Gambe pesanti? Prova i rimedi fai da te!

Condividi con i tuoi amici!
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Con l’arrivo del caldo le prime ad accusare sono le gambe. Le sensazioni di pesantezza, gonfiore e indolenzimento sono infatti ben note a tutte le persone che, nelle giornate estive caratterizzate da alte temperature, soffrono di gambe pesanti. Ecco qualche rimedio fai da te per cercare di contrastare queste spiacevoli sensazioni!

Quando si parla di gambe pesanti, caldo, lavori sedentari o in cui si sta eccessivamente in piedi e ritenzione idrica non aiutano affatto. C’è chi ne soffre particolarmente, chi accusa questa situazione solo in determinate circostanze e chi invece, molto fortunato, non ne risente mai. In ogni caso è bene sempre tenere presente qualche semplice consiglio fai da te per alleviare il problema!


Acqua: un elisir naturale!

Bere almeno due litri di acqua al giorno è essenziale per il benessere del nostro organismo e lo è ancora di più quando le temperature si alzano. L’acqua favorisce la diuresi, aiuta a prevenire la disidratazione e mantenere la giusta temperatura corporea. Anche le scelte alimentari che facciamo sono importanti: con il caldo è infatti buona norma privilegiare cibi leggeri, freschi e ricchi di liquidi, frutta e verdura in primis! Le nostre gambe ringrazieranno!

Sgranchirsi le gambe!
Il problema delle gambe gonfie e pesanti si presenta spesso o si aggrava quando si è costretti a stare seduti a lungo. A volte accade per lavoro, altre volte per la necessità di fare lunghi viaggi in macchina o in aereo: questa postura però, se assunta per troppo tempo consecutivo, impedisce il corretto circolo del sangue, con chiare e visibili conseguenze. Il consiglio è quindi quello di fare spesso delle pause per sgranchirsi le gambe, fare due passi o, se possibile una breve passeggiata. In caso di impossibilità, ad esempio per un lungo viaggio in macchina, si può dare una mano alla circolazione indossando le calze elastiche a compressione graduata. Meglio evitare invece, sia in queste circostanze che in generale, di indossare abbigliamento stretto o aderente.

acqua-fredda-gambe


Acqua fredda: una preziosa alleata!

A fine giornata le nostre gambe implorano veramente aiuto! Per alleviare la sensazione di gonfiore e trovare un po’ di pace, ci si può aiutare con l’acqua fredda nei seguenti modi:
– pediluvi rilassanti: acqua fredda, la propria essenza preferita e un po’ di relax!
– Getti alternati:un modo rapido per provare sollievo e ravvivare la circolazione consiste nel passarsi sulle gambe con il doccino, getti di acqua freddi e poi caldi, alternando dopo qualche minuto.
– Impacchi: bagnare gli asciugamani in acqua fredda e arrotolarli attorno alle gambe, darà una sensazione di immediato benessere!

Inoltre: 
appena possibile, sdraiatevi e alzate le gambe in alto, per favore il flusso circolatorio. Anche i massaggi, effettuati dal basso verso l’alto con creme rinfrescanti, donano un vero sollievo!

E forza.. il caldo non dura per sempre! 🙂

 

 

Come combattere il caldo.

Condividi con i tuoi amici!
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares

Quando le temperature salgono e il caldo si fa sentire, non è semplice adattarsi. Non tutti infatti tolleriamo le alte temperature allo stesso modo e per alcuni resistere al caldo è davvero difficile. L’aria condizionata però non è l’unica soluzione possibile per trovare un po’ di refrigerio: chi preferisce non usarla, adottando qualche escamotage e ricorrendo a qualche semplice trucco, potrà comunque trovare un po’ di tregua alla calura.

comabattere-caldo

Ecco qualche consiglio da tenere presente: si tratta per lo più di semplici regole dettate dal buon senso che però, se rispettate, possono davvero aiutare a affrontare la calura estiva nel migliore dei modi.

