Hamburger di lenticchie: croccanti e gustosi!

Condividi con i tuoi amici!
  • 134
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    134
    Shares

Chi l’ha detto che l’hamburger è solo di carne? Provate ad assaggiare questi buonissimi hamburger di lenticchie e vi ricrederete! Croccanti, gustosi e saporiti, gli hamburger di lenticchie mettono d’accordo anche gusti diversi e sono un piatto completo e ricco di proteine. Ottimi per chi vuole diminuire il consumo di carne nella propria alimentazione quotidiana, gli hamburger di lenticchie sono anche ricchi di ferro.

Immagine tratta da www.tasteofrunway.com
Immagine tratta da www.tasteofrunway.com

Ingredienti:
250 gr di lenticchie secche
1 uovo grande
1 cipolla
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
3 cucchiai di pan grattato
Qualche foglia di menta
Olio extra vergine d’oliva
Sale
Pepe

hamburger-croccanti-lenticchiePreparazione:
Prima di iniziare le lenticchie vanno lasciate in ammollo il tempo necessario perchè si ammorbidiscano. Quando saranno pronte, sciacquatele con cura e intanto tagliate finemente la cipolla e fatela dorare con un filo di olio in una padella antiaderente e mezzo bicchiere d’acqua. Aggiungete quindi le lenticcchie e cuocete per 20/30 minuti e poi mettete il tutto nel frullatore e frullate grossolanamente. Prima di frullare, se vi sembra che nella pentola ci sia troppa acqua, rimuovetela. In una ciotola capiente unite le lenticchie a tutti gli altri ingredienti e mescolate; se l’impasto vi sembra troppo molle, aggiungete ancora del pan grattato. Stendete l’impasto in uno strato abbastanza spesso e realizzate la forma dell’hamburger (va bene anche una tazza grande!). A questo punto non resta che cuocere gli hamburger in una padella antiaderente con un filo d’olio per 10 minuti circa, finchè non diventeranno belli croccanti e dorati, ricordando di girarli a metà cottura. Un’idea originale per servirli? Accompagnateli da una salsa allo yogurt da realizzare unendo ad un po’ di yogurt bianco del succo di limone, sale e pepe.
Il successo è assicurato!

Fagiolata

Condividi con i tuoi amici!

La fagiolata è una ricetta calda e accogliente, perfetta per scaldare il cuore quando si rientra in casa e ci si lascia alle spalle il freddo pungente di questa stagione.

fagiolata-1

Ingredienti
250 gr di fagioli borlotti secchi
4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
2 carote
1 gambo di sedano
1 cipolla bianca
1 spicchio di aglio
250 gr di polpa di pomodoro
Sale
Pepe

Preparazione
Prima di preparare la fagiolata ricordatevi di lasciare in ammollo i fagioli secchi come da indicazione sulla confezione, almeno per 12 ore!Una volta pronti, si può procedere con la preparazione della ricetta mettendo i fagioli in una pentola piena di acqua fredda da portare in ebollizione. Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore, i fagioli vanno cotti secondo i tempi indicati sulla confezione (a seconda del tipo di fagioli che userete), avendo cura di salare l’acqua prima che la cottura sia terminata. Nel frattempo, mentre i fagioli cuociono, le verdure vanno lavate, pulite e tritate sottili e poi fatte saltare in padella con l’olio ben caldo. Va poi aggiunta la polpa di pomodoro , il sale e il pepe e la cottura va fatta proseguire ancora per 5-10 minuti. A questo punto è arrivato il momento di unire i fagioli, scolati sommariamente, e proseguire la cottura ancora per una decina di minuti. La fagiolata è pronta… tutta da gustare!

Vellutata di lenticchie rosse, curcuma e zenzero

Condividi con i tuoi amici!
  • 182
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    182
    Shares

Saporita, buona e leggera, questa ricetta vi conquisterà con il suo sapore davvero particolare. Potrete anche concedervi una porzione bella abbondante perchè questa vellutata è davvero leggera e facilmente digeribile.
Ecco cosa occorre per prepararla.

vellutata lenticchie

Ingredienti per 2 persone:
250 gr di lenticchie rosse
2 cucchiaini di curcuma macinata
25 gr di zenzero macinato
1 cipolla bianca
3 carote
1 gambo di sedano
4 tazze di acqua
Sale grosso

Preparazione
Per cominciare a preparate la vellutata, la verdura va pulita, tagliata e fatta bollire in una pentola assieme alle 4 tazze di acqua per tre quarti d’ora circa assieme ad un po’ di sale grosso. Vanno poi aggiunte le lenticchie e la cottura va proseguita ancora per una ventina di minuti. Terminata la cottura, il tutto va frullato con il frullatore e vanno aggiunti la curcuma e lo zenzero. Dopo aver mescolato con cura per amalgamare i nuovi ingredienti, la vellutata va servita e gustata calda.

