Combatti il raffreddore con l’elisir vitaminico fai da te!

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    1
    Share

L’arrivo dell’autunno, colpi d’aria, il cambio di temperatura e soprattutto gli sbalzi del clima sono solo alcune delle cause più comuni che favoriscono la comparsa di raffreddore, tosse e dei più comuni sintomi influenzali. In questo periodo raffreddarsi è semplice e anche solo a stare fuori casa tutto il giorno affrontando il freddo mattutino e il caldo pomeridiano senza i giusti accorgimenti, si rischia di dover fare i conti con uno scomodo naso colante.

raffreddore-rimedi naturali

Certo, prevenire questi raffreddamenti non è semplice ma prima di correre ai ripari con farmaci e approcci decisamente forti, perché non fare un tentativo con un rimedio naturale di vecchia data?
Protagonista principale è il miele: un importante e fondamentale alleato per il proprio benessere. Nutriente, dolce, buono e ricco di benefici per l’organismo, il miele aiuta anche a rinforzare le difese immunitarie per affrontare con una marcia in più intemperie e avversità. Quasi come una sorta di antibiotico naturale, il miele è davvero un toccasana per prevenire i malanni di stagione e anche per velocizzarne la guarigione. Ricordate quando la nonna vi diceva di mangiare un cucchiaino di miele al giorno, con l’arrivo delle stagioni più fredde? Ebbene, il principio è il medesimo ma in questo caso, oltre al miele potrete avvalervi dell’apporto benefico di due compagni utili e efficaci: il limone e lo zenzero. Dalla sinergia di questi ingredienti e unendo i loro innumerevoli benefici si ricava un vero e proprio elisir naturale e salutare, ideale per addolcire piacevolmente l’arrivo dell’autunno!

mal-di-gola-rimedio-fai-da-te

Quel che serve:

1 vasetto di vetro sterilizzato da 0,30l
Miele ai fiori d’arancio
1 Limone
1 pezzetto di zenzero

Come procedere:
Lavare il limone e tagliarlo a fettine sottili, avendo cura di rimuovere tutti i semini e le due estremità. Anche il pezzetto di zenzero va pelato e tagliato a pezzetti.
Dopo aver terminato, il miele va versato nel vasetto fino a riempirlo per un terzo circa; il miele ai fiori d’arancio, che si caratterizza per la sua grande azione antibatterica e ha proprietà antispasmodiche e sedative, ha colore scuro, profumo persistente agrumato, naturale consistenza liquida e tende a cristallizzare lentamente secondo un naturale processo di aggregazione degli zuccheri. Per la nostra ricetta fai da te è importante che il miele sia liquido per cui, in caso di cristallizzazione, per riportarlo allo stato liquido, basta scaldarlo per qualche minuti a bagnomaria ad una temperatura non superiore ai 40° gradi.

elisir vitaminico
A questo punto si prosegue disponendo a strati limone, zenzero e poi ancora miele fino a riempire il barattolo. Per non lasciare bolle d’aria e far sì che il miele possa riempire tutto è bene schiacciare un po’ col cucchiaio e muovere il contenuto. Quando il barattolo è pieno va chiuso, riposto in frigorifero e lasciato riposare 3-4 giorni in modo che il limone e lo zenzero rilascino succhi e proprietà. Trascorsi i giorni di riposo, questo super elisir vitaminico è pronto: se ne può mangiare un cucchiaio al giorno (da sciogliere lentamente in bocca, soprattutto in caso di mal di gola) o scioglierlo quotidianamente nel proprio tè o nella tisana preferita. E’ ottimo sia come prevenzione che per alleviare i sintomi influenzali e permettere una guarigione rapida e buona.

Mangiare biologico riduce notevolmente i livelli di pesticidi nel corpo.

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Negli ultimi anni si parla tanto di biologico e dei benefici che derivano da un’alimentazione più attenta e curata, che privilegi prodotti biologici. Non sempre però il fatto di parlare tanto di un dato argomento permette di conoscerlo nello specifico e in modo chiaro. Vista le tante opinioni a riguardo e, in alcuni casi, la confusione, abbiamo pensato di dedicare questo articolo al significato e all’importanza del mangiare biologico.

coltivazione-biologica

Perché mangiare biologico è importante
Decidere di mangiare biologico significa fare una scelta a tutela di sé e dell’ambiente.

