Segnaposto fai da te per il cenone di capodanno

cenone capodanno
Condividi con i tuoi amici!
  • 14
  •  
  • 31
  •  
  •  
  •  
    45
    Shares

Quando c’è da organizzare una cena importante, come il cenone della notte di capodanno, non solo il menù è importante. Anche l’allestimento della tavola riveste un ruolo chiave: un allestimento ben riuscito infatti è un vero piacere per gli occhi e rende la cena ancor più piacevole.
E se gli ospiti sono tanti, perché non realizzare dei segnaposto personalizzati per ognuno? Un modo carino e divertente per arricchire la vostra tavola imbandita e per fare in modo che tutti sappiano dove sedersi!

1) Segnaposto con i bastoncini di zucchero
Originali, natalizi e soprattutto dolcissimi… questi segnaposto sicuramente non arriveranno alla mezzanotte!

segnaposto-con-bastoncini-di-zucchero

2) Segnaposto con i tappi di sughero
Avete fatto tanti brindisi tra vigilia, Natale e Santo Stefano? Se avete conservato i tappi di sughero, ecco un’idea simpatica, molto carina e semplice da realizzare!

segnaposto-tappo-sughero

 

3) Segnaposto con vecchi cd
Un’idea creativa e green per recuperare i vecchi cd e riproporli sulla tavola di capodanno nella duplice versione di segnaposto e sottobicchiere.

Segnabicchieri-Natale-14

4) Segnaposto con le pigne
Caratteristici e di sicuro effetto!

come-fare-i-segnaposto-per-il-cenone-di-capodanno-340x300

5) Segnaposto con le palline di Natale
Sono facili e veloci da realizzare, molto carini e personalizzabili.

segnaposto-pallina-natale

6) Segnaposto con le mollette
In legno, colorate, decorate… a voi la scelta!

segnaposto-con-le-mollette

5 biglietti di Natale fai da te!

Condividi con i tuoi amici!
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

I regali più graditi sotto l’albero, oltre ai cesti natalizi colmi di ogni prelibatezza, sono sicuramente quelli che facciamo con le nostre mani; i doni  fai-da-te ci fanno sentire un po’ speciali perché racchiudono tutta l’attenzione e l’affetto di chi ha pensato a noi in maniera unica e originale.
I cartonicini fa-da-te sono facilmente realizzabili, sono simpatici, unici e posso persino essere eleganti, è sufficiente avere a disposizione dei materiali di recupero come cartoncino, carta, nastri, tessuti,  vecchi bottoni e mettersi all’opera.

Ecomarket ti suggerisce 5 biglietti di Natale da realizzare con materiale di riciclo.

– Cartoncino
Riutilizziamola in maniera creativa il cartoncino. Con la carta è possibile dare libertà alla propria creatività.

 

biglietto-cartoncino
– Bottoni
I bottoni rappresentano un materiale di recupero davvero facile da procurarsi.
Ideali per realizzare decorazioni, palle e alberi di Natale incollandoli al cartoncino a alla stoffa usando un po’ di colla vinilica.

biglietto-bottoni
– Perline
Per un biglietto elegante le perline sono la soluzione parfetta.

Procuratevi un cartoncino e incollate le perline formando una cornice o una sfera. Coprite con un fiocco ed avrete un biglietto di auguri davvero speciale. Farete un figurone  anche con gli amici più esigenti.

biglietto-perline

 

– Erbe aromatiche
Le erbe aromatiche non sono solo buone e preziosissime in cucina, ma opportunamente manipolate posso diventare anche bellissime.
Tagliate un cartoncino formando un piccolo quadrato e incollate con un punta di adesivo un ghirlanda realizzata con dei rametti di rosmarino o basilico intrecciati fino a formare una piccola corona. Aiutatevi con del filo di ferro per dare la forma desiderata e completate il cartoncino con dello spago per legarlo al vostro dono.

 

biglietto-erbe
– Stoffa o nastri

Se trovate in casa degli scampoli di tessuto o dei nastri  potreste ritagliarli formando dei cuori o le fantasie che preferite per poi incollarle o cucirle sul cartoncino.

 

biglietto-nastro

La buccia…non si butta!

Condividi con i tuoi amici!
  • 119
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    119
    Shares

Avete presente la quantità di immondizia prodotta quando siamo colti da raptus e decidiamo di preparare una bella macedonia, un minestrone fatto in casa o, più semplicemente, una spremuta d’agrumi? Sì, quell’ammasso di bucce che riempie metà sacchetto della pattumiera…

In realtà quello che buttiamo è un vero e proprio tesoro! Le bucce di frutta e verdure possono essere riutilizzate in modi diversi e per diverse utilità.

