Sei alternative naturali allo zucchero

Condividi con i tuoi amici!
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    11
    Shares

Quando si pensa allo zucchero, a molti viene in mente lo zucchero bianco. Non tutti si rendono ancora conto di quanto questo zucchero, che subisce lunghi processi di lavorazione e di raffinazione per schiarirlo, non faccia proprio bene al nostro organismo. Lo zucchero infatti nella sua forma grezza non è affatto bianco, lo diventa in seguito a specifici trattamenti che lasciano ben poco di quelle sostanze nutrienti e importanti che lo zucchero aveva nella sua forma grezza.

zucchero-alternative

Se zuccherare gli alimenti è un’abitudine a cui non possiamo proprio rinunciare, perchè non scegliere allora dei dolcificanti naturali, più sani in grado di dolcificare come lo zucchero?

Ecco sei valide alternative da provare!

1) Zucchero di canna integrale 
Si tratta dello zucchero che non subisce alcuna lavorazione chimica nè raffinazione. Estratto dal succo di canna, lo zucchero di canna integrale trattiene molti principi nutritivi, è ricco di sali minerali, in particolare di ferro e si caratterizza per il colore ambrato e i granelli spessi e irregolari. Il suo sapore è dolce e mieloso ed è perfetto per dolcificare il caffè e il tè e per preparare torte e biscotti. Ancor meglio è lo zucchero di canna integrale biologico, proveniente da agricoltura biologica e prodotto senza pesticidi, sostanze chimiche e OGM.

2) Il miele
E’ una delle alternative allo zucchero più usata e più golosa. E’ ricco di vitamine e di sostanze nutrienti e, a seconda della varietà di fiori con cui viene realizzato, ha sapore e consistenza diversa. Essendo molto dolce, basta una piccola quantità di miele per dolcificare. Il miele è però molto calorico e per questo è bene non abusarne.

3) Lo sciroppo d’acero

sciroppo-acero-biologico-probios-ecomarketbioLo sciroppo d’acero naturale si ottiene dall’ebollizione della linfa d’acero; si tratta di un dolcificante salutare, ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Inoltre è uno dei dolcificanti naturali meno calorici: conta infatti 261 kcal per ogni 100 g di sciroppo.

4) Lo zucchero di cocco
Prodotto dai fiori del cocco indonesiano, lo zucchero di cocco è un’alternativa salutare a basso indice glicemico dello zucchero. Viene estratto dai fiori della palma da cocco e, non essendo raffinato, mantiene inalterate tutte le sue proprietà naturali ed è ricco di vitamine e minerali, tra cui potassio, zinco, ferro e vitamina B. Lo zucchero di cocco ha un sapore aromatico e intenso e, rispetto allo zucchero di canna, è più nutriente e richiede per la coltivazione meno acqua e meno attenzioni al terreno rendendo però il doppio in quantità di prodotto.

5) Il succo d’uva
Il succo d’uva si ottiene bollendo e spremendo l’uva. Il suo sapore è dolce e particolare e spesso viene speziato con la cannella e i chiodi di garofano. Ben si presta per dolcificare dolci e biscotti, purchè il suo sapore particolare piaccia.

6) Il succo d’agave
Il succo d’agave è uno sciroppo dolce che si estrae da una pianta grassa del Messico. E’ un dolcificante antico, conosciuto e usato anche dalle popolazione azteche. Nutriente e ricco di sali minerali, il succo d’agave va usato nella versione naturale, non raffinata e trattata.

5 alternative naturali per combattere l’herpes labiale

Condividi con i tuoi amici!

Chi ne soffre lo sa bene: in situazioni di particolare stress, di malessere fisico o emotivo e di difese immunitarie basse, il fastidioso herpes labiale fa capolino. Spiacevole e anti-estetico, l’herpers labiale è provocato dal virus Herpes Simplex, un virus che può restare latente nell’organismo anche per lunghi periodi per poi manifestarsi in particolari situazioni di affaticamento o in concomitanza di un calo delle difese immunitarie.

herpes

L’herpes può manifestarsi anche in seguito a prolungata esposizione solare o a trattamenti antibiotici ed è contagioso; appare frequentemente sulla labbra (ma può apparire ovunque) e si palesa con piccole vescicole pruriginose e fastidiose. Prevedere con anticipo la sua comparsa è molto difficile ma chi ne soffre abitualmente sa ormai riconoscerne immediatamente i primi sintomi e subito si attiva per arginare l’infezione che, a seconda dei casi, può essere più o meno estesa. In farmacia esistono apposite creme che facilitano la guarigione dell’herpes (che normalmente avviene in una decina di giorni) e ne attenuano il fastidio ma questa non è l’unica strada. Esistono infatti dei rimedi naturali particolarmente utili ed efficaci che possono diventare delle valide alternative alle creme medicinali, soprattutto quando gli herpes sono frequenti, eliminando completamente il rischio di effetti collaterali.

1) Aceto
L’aceto è un valido alleato nella lotta contro l’herpes ed è in grado anche di velocizzarne la guarigione. L’uso dell’aceto è Bruciore-labbra-herpesconsigliato se non si ha una pelle particolarmente delicata. Come si procede? Basta bagnare un batuffolo di cotone con un po’ di aceto di vino bianco e tamponare delicatamente la zona. L’operazione va ripetuta 2/3 volte la giorno.

2) Tè e camomilla
Per avere un po’ di giovamento da prurito e bruciore il può rivelarsi molto utile. E’ sufficiente inumidire una bustina di e applicarla, come impacco sulle labbra. Vale lo stesso con la camomilla, utile per alleviare l’infiammazione e frenare la propagazione delle bollicine dell’herpes.

3) Bicarbonato di sodio
Il versatile bicarbonato di sodio si rivela provvidenziale anche in caso di herpes. Sciolto in un po’ d’acqua assieme ad un cucchiaino di succo di limone e mescolato fino ad ottenere la consistenza di un composto, va applicato sulla zona interessata. Così facendo l’herpes evolverà e guarirà più velocemente e si avvertirà una sensazione immediata di sollievo ad ogni applicazione del composto.

rimedi-naturale-herpes4) Succo di limone
Grazie alla sua acidità, il succo di limone è in grado di velocizzare il processo di formazione delle crosticine e dunque accelerare la guarigione di questo fastidioso inestetismo. Il succo di limone va applicato delicatamente, tamponando con un fazzoletto.

5) Melissa
Anche la melissa combatte efficacemente la comparsa dell’herpes. Basterà ricavarne un infuso e applicarlo come un impacco usando un batuffolo di cotone. Le sensazioni di prurito e bruciore risulteranno subito alleviate.

Infine, anche in caso di herpes, è bene prestare attenzione alla propria alimentazione. Alcuni cibi infatti, come i ceci, le lenticchie e i fagioli, aiutano l’organismo a creare nuovi tessuti a seguito di lesioni e sono molto utili in caso di herpes; altri invece, come alcool, caffè, cioccolato e mandorle, sarebbero invece da evitare perché rischiano di aggravare l’infiammazione.