Una scelta salutare
alimentazione bio benessereInserire nella propria alimentazione prodotti provenienti da agricoltura biologica garantita vuol dire infatti in primis tutelare la propria salute; la produzione agricola biologica esclude l’uso di prodotti chimici di sintesi come ad esempio fertilizzanti, diserbanti, insetticidi che spesso vengono usati per concimare la terra e combattere possibili parassiti  e malattie delle piante. Già questo è un dato veramente significativo: si pensi infatti che numerose ricerche hanno mostrato a questo proposito risultati davvero sconcertanti a testimonianza del fatto che il nostro corpo è inquinato da troppe sostanze nocive proveniente da pesticidi e fertilizzanti.

Interessante a questo proposito è lo studio “the organic effect” realizzato in Svezia dalla collaborazione tra il Swedish Environmental Research Institute IVL e una catena svedese di negozi di alimentari, pionieri del biologico. Dai risultati ottenuti da questo e numerosi altri approfondimenti, è dimostrato che mangiare solo cibo biologico per un periodo limitato di tempo (nell’esempio in questione, appena 2 settimane) ridurrebbe notevolmente i livelli di insetticidi, pesticidi e fungicidi nel corpo, dato dimostrabile in modo inequivocabile dall’esame delle urine effettuato prima e dopo il cambio di alimentazione.

Ciò significa che ogni giorno, senza saperlo, inquiniamo il nostro corpo con sostanze nocive e pericolose. L’aspetto positivo però c’è: per disintossicare l’organismo da queste sostanze è sufficiente fare una scelta salutare e scegliere di mangiare bio.

Rispetto per l’ambiente
Rotazione delle colture, concimazione con sostanze organiche, lavorazioni ridotte, compatibili e rispettose dell’ambiente sono solo alcune delle caratteristiche dell’agricoltura biologica. In un approccio di questo tipo viene posta grande attenzione al rispetto e alla salvaguardia dei cicli naturali, della biodiversità ambientale e dell’architettura del paesaggio, tutelando ambiente e esseri viventi da ogni forma di inquinamento.
Il modello di produzione bio è un modello ecosostenibile dove non vi è uno sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo in grado di durare e autoprodursi nel tempo. Grande cura è dedicata anche agli animali, alla loro tutela e al loro rispetto. Un allevamento di stampo biologico rispetta le esigenze nutrizionali degli animali in base alla loro specie di appartenenza e allo stadio fisiologico, abbandonando le strategie di massimizzazione della resa a favore della qualità e nel rispetto dell’animale anche in caso di malattia, scegliendo di curarlo con prodotti fitoterapici, omeopatici e oligoelementi.

I benefici di un’alimentazione biologica
Mangiare biologico fa bene al corpo e fa bene all’ambiente ma, a livello concreto, quali benefici possiamo trarre da Biologicoun’alimentazione di questo tipo anche sulla base dei più recenti studi?

– Gli alimenti biologici contengono molti meno metalli tossici e pesticidi. Mangiare cibo bio riduce in modo considerevole la loro presenza nel nostro corpo.

– I livelli di antiossidanti contenuti negli alimenti bio sono molto superiori rispetto a quelli dell’agricoltura convenzionale, in una percentuale variabile tra il 19 e il 69% in più. Secondo lo studio “Higher antioxidant and lower cadmium concentrations and lower incidence of pesticide residues in organically grown crops” realizzato nel Regno Unito, optare per il cibo biologico permette di arricchire notevolmente la dieta di antiossidanti come se mangiassimo 1/2 porzioni di frutta e verdura al giorno di più.

– Mangiare bio è salutare e fornisce un maggiore apporto di vitamine, sali minerali e sostanze nutrienti. Gli alimenti biologici infatti non vengono sottoposti a processi di maturazione innaturali e non sono ottenuti da sementi geneticamente modificate.

– Il cibo biologico è buono, saporito e, essendo coltivato su terreni sani e non sfruttati aiuta a rinforzare le difese immunitarie e a migliorare il metabolismo.

Ecomarket ha scelto il bio!