Riutilizzo in cucina:

– le scorze d’agrumi possono essere usate per preparare torte e dolci, oli aromatizzati agli agrumi  (lasciare macerare nell’olio per qualche giorno le scorze d’agrumi tritate); si possono far essiccare e tritare per averle sempre a disposizione per condire la macedonia, lo yogurt e i dolci.

limone

– Le bucce di mela si possono utilizzare per preparare la gelatina e per dare vita ad ottimi infusi, lasciandole immerse in acqua bollente da filtrare.

– Le bucce delle verdure sono utilissime per dare vita a brodi gustosi e a dadi vegetali fatti in casa.



Riutilizzo per le pulizie domestiche:

– le scorze di limone sono l’ideale per la lucidatura di posate e i fornelli e per il rame; per rimettere a nuovo il fondo della caffettiera e del bollitore. Le scorze di limone sono, inoltre, molto utili per conservare bene lo zucchero di canna ed evitare che si formino grumi: basta disporle sul fondo del barattolo.

– Le scorze d’arancia sono molto utili per la pulizia dei tappi dei lavandini e per le vasche da bagno; per eliminare il calcare basta farle bollire in acqua e lasciare agire il composto per mezz’ora.

buccia-arancia
Rimedi di bellezza:

– Le bucce di patate sono l’ideale per combattere la stanchezza e il gonfiore degli occhi. Inoltre queste bucce, grazie all’amido contenuto in esse, alleviano dolore e rossore delle scottature.

– Le scorze d’agrumi, tritate finemente e mischiate allo zucchero, diventano uno scrub profumato e naturale.

scrub

– Le bucce di cipolla, una volta bollite, diventano un infuso in grado di donare riflessi dorati ai capelli.



Riutilizzo creativo:

– La buccia d’arancia può essere riutilizzata per creare fantastiche decorazioni natalizie;

decorazioni-natale-buccia-arancia
essiccata e arrotolata può dare vita a perline per orecchini e collane; essiccata e ritagliata può diventare una guarnizione profumata per bomboniere e smizzuata; essiccata e raccolta in sacchettini, può diventare un ottimo profumatore per ambienti e cassetti.

– Con le bucce di melograno si possono ottenere invece tinture per tessuti naturali.

 

 

 

Una volta riutilizzate le bucce in tutte le loro potenzialità, buttiamole nel cestino dell’umido della raccolta differenziata, perché le bucce non hanno ancora terminato di essere utili: diventeranno un ricco compost.

5 calendari dell’Avvento fai da te!

Condividi con i tuoi amici!
  • 17
  •  
  • 522
  •  
  •  
  •  
    539
    Shares

Dicembre è cominciato e con lui è partito il fatidico countdown che ci separa dal Natale!
La tradizione, amatissima sia dai bambini quanto dagli adulti, vuole che in casa ci sia un calendario dell’Avvento dotato di una casellina da aprire ogni giorno, dall’1 al 24 dicembre, all’interno della quale si nasconde una sorpresina sempre diversa, in un crescendo d’attesa fino alla sorpresa finale da scoprire aprendo la finestrella del 24 dicembre.
C’è chi sceglie il classico calendario dell’avvento di cartone con all’interno un cioccolatino per ogni giorno e chi invece ogni anno si ingegna per regalare o avere a disposizione un calendario dell’avvento sempre diverso e originale.
E voi, avete già aperto la prima casellina del vostro calendario o siete tra gli ultimi ritardatari?
Noi di Ecomarket abbiamo pensato a coloro che, per un motivo o per l’altro, ancora si sono procurati un calendario dell’Avvento e che vorrebbero realizzare qualcosa di carino e veloce ma sono a corto di idee.
Proprio per voi abbiamo pensato a 5 proposte fai-da-te, facili e veloci da realizzare e tutte in rigorosa chiave green!

Rimboccatevi le maniche: dicembre è già iniziato!

 

calendario-avvento

1) Bicchieri di plastica colorati
Si tratta di un calendario dell’Avvento semplice da realizzare e di grande effetto.
Protagonisti sono i 24 bicchieri di plastica colorati, appesi ad un supporto (un ramo di legno è perfetto ma non è l’unica soluzione) e che contengono una sorpresina: a voi la scelta di cosa! Se avete una parete grande e vuota, questo calendario funge anche da perfetta decorazione natalizia per la casa e potrete scegliere di arricchirlo con qualche lucina o con delle palline colorate.

