondi caffè

Soluzioni fai da te in casa con i fondi di caffè
Anche in casa i fondi di caffè si rivelano molto utili.
In caso di cattivi odori provenienti dalla spazzatura o dal posacenere, una soluzione semplice ed efficace consiste nel cospargere il fondo degli oggetti incriminati con un sottile strato di polvere di caffè: vedrete che cambiamento per il vostro naso! Vale lo stesso anche per togliere odori poco piacevoli dal frigorifero, dalla scarpiera o in cantina: è sufficiente mettere i fondi in una ciotola e sostituirli dopo qualche giorno. I fondi di caffè si rivelano poi utilissimi anche in cucina, per rimuovere dalle pentole il grasso e lo sporco ostinato: basta strofinarli sulle zone da pulire per ottenere un risultato davvero soddisfacente.

rimedi naturali fondi caffè
Fondi di caffè… la bellezza viene a te!

Numerosi sono poi gli impieghi dei fondi di caffè sul fronte della bellezza e del benessere personale. Ad esempio, i fondi
di caffè possono diventare un ottimo esfolliante naturale da passare sul corpo con movimenti circolari delicati, per rimuovere le cellule morte. I fondi di caffè, se strofinati sulle zone ruvide dei piedi, sono perfetti anche per ammorbidire e rendere più belle le nostre estremità. Se poi questo trattamento naturale è abbinato ad un pediluvio energizzante a base di caffè avanzato e acqua tiepida, allora i risultati sono assicurati e i cattivi odori sono solo un ricordo.
Ma non finisce qui, chi ha i capelli scuri può usare i fondi di caffè sbriciolati anche sulla chioma, prima dell’ultimo risciacquo: un trattamento totalmente naturale che aiuta a mantenerli sani e lucenti.

riciclo fondi caffè bellezza

 

Infine… qualche curiosità che non ti aspetti!

In Macchina
La macchina ha cattivo odore ma i deodoranti in commercio, con il loro odore troppo forte, sono difficili da sopportare? Anche in questo caso la soluzione è il fondo di caffè! Basta farne asciugare una piccola quantità e metterne un po’ in un sacchettino a retina (quello dei confetti è perfetto), posizionarlo in macchina e dire addio ai cattivi odori e all’umidità.

Colorante per tessuti
Lo sapevi che i fondi di caffè, se portati ad ebollizione in acqua, danno vita ad una tintura naturale utilizzabile sia sui tessuti che su carta e tela di quadro?

Mobile graffiato? Prova il caffè!
In caso di mobili in legno scuro graffiati, su cui non ci si sente di intervenire, c’è un piccolo trucchetto da usare. Aiutandosi con un bastoncino di cotone, si può passare sul graffio un po’ di fondo di caffè bagnato: così facendo il graffio risulterà molto meno evidente.

eco fai da te fondi di caffè