Spuntini notturni leggeri da 200 kcal

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alzi la mano chi non ha mai fatto spuntini notturni  a fine giornata, giusto qualche ora prima di andare a dormire. Per poi magari ritrovarsi anche a riposare male o a svegliarsi appesantita la mattina seguente, disposta solo a bere un caffè per colazione. 

Ci sono ricerche che hanno messo in luce che mangiare di notte aumenta la possibilità di prender peso e di ammalarsi di diabete.

Chiaramente frutta e verdura sono le scelte migliori che potresti fare, ma, diciamoci la verità, raramente sono le prime opzioni che ci saltano in mente quando pensiamo di fare uno spuntino goloso e davvero gratificante, anche per lo spirito”.

Quando gli spuntini notturni non fanno male

Quasi meglio non pensarci, perchè dopo una giornata stancante e un po’ tirata ogni tanto sembra davvero che solo il cibo possa tirarci su di morale e  farci rilassare. E in fondo quando si tratta di alimentazione non è l’evento occasionale che a lungo andare ci fa ammalare, ma l’abitudine reiterata che può procurarci guai.

In caso però tu sia un habituè di spuntini notturni qui sotto potrai trovare alcuni validi suggerimenti che ti diamo per goderti il tuo snack di mezzanotte senza rischiare di attentare alla tua salute! 😉

Triptofano e magnesio alleati nei tuoi spuntini notturni

Cioccolato fondente e mandorle (o nocciole)

Sembrerebbe un controsenso contenendo teobromina, noto eccitante, ma il cioccolato purché fondente e possibilmente con almeno il 75% di massa di cacao, è un ottimo alimento per i tuoi spuntini notturni.

spuntini notturni

È ricco in triptofano, precursore della serotonina che è uno dei nostri fondamentali neurotrasmettitori.

La serotonina entra in gioco nel nostro organismo regolando, tra le altre cose:

  • Il tono dell’umore (è chiamata dai più neurotrasmettitore del buonumore).
  • Il sonno, induce a livello centrale il rilascio di sostanze che lo favoriscono.
  • La mobilità gastro-intestinale, ovvero favorendo lo svuotamento gastrico dopo il pasto.

Inoltre il cacao contenuto nel cioccolato è un’ottima fonte di magnesio che, si è dimostrato, regola il ciclo sonno veglia, favorendo l’addormentamento ed un sonno più riposante e  continuativo. In effetti, un deficit di magnesio è stato associato a più alti livelli di stress, ansia e difficoltà a rilassarsi, nessuno dei quali a ben vedere è un buon compagno di dormite.

Le mandorle in linea teorica sono da preferirsi alle nocciole per un più alto contenuto in magnesio, appunto, e perché leggermente meno caloriche. Nel caso in cui la tua preferenza ricadesse però sulle nocciole, ne avresti comunque da che gioirne.

Le nocciole sono infatti ricche in vitamina E, vitamine del gruppo B e minerali, tra cui soprattutto fosforo, potassio e manganese.

Le mandorle  possiedono alti livelli di vitamina E e del gruppo B ed alti livelli di potassio e magnesio, appunto.

 

E a proposito di frutta secca… sai quale porzione di frutta secca in guscio raccomanda la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU)?

Lo sai la frutta secca è un’alleata preziosa per la nostra salute contro  il cancro, fa bene al cuore, al girovita e al cervello.

Una dose pari a 30 grammi al giorno, che equivale a 7-8 noci e a circa 15 nocciole o mandorle

Puoi consultare i livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia per la popolazione italiana (LARN), alla sua IV revisione, edito dalla SINU (società italiana di nutrizione umana).

Presto altri spuntini sani per i più golosi…

Ti è piaciuto l’articolo? Resta aggiornato, Iscriviti per ricevere novità, eventi e codici sconto. Iscriviti alla nostra Newsletter!