1) Bere tanta acqua
Può sembrare un consiglio banale ma non va assolutamente sottovalutato. Quando le temperature salgono infatti il nostro corpo fatica a mantenere la giusta temperatura e il corretto livello di idratazione. Bere acqua, anche quando non si ha sete, aiuta il corpo a trovare il suo equilibrio e a mantenersi idratato. Sarebbe meglio però preferire acqua a temperatura ambiente o, al massimo, fresca, evitando invece di berla ghiacciata. Il refrigerio che sembra dare inizialmente un bicchier d’acqua ghiacciato (o una bibita) e solo momentaneo ed è effimero; si tratta in realtà di uno shock per il nostro corpo e per i vasi sanguigni che si restringono improvvisamente ed il rischio è quello di una congestione.

frullati-centrifughe-contro-caldo2) L’alimentazione… aiuta!
La scelta di alcuni cibi invece di altri aiuta il corpo a mantenersi idratato e ad avere le giuste forze per affrontare la giornata. Meglio sempre prediligere cibi freschi e leggeri che non appesantiscano lo stomaco e che non necessitino di una digestione laboriosa. Via libera a frutta e verdura fresca, anche sotto forma di frullati, spremute e centrifughe. Meglio evitare invece i cibi fritti  e le ricette troppo elaborate.

3) Abiti giusti
In caso di caldo e afa è bene prestare attenzione anche all’abbigliamento. Meglio indossare abiti di lino e cotone e abbandonare quelli sintetici che scaldano e impediscono al corpo di avere la giusta sudorazione. Anche i jeans andrebbero messi momentaneamente da parte a favore di pantaloni più comodi, gonne lunghe o pantaloncini corti, così come sarebbe meglio prediligere scarpe aperte, comode e leggere, che facciano respirare i piedi.

4) Qualche accortezza anche in casafinestra-aperta-mattina
Nei giorni più caldi, è comunque possibile mantenere una leggera frescura anche in casa se ci si comporta nel modo corretto. Le finestre vanno aperte e la casa va areata solo la mattina presto, poi vetri  e imposte andranno chiusi, lasciando in casa una leggera penombra. Si potranno riaprire le finestre la sera, quando la temperatura sarà più fresca. Inoltre in casa è meglio preferire un buon deumidificatore rispetto a condizionatori e ventilatori ed evitare di avere sbalzi di temperatura troppo alti tra una stanza e l’altra.

5) Attenzione agli orari!
Se la giornata è davvero torrida, sarebbe meglio, se possibile, evitare di uscire di casa nelle ore più calde. Se invece la cosa non è possibile è bene uscire attrezzati, con cappello, occhiali da sole e una bottiglia d’acqua a portata di mano. In caso di anziani e bambini è invece raccomandabile rispettare il divieto di uscire nelle ore più calde e, se possibile, sarebbe meglio per loro trascorrere i periodi più caldi in villeggiatura e nel verde, lontano dall’arsura della città.

 

Le cinque regole per mangiare bene e non ingrassare

Condividi con i tuoi amici!
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares

Al giorno d’oggi, complici lo stress, la frenesia quotidiana e la dieta perenne, in pochi pensano a mangiare bene. Ci si preoccupa piuttosto di mangiare poco, limitare le calorie e mettere al bando zuccheri e carboidrati, convinti che un regime alimentare di questo tipo permetta di restare in forma. Che dire poi dell’abitudine di saltare i pasti? Quando il tempo è poco e si è di fretta, si pensa che saltare il pasto in questione non faccia male ma anzi, aiuti anche a mantenere la linea. Ebbene, tutte queste convinzioni non sono solo errate ma anche nocive. Mangiare bene infatti vuol dire mangiare in modo variato e con regolarità. Mangiare correttamente fa bene alla salute e alla linea e non è così difficile come può sembrare.

colazione-mangiar-bene

Ecco cinque regole, semplicissime ma altrettanto basilari, per imparare a magiare bene e sentirsi bene.