Schermata 2015-12-01 alle 11.37.43

 

2) Teglia per i muffin
Ecco una soluzione originale, divertente e semplicissima, per un calendario dell’avvento davvero innovativo!
Basta avere una o due (dipende dalla loro dimensione) teglie per i muffin in casa e del cartoncino colorato. Realizzarlo è davvero facile: basta ritagliare dei cerchi colorati, numerarli e incollarli con una punta di colla a caldo sulla teglia (in alternativa va bene anche il nastro bi-adesivo ma la colla a caldo è quella che poi si rimuove con più facilità) sopra il rispettivo scomparto, che ovviamente, dovrà contenere un piccolo regalino.

calendario-avvento-originale

 

3) Bustine di carta
Anche in questo caso, il materiale che vi serve è di facile reperibilità: sostanzialmente si tratta di bustine di carta, di un filo di spago e di mollette. Questo calendario dell’Avvento è interamente personalizzabile: potrete decidere voi se usare piccole mollette di legno o le mollette rosse, bianche e verdi del bucato oppure se scegliere buste colorate, con stampe e decorazioni a tema o quelle classiche marroncine.
Quel che conta è numerarle, metterci dentro un regalino e appendere al muro su un filo di spago: il risultato è assicurato!

calendario-avvento-bustine-di-carta

 

4) Scatole di fiammiferi
Avete a disposizione parecchie scatole di fiammiferi? Allora questo è il calendario dell’Avvento che fa al caso vostro!
Dovrete solo ricoprire le scatoline con carta colorata (vanno benissimo tutti quei piccoli rimasugli rimasti dalla realizzazione dei pacchetti regalo che sono troppo piccoli per essere riutilizzati), inserire all’interno della scatolina la sorpresa e comporre con i piccoli pacchetti un albero di Natale o la forma che più vi piace! Il rituale di aprire ogni giorno questo pacchettino in miniatura sarà davvero emozionante!

calendario-avvento-scatole-fiammiferi

5) Buste colorate
Se volete realizzare il calendario dell’avvento per una persona cara, un’idea carina è quella di usare delle buste colorate da appendere su un filo di spago, all’interno delle quali scrivere delle frasi felici o dei pensieri dolci.

Calendario-Avvento-Buste-colorate

5 modi per riutilizzare la farina

Condividi con i tuoi amici!
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares

La farina è uno degli ingredienti che difficilmente può mancare in cucina. Chi ama cucinare e si diletta nella preparazione di dolci e di piatti salati sa bene come questo ingrediente sia fondamentale!
Capita spesso però che, nascosti nella dispensa, restino dimenticati delle confezioni di farina quasi terminate. Messe da parte perché ne contengono troppa poca, restano lì finché non giunge il momento della scadenza.
Noi vi proponiamo oggi cinque metodi utilissimi per riutilizzare la farina e dare vita a prodotti alternativi in un’ottica ecologica e anti-spreco.

farina

Informazione fondamentale: tutti i seguenti usi alternativi che vi stiamo per presentare si possono realizzare tranquillamente anche quando la farina è scaduta!

1) Rame splendente con la farina!
Sapevate che con la farina si può realizzare un composto molto efficace per pulire e tornare a far spendere il rame? Quel che vi serve è un contenitore in cui mischiare in parti uguali farina, sale e aceto bianco; una volta pronto il composto andrà applicato sugli oggetti di rame che intendete pulire, con particolare attenzione alle zone macchiate o molto sporche; dopo aver lasciato agire per un po’ il composto, basta rimuoverlo delicatamente per vedere subito i brillanti risultati ottenuti!

pulire-acciaio-con-farina2) Pulizia dell’acciaio
Anche per la pulizia delle stoviglie e degli oggetti in acciaio la farina è molto utile: basta cospargere il panno (sceglietelo morbido, se potete) che utilizzerete per pulire con un po’ di farina e passarlo sull’oggetto in questione, come prima passata, prima di procede con la pulizia più approfondita; la farina infatti asciuga e rimuove le eventuali tracce di sapone e detersivo. Provate questo metodo sui lavelli, le parti in acciaio della doccia e della vasca da bagno e vedrete che splendore!

3) Orto a prova di parassiti!
La farina è perfetta da usare nell’orto come metodo naturale sostitutivo dei pesticidi per allontanare i parassiti.   Cospargere nei pressi delle piante di patate e zucche un po’ di farina è un’alternativa efficace e totalmente green.

4) Farina e guanti di lattice
Chi fatica ad indossare i guanti di lattice o prova fastidio a sentire il lattice a contatto con la pelle, può utilizzare la farina. Cospargere l’interno del guanto con un po’ di questa polvere bianca miracolosa permette infatti di indossare i guanti con più facilità e di creare un strato protettivo per la pelle.

5) Carte da gioco rovinate? Usa la farina!puliizia-carte-da-gioco
La carte da gioco vecchie e molto usate portano i segni dell’usura ben visibili. Per pulirle e donare loro un aspetto decisamente migliore è sufficiente disporle a gruppetti di una decina l’uno in un sacchetto, versarci dentro un po’ di farina e scuotere il sacchetto: provare per credere!