Hummus: 3 varianti colorate!

Condividi con i tuoi amici!
  • 215
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    215
    Shares

Hummus è una crema genuina e saporita dal sapore inconfondibile e di origine medio-orientale che nella ricetta tradizionale vede i ceci come protagonisti assoluti.
La ricetta per prepararlo è semplice e davvero gustosa: se non la conoscete potete scoprirla qui.
Particolarmente apprezzato in abbinamento con il pane e le verdure crude, l’humus di ceci è perfetto anche da gustare da solo, come antipasto o come piatto unico.
Se l’hummus di ceci vi piace da impazzire, perché non sperimentare e realizzarlo in qualche colorata variante?

Noi ve ne proponiamo tre ma, con un po’ di fantasia, le versione da realizzare possono diventare davvero tante!

Arancione: hummus di carote e ceci

hummus-carote-varianti

Semplicissima da realizzare, questa variante prevede l’aggiunta delle carote alla ricetta tradizionale, che daranno alla crema l’inusuale colore arancione e un sapore davvero originale.
Il procedimento è molto semplice: 5 carote vanno pulite, tagliate a rondelle e messe a cuocere in una pirofila nel forno a 200° con un filo d’olio e un pizzico di sale per circa 1 ora anche se il tempo dipende dallo spessore delle carote; la cosa importante è che a fine cottura le rondelle risultino morbide: fate la prova con la forchetta. Le rondelle vanno aggiunte al composto dell’hummus preparato in precedenza e il tutto va frullato assieme fino ad ottenere una crema morbida, da servire in tavola con un filo d’olio. Non vi piacciono le carote ma non volete rinunciare al colore arancione? Usate la zucca!

Nota bene: se la variante con le carote vi ispira, tenete presente che le tempistiche si allungano un pochino a causa della cottura in forno delle carote, quindi cominciate dalla loro preparazione e poi dedicatevi alla ricetta dell’humus di ceci.

Viola: hummus di barbabietole e ceci

hummus-barbabietola-varianti

Una crema inedita e dal gusto particolare, per portare in tavola colore e un sapore diverso, tutto da scoprire.
Anche in questo caso, come per la variante precedente base di carote, la barbabietola (150/200gr) va cotta a parte e poi aggiunta all’hummus tradizionale e il tutto va frullato assieme.
Il risultato è incredibile: una delizia per gli occhi e per il palato!

Verde: hummus di piselli

hummus-piselli-varianti

La ricetta di base da seguire è sempre quella tradizionale dell’hummus ma ai ceci vanno questa volta sostituiti i piselli, dolci e molto amati anche dai bimbi! Il risultato è una crema verde di consistenza densa e dal sapore dolce e avvolgente, da presentare in tavola con dei pomodori secchi, un pizzico di paprika, una foglia di menta oppure quel che preferite!

Nota bene: una terza alternativa ai piselli e ai ceci sono i fagioli che, se scelti nella versione nera, colorano di scuro il vostro hummus e doneranno alla ricetta un sapore più intenso e deciso.

Menù Natale: antipasto fagottini di salmone, porri e certosa

Condividi con i tuoi amici!
  • 136
  •  
  • 16
  •  
  •  
  •  
    152
    Shares

Proporre un menù di Natale che soddisfi tutti i gusti è tutt’altro che semplice!

C’è chi non può rinunciare ai piatti più tradizionali, chi preferisce proposte inedite e innovative, chi sceglie le specialità regionali, chi predilige far festa la sera della vigilia, chi festeggia solo il 25 dicembre a pranzo, chi ripropone ogni anno le ricette classiche che non deludono mai e chi invece, vegetariano o vegano per scelta, farebbe decisamente a meno di certi prodotti.
Mettere d’accordo tutti non è facile ma fortunatamente le ricette a disposizione per soddisfare i gusti di ogni ospite sono tantissime. Anche noi di Ecomarket abbiamo pensato di dedicare il mese di dicembre alle ricette del menù di Natale proponendo qualche opzione in chiave bio.

Partiamo dall’antipasto proponendo una ricetta delicata e sfiziosa a base di pesce: i fagottini di salmone, porri e certosa.

fagottini-antipasto-ricetta


Ingredienti per 8 persone:

Per le crespelle:
200 gr di farina
40 gr di burro
300 gr di latte
2 uova

Per il ripieno:
60 gr di parmigiano reggiano
500 gr di porri
100 gr di latte
130 gr di certosa
120 gr di salmone
Sale
Pepe
Timo
Aglio, uno spicchio
Olio extra vergine d’oliva

 

Preparazione:
Si comincia dalla preparazione delle crespelle setacciando la farina in una ciotola e unendovi lentamente il latte mescolando con la frusta affinché non si formino grumi. Le uova vanno sbattute aiutandosi con la forchetta in una ciotola a parte e vanno poi unite al composto. Il burro va fuso e anch’esso unito agli ingredienti e incorporato con cura.

