La buccia…non si butta!

Condividi con i tuoi amici!
  • 119
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    119
    Shares

Avete presente la quantità di immondizia prodotta quando siamo colti da raptus e decidiamo di preparare una bella macedonia, un minestrone fatto in casa o, più semplicemente, una spremuta d’agrumi? Sì, quell’ammasso di bucce che riempie metà sacchetto della pattumiera…

In realtà quello che buttiamo è un vero e proprio tesoro! Le bucce di frutta e verdure possono essere riutilizzate in modi diversi e per diverse utilità.

Riutilizzo in cucina:

– le scorze d’agrumi possono essere usate per preparare torte e dolci, oli aromatizzati agli agrumi  (lasciare macerare nell’olio per qualche giorno le scorze d’agrumi tritate); si possono far essiccare e tritare per averle sempre a disposizione per condire la macedonia, lo yogurt e i dolci.

limone

– Le bucce di mela si possono utilizzare per preparare la gelatina e per dare vita ad ottimi infusi, lasciandole immerse in acqua bollente da filtrare.

– Le bucce delle verdure sono utilissime per dare vita a brodi gustosi e a dadi vegetali fatti in casa.



Riutilizzo per le pulizie domestiche:

– le scorze di limone sono l’ideale per la lucidatura di posate e i fornelli e per il rame; per rimettere a nuovo il fondo della caffettiera e del bollitore. Le scorze di limone sono, inoltre, molto utili per conservare bene lo zucchero di canna ed evitare che si formino grumi: basta disporle sul fondo del barattolo.

– Le scorze d’arancia sono molto utili per la pulizia dei tappi dei lavandini e per le vasche da bagno; per eliminare il calcare basta farle bollire in acqua e lasciare agire il composto per mezz’ora.

buccia-arancia
Rimedi di bellezza:

– Le bucce di patate sono l’ideale per combattere la stanchezza e il gonfiore degli occhi. Inoltre queste bucce, grazie all’amido contenuto in esse, alleviano dolore e rossore delle scottature.

– Le scorze d’agrumi, tritate finemente e mischiate allo zucchero, diventano uno scrub profumato e naturale.

scrub

– Le bucce di cipolla, una volta bollite, diventano un infuso in grado di donare riflessi dorati ai capelli.



Riutilizzo creativo:

– La buccia d’arancia può essere riutilizzata per creare fantastiche decorazioni natalizie;

decorazioni-natale-buccia-arancia
essiccata e arrotolata può dare vita a perline per orecchini e collane; essiccata e ritagliata può diventare una guarnizione profumata per bomboniere e smizzuata; essiccata e raccolta in sacchettini, può diventare un ottimo profumatore per ambienti e cassetti.

– Con le bucce di melograno si possono ottenere invece tinture per tessuti naturali.

 

 

 

Una volta riutilizzate le bucce in tutte le loro potenzialità, buttiamole nel cestino dell’umido della raccolta differenziata, perché le bucce non hanno ancora terminato di essere utili: diventeranno un ricco compost.

Un dessert fresco e goloso: crema fredda di limone vaniglia

Condividi con i tuoi amici!

Veloce da preparare, fresca e gustosa, la crema fredda di limone e vaniglia è un dessert perfetto per l’estate!
Grazie alla consistenza morbida e fresca e al sapore delicato e goloso, questo dolce è l’ideale per concludere la cena o per una merenda gustosa e diversa dal solito.

crema vaniglia e limone

Ingredienti per 4 persone:
550 grammi di latte parzialmente scremato
2 tuorli d‘uovo
Scorza di limone
30 grammi di zucchero di canna
20 grammi di amido di mais
1/2 bacca di vaniglia
Fette biscottate integrali (8/10 fette) o biscotti pavesini

Preparazione:
crema preparazionePer prima cosa i tuorli d’uovo vanno montati in un terrina capiente e ad essi vanno incorporati lo zucchero di canna e l’amido di mais. Il composto va trasferito in un pentolino e messo su fuoco dolce e ad esso va aggiunto lentamente il latte, sempre mescolando. E’ il momento di aggiungere la scorza di limone (quantità a piacere) e la mezza bacca di vaniglia; il composto va quindi mescolato con cura con una frusta per 8/10 minuti, facendo attenzione che non si formino grumi. Una volta che la crema si è addensata, la bacca di vaniglia va rimossa e il composto va lasciato raffreddare, sempre mescolandolo di tanto in tanto.

 

La crema è pronta: consigliamo di lasciarla in frigorifero qualche ora e di servirla fredda da sola o accompagnata dalle fette biscottate o dai biscotti pavesini, a secondarie vostri gusti.

crema con pavesini