1) Mai saltare i pasti
L’abitudine di non pranzare, non cenare o peggio ancora, non fare colazione fa davvero male! Nel corso della giornata, anche se si è di fretta e il lavoro incalza, è bene ritagliarsi sempre del tempo per mangiare. Meglio ancora sarebbe farlo sempre alla stessa ora. Mangiare in modo regolare infatti aiuta a stimolare il metabolismo e a bruciare più calorie durante la giornata. Chi mangia in modo irregolare, saltando i pasti e cambiando sempre gli orari, rischia infatti di avere problemi di sovrappeso.

2) Fare sempre colazione
Sottovalutata da troppi, la colazione è un pasto davvero fondamentale. Le calorie introdotte a inizio giornata infatti sono fondamentali per affrontare con la giusta energia gli impegni quotidiani e mantenere la concentrazione, senza contare che la colazione è il momento migliore per concedersi carboidrati e dolci (senza esagerare ovviamente!) perchè stimolano il metabolismo.

3) Bere tanto
L’acqua fa bene all’organismo: mantiene il giusto grado di idratazione corporea contribuendo in modo sostanziale al benessere di pelle e organi. Si consiglia di bere 1 litro e mezzo /2 al giorno e di evitare invece le bevande zuccherate, le bibite e l’alcool.

bere tanto

4) Masticare lentamente
Chi mastica piano digerisce meglio e resta in linea. Masticare troppo in fretta infatti non fa bene: si ingurgitano letteralmente quantità di cibo non necessarie e non si assapora nulla. Per avvertire il senso di sazietà infatti ci vogliono 20 minuti circa: chi mangia piano si sazia prima e non corre il rischio di mangiare più del necessario, come accade invece a chi mangia troppo velocemente.

5) Sì agli spuntini!
A differenza di quel che pensano in tanti, avere l’abitudine di fare gli spuntini fa bene e non fa ingrassare! Chi mangia spesso ha il metabolismo pronto e attivo e non rischia di mangiare troppo a pranzo e a cena a causa della fame. Quindi sì agli spuntini spezza-fame, soprattutto se sani e leggeri.

I cibi giusti per proteggere il corpo in inverno

Condividi con i tuoi amici!
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares

Non servono solo maglioni di lana, sciarpe e caldi berretti per proteggere il nostro corpo dal freddo invernale. La scelta dei giusti cibi infatti permette di avere una protezione aggiuntiva, molto utile per prevenire raffreddamenti e rafforzare il sistema immunitario.

cibi utili in inverno

Sì alle vitamine
La vitamina C è importantissima per proteggere l’organismo in inverno. Aiuta infatti a rinforzare il sistema immunitario e a combattere infezioni e infiammazioni. Anche le vitamine A ed E sono molto importanti: la prima, contenuta nei latticini, vanta un grande potere antiossidante mentre la seconda, contenuta in grandi quantità negli olii, migliora la produzione di anticorpi. Le vitamine, associate ai sali minerali, sono indispensabili per mantenere il corpo forte e reattivo in inverno e fungono da vero e proprio scudo protettivo contro i più comuni malanni invernali. Tra le fonti principali in cui trovare queste vitamine ci sono la frutta e la verdura fresca: consumandole tutto l’anno, prediligendo quel che la natura offre in quel dato periodo, si può compiere un valido lavoro preventivo nelle altre stagioni; facendo infatti il pieno di vitamine tutto l’anno, si affronterà l’inverno con nuove e valide armi e insostituibili energie! Agrumi, kiwi, fragole, pomodori, peperoni e verze sono solo un piccoli esempio di frutta e verdura ricche di vitamine. Il Grana Padano è invece ricchissimo di vitamina A e l’olio extra vergine d’oliva di vitamina E.