Frittelle di lenticchie… da leccarsi i baffi!

Condividi con i tuoi amici!
  • 24
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    24
    Shares

Non solo gli amanti dei legumi apprezzeranno questa ricetta: le frittelle di lenticchie infatti, con il loro gusto inconfondibile, piacciono proprio a tutti, bambini e adulti! Ecco come prepararle:

frittelle-di-lenticchie_

Ingredienti
250 gr di farina di lenticchie;
1 spicchio d’aglio;
1 cipolla;
1 uovo;
Un pizzico di peperoncino in polvere;
Mezzo vasetto di yogurt bianco;
Mezzo cucchiaino di zafferano;
Olio per frittura;
Sale.

Preparazione
In una terrina capiente vanno uniti l’aglio e la cipolla, tritati finemente, assieme alla farina di lenticchie, l’uovo, le spezie e lo yogurt. Gli ingredienti vanno mescolati e amalgamati finché l’impasto ottenuto non risulti abbastanza fluido e omogeneo. Intanto in una padella va scaldato abbondante olio e, non appena raggiunta la temperatura, si può procedere con la frittura. La pastella va prelevata a cucchiate, immersa nell’olio e la frittella che si viene a formare va girata e lasciata dorare da entrambi i lati. Una volta pronte, le frittelle vanno scolate, asciugate su carta da cucina per rimuovere l’olio in eccesso e gustate ancora calde.

Legumi: perché fanno bene al nostro organismo

Condividi con i tuoi amici!

Troppo spesso sottovalutati, i legumi sono molto importanti per il benessere del nostro organismo e, se inseriti in una dieta corretta e bilanciata, sono portatori di grandi benefici.
Appartenenti alla famiglia delle leguminose, i legumi sono semi commestibili molto ricchi a livello nutrizionale: forniscono al nostro organismo una buona dose di proteine e sali minerali.

legumi benefici e proprietà
I legumi possono essere consumati freschi, in scatola, surgelati o secchi: mantengono comunque le loro proprietà benefiche e il loro potere nutritivo.

Le tipologie di legumi presenti in natura sono numerose e ognuna di esse vanta peculiarità specifiche: i fagioli hanno un alto potere energetico, i ceci sono ottimi per chi necessita di ferro e calcio, le fave e le lenticchie sono ricche di sali minerali e i piselli fanno bene alla pressione sanguigna, solo per citarne alcuni tra i più noti.

Ma i benefici dei legumi non finiscono qui:
– sono ricchi di vitamine del gruppo B e di sali minerali (es.calcio, ferro, fosforo, potassio, magnesio)
– contengono vitamina C
– hanno grandi capacità antiossidanti
– hanno un forte potere energetico
– sono poveri di grassi
– contengono una grande quantità di fibre 
– aiutano a combattere la pigrizia intestinale

legumi fanno beneE’ bene sottolineare che i legumi da soli non sono sufficienti per soddisfare l’apporto proteico e nutrizionale di cui il nostro corpo necessita: per questo motivo è molto importante abbinarli sempre a cereali e verdure. Pasta e fagioli e riso e piselli, ad esempio, sono dei piatti unici completi e nutrienti oltre che sazianti: i legumi infatti contribuiscono a creare rapidamente un senso di sazietà e, sia per questo motivo che per il loro potere nutrizionale ed energetico, sono spesso consigliati anche nelle diete.

Spesso chi non è abituato a mangiare con regolarità i legumi, accusa un senso di gonfiore e flatulenza. Si tratta di una cosa normale che si attenua notevolmente quando il fisico si abitua a mangiare con costanza e regolarmente i legumi, tuttavia pare che aggiungere una foglia di salvia o di alloro durante la cottura aiuti ad attenuare questa problematica. In caso di legumi secchi, per ridurre la quantità di gas che si viene a creare nell’intestino, è importante anche rispettare i tempi di ammollo (12-24h): ammorbidendo per bene la cuticola si riducono i tempi di cottura e aumenta decisamente la digeribilità dei legumi. Ricordate però che l’acqua di ammollo non deve essere mai usata per la cottura dei legumi perché serve a pulire e a liberare il legume allo stato secco da alcune sostanze.

Qualche consiglio in cucina:
– Prima di cucinare i legumi, sciacquarli sempre sotto acqua corrente
– Cuocerli con attenzione, rispettando le tempistiche indicate
– Aggiungere il sale solo a fine cottura perché, durante la cottura, il sale indurisce l’involucro del seme