Quando il composto risulta omogeneo, cremoso e senza grumi, va coperto con una pellicola trasparente e lasciato in frigorifero a riposare per una ventina di minuti.

fagottini-menu-nataleNel frattempo dedichiamoci alla preparazione del ripieno. I porri, dopo averli lavati e puliti, vanno mondati e le foglie più verdi vanno fatte bollire in acqua per un paio di minuti e poi tagliate a striscioline perché serviranno per chiudere il fagottino. La parte bianca dei porri va invece tagliata a rondelle finissime e rosolata a fuoco medio in una padella con un po’ di olio prima e poi anche con il latte. Va aggiunto alla pentola anche il timo tagliato fine, il sale e il pepe e il tutto va fatto cuocere per una ventina di minuti a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto. In quest’arco di tempo dedicatevi al trancio di salmone, pulendolo da eventuali lische e rimuovendo la pelle per poi tagliarlo a dadini.

In una seconda padella con un po’ di olio ben caldo far rosolare prima uno spicchio di aglio e poi i dadini di salmone per 3 o 4 minuti e aggiustando di sale e pepe. L’aglio a questo punto va rimosso.

Trascorso il tempo di riposo, prendete dal frigorifero il composto delle crespelle, fate scaldare sul fuoco una padella anti-aderente e ungetela leggermente con un po’ di burro. Con un mestolo versate un po’ di impasto nella padella e aiutandovi con il suo dorso, spargetelo per tutta la superficie della padella e cuocete le crespelle un minuto per lato e, mano a mano che sono pronte, mettetele in un piatto una sopra l’altra.
Pronte le crespelle, tornate al composto con il porro e, messo il tutto in una ciotola, aggiungetevi la crescenza e il parmigiano e mescolate.

antipasto-natale-fagottini

E’ ora giunto il momento di riempire le crepes con i due ripieni: cominciate con quello con i porri mettendone al centro delle crepes un paio di cucchiani e poi, sopra, mettete qualche cubetto di salmone. Chiudete le crepes come fagottini usando per la chiusura le striscioline di porro preparate all’inizio. Una volta che tutti i fagottini sono pronti, disponeteli in una pirofila ben oliata e cuoceteli in forno preriscaldato a 200° per una decina di minuti.

 

Ricetta: cous cous con ceci, curry, zucca e patate

Condividi con i tuoi amici!
  • 9
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares

Quello che vi presentiamo oggi è un piatto molto saporito a cui gli amanti del curry non potranno resistere.
La ricetta è semplice ma ricca di ingredienti e per questo motivo richiede un po’ di tempo di preparazione, soprattutto per quel che riguarda la preparazione e la cottura delle verdure: vedrete però che alla fine ne sarà valsa davvero la pena!

cous cous bio

Ingredienti per 4 persone:
250 gr di cous cous
400 gr di ceci
250 gr di zucca
250 gr di patate
Olio extra vergine d’oliva
Un pezzetto di scalogno
Curry
Sale
Pepe

Preparazione
ceciPer prima cosa, in una pentola mettere a bollire dell’acqua.
Mentre l’acqua bolle, ci si può dedicare alle verdure: le patate e la zucca vanno pulite e tagliate a cubetti piccoli della stessa dimensione e poi vanno cotte a vapore (cottura che permette di mantenerle più sode) o in padella, a seconda dei vostri gusti e delle vostre preferenze.
Mentre le verdure cuociono, mettete un filo d’olio in una padella anti-aderente, fate rosolare lo scalogno tagliato molto fine e scaldate poi i ceci per una decina di minuti.
Quando ceci, patate e zucca saranno pronti, andranno uniti assieme in una ciotola e mescolati, aggiustando di sale e di pepe secondo il proprio gradimento. Aggiungete nella ciotola anche la quantità di curry che volete e mescolate con cura.
Nel frattempo, quando l’acqua bolle, procedere con la preparazione del cous cous, bagnando il prodotto con pari volume di acqua bollente e lasciandolo riposare per 5 minuti, per poi sgranarlo delicatamente aiutandosi con una forchetta.
A questo punto si può mischiare tutto assieme, condire con un filo di olio extra vergine d’oliva e gustare il piatto ancora caldo.