L’utilità delle spezie
In pochi lo sanno ma anche le spezie possono rivelarsi molto utili per proteggersi dai rigori invernali. Il curry, la paprika e soprattutto il peperoncino sono utilissimi anti-infiammatori naturali e, grazie alla loro naturale azione vaso-dilatante, aiutano a mantenere la temperatura corporea stabile.

bere-in-invernoBere tanto, anche in inverno
Anche se il senso di sete può essere avvertito in misura molto minore rispetto all’estate, è molto importante assumere tanti liquidi anche in inverno. Il corpo infatti ha bisogno di mantenersi ben idratato anche quando il clima è freddo: per facilitare l’impresa è possibile bere bevande calde come tè e tisane, ma anche brodi e zuppe che contribuiranno a fornire al corpo la giusta quantità di acqua di cui ha bisogno e al contempo, grazie al calore, produrranno una benefica vasodilatazione e un utile effetto fluidificante alle vie aeree superiori.

 

 

In spiaggia, proteggi anche i capelli dal sole!

Condividi con i tuoi amici!
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares

In spiaggia non è solo la nostra pelle a dover essere protetta dall’azione degli agenti atmosferici e soprattutto dai raggi solari: anche i capelli infatti possono risentire di alcuni effetti negativi dovuti al sole e al mare e per questo motivo vanno protetti. Non c’è bisogno di grandi cure: basta qualche semplice accorgimento per proteggere i capelli e sfoggiare una chioma invidiabile!
Ecco una serie di semplici consigli per il benessere di tutte le chiome!

consigli-per-proteggere-i-capelli

Via libera ai cappelli
Un modo semplice di proteggere i capelli in spiaggia è quello di non esporli troppo a lungo ai raggi solari diretti. Un bel cappello, oltre a proteggere la testa da possibili colpi di calore e ad essere glamour, è in grado di riparare in modo efficace anche la chioma. Meglio prediligere materiali naturali come il cotone e la paglia e indossare il cappello soprattutto nelle ore in cui il sole è più forte.

Non sottovalutiamo il potere del risciacquo
Dopo un bagno in mare o in piscina, tante di noi si impigriscono e si lasciano asciugare al sole senza farsi una doccia. In realtà un bel risciacquo in acqua dolce è molto importante sia per la pelle che per i capelli perchè permette di eliminare salsedine e cloro che, se restano a lungo su pelle e capelli, tendono ad inaridire e seccare. Bando alla pigrizia quindi: facciamo un piccolo sforzo e poi ne apprezzeremo i risultati!

asciugatura-naturale-capelliAsciugatura naturale
Almeno al mare approfittiamo della possibilità di far asciugare i capelli all’aria aperta e lasciamo da parte per un po’ phon, piastre e arriccia-capelli. L’asciugatura naturale fa benissimo alla struttura del capello e gli permette di riprendersi dagli stress di calore a cui l’abbiamo sottoposto tutto l’anno. Inoltre al mare il look un po’ “selvaggio e ribelle” è perfetto!

Olio di cocco
L’olio di cocco è un compagno fedele che in vacanza non deve proprio mancare! Grazie ai suoi poteri emollienti e districanti, permette di disciplinare anche le chiome più intricate, inoltre garantisce una facile pettinabilità e protegge dai raggi del sole. L’olio di cocco nutre anche il capello in profondità ed è profumatissimo: basta applicarne un po’ sull’intera lunghezza sui capelli  bagnati, dopo il risciacquo con acqua dolce, per poterne apprezzare tutti i benefici!

Olio bio Bijobi per capelliolio-bio-capelli
Chi preferisce un prodotto comodo e leggero da nebulizzare sulla chioma potrà invece optare per l’olio biologico protettivo  Bijobj per capelli che unisce in un solo prodotto efficacia, comodità e rispetto per la chioma e per l’ambiente. L’olio si può usare sia sui capelli asciutti, per proteggerli dall’azione degli agenti esterni, sia come impacco ristrutturante da lasciare agire una decina di minuti prima dello shampoo.