Torta morbida allo yogurt senza lattosio

Condividi con i tuoi amici!

Perfetta per una buona colazione e per una merenda golosa e salutare, la torta morbida allo yogurt senza lattosio è leggera, soffice e semplice da realizzare. La torta morbida ben si presta inoltre ad essere farcita con la vostra confettura di frutta preferita!

torta-morbidina-no-lattosio

Ingredienti
200 gr di latte di soia
150 gr di yogurt di soia
120 gr di fecola di patate
150 gr di zucchero integrale di canna
2 uova
1 bustina di lievito per dolci
200 gr di farina 00
60 gr di olio di semi 
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
zucchero a velo
Burro senza lattosio
Sale, un pizzico
Confettura extra di lampone

Preparazione
In una ciotola, montare le uova con lo zucchero finchè non si otterrà un composto soffice; a questo punto aggiungere lo yogurt di soia, l’olio di semi, il latte di soia e l’estratto di vaniglia, continuando a mescolare con la frusta. In una seconda ciotola, la farina, la fecola, il sale e il lievito vanno setacciati assieme e poi incorporati nel primo composto mescolando qualche secondo. Nel frattempo prendete una teglia ampia e capiente che andrà imburrata e infarinata; l’impasto va versato e livellato nella teglia e il tutto va infornato in forno pre-riscaldato a 180° per tre quarti d’ora circa. Terminato il tempo di cottura, è bene accertarsi che la torta sia pronta usando la prova dello stuzzicadenti, che non dovrà essere bagnato. La torta andrà quindi lasciata raffreddare per poi essere decorata con lo zucchero a velo e farcita con la propria confettura di frutta preferita: noi abbiamo scelto la confettura extra di lampone.

Torta vegan di mele integrale senza uova, burro e latte

torta vegan di mele
Condividi con i tuoi amici!
  • 139
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    139
    Shares

Siete in cerca di una torta gustosa ma leggera, ideale per la prima colazione ma perfetta anche per una merenda dolce e gustosa? Allora l’avete trovata! Ecco come preparare questa speciale torta di mele integrale, che non contiene burro, uova e latte.

torta-mele

Ingredienti:

Preparazione:

In una terrina capiente vanno uniti lo zucchero, l’acqua e l’olio, mescolando fino a creare una crema morbida. Quando il composto risulterà ben omogeneo, vanno aggiunti la farina e il lievito setacciati, continuando a mescolare. A questo punto è il momento di aggiungere la scorza di limone.

Nel frattempo le mele vanno lavate, sbucciate e tagliate a fettine sottili, aggiunte al composto e amalgamate al resto. Dopo aver mescolato bene, il composto va versato in una teglia e cotto in forno preriscaldato a 180° per mezz’ora circa. Lasciate raffreddare la torta e, prima di servirla, arricchitela con una spolverata di zucchero a velo.

Uno snack sano e gustoso: chips di banana

banana chips
Condividi con i tuoi amici!
  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    25
    Shares

In cerca di uno snack sfizioso, gustoso e sano? Eccolo qui, l’avete trovato! Stiamo parlando delle chips di banana, saporite, irresistibili e… croccanti! Sì, avete capito bene: croccanti! Perchè le chips di banana, una volta tagliate a fette, si possono arrostire, friggere o cuocere al forno, raggiungendo il grado di croccantezza e doratura che si desidera.

chips-di-banana

Preparare questo snack è davvero semplice: basta tagliare a fettine fini la quantità di banane che volete e disporre le fettine distanziate su una teglia foderata con carta da forno. Le chips vanno cotte per 45 minuti a 170° finchè non risulteranno dorate e belle croccanti.

Apprezzatissime da genitori e bambini, le chips di banana sono un’alternativa gustosa e salutare alla classiche patatine e, anche per i più piccini, possono diventare una merenda molto amata e richiesta!

Le chips di banana possono essere condite con sale e pepe per donare loro maggior sapore oppure, se al salato si preferisce il sapore dolce, possono essere arricchite e addolcite con zucchero di canna e cannella.
Le chips di banana sono versatili e, a seconda dei gusti, ben si prestano a diversi abbinamenti di sapore e anche a diverse cotture: buonissima è infatti anche la variante fritta, anch’essa declinabile sia in dolce che in salato.