You Are Here: Home » Eco » Ricicliamo carta e cartone!

Ricicliamo carta e cartone!

carta da riciclareLa carta è parte integrante della nostra vita: la usiamo quotidianamente in grande quantità e in grande quantità, ogni giorno, ne buttiamo; basti pensare infatti che il 30% dei nostri rifiuti è composto da carta e cartone.


Eppure c’è una buona notizia: la carta è riciclabile! (Questo dovremmo saperlo tutti ormai, ma è sempre bene evidenziarlo). Significa che, una volta concluso il suo ciclo vitale essa, se giustamente raccolta, differenziandola da ciò che invece riciclabile non è, torna a nuova vita, diventando carta riciclata. Questo processo è fondamentale perché riciclando la carta si riduce l’impatto ambientale, si salvano gli alberi (eh, sì, la carta viene proprio da lì) e si risparmiano energie e soldi.

 

Molto semplice come concetto, ma non così facile da attuare in realtà.

In primis, è vero che la carta ha il pregio enorme di poter essere riciclata, ma non per questo va trattata come bene “usa e getta” e sprecata senza ritegno. E’ importante imparare a pensare nell’ottica di riutilizzare, ancor prima del riciclo. Questo significa che, prima di gettare nell’immondizia qualcosa, come s fosse un gesto automatico, è bene riflettere sul fatto se quel qualcosa abbia ancora qualcosa da offrirci. Quindi, impariamo ad usare da entrambi i lati i fogli scritti e fotocopiati; riutilizziamo i sacchetti di carta per più spese; diamo nuova vita a scatole e scatoloni, reimpiegandoli. Lo stesso vale per libri e per riviste: anziché gettarli, regaliamoli o doniamoli a biblioteche: specialmente per i libri, ci sarà sempre qualcuno che avrà piacere di leggerli! E i vecchi quotidiani, prima di essere gettati, possono diventare imballaggi e anche carta da regalo!

 

pila rivisteAd un certo punto, anche se posticipato, il momento di gettare la carta arriva e quel preciso momento in cui si alza il coperchio del cestello della spazzatura, rappresenta in realtà un momento topico. Sì, perché è vero che la carta è riciclabile, ma è altrettanto vero che non tutti i tipi di carta sono riciclabili. Per fare la raccolta differenziata correttamente è quindi necessario prestare attenzione a quel che si butta: il rischio è infatti di compromettere l’intera raccolta.

 

Vediamo quindi cosa gettare nell’apposito bidone del riciclabile:

Imballaggi, contenitori, carta e cartoncini di cancelleria e involucri di carta e cartone (come ad esempio quelli della pasta) vanno bene. Lo stesso vale per riviste, fumetti, giornali, quotidiani, depliant, libri e quaderni.

Sono inoltre riciclabili scatole e imballaggi, etichette, fascette e sacchetti in carta.ragazza dentro scatola

 

Non sono invece riciclabili, anche se a volte traggono in inganno, tutti i precedenti materiali elencati sopra, SE sporchi. Non vanno raccolti a parte nemmeno la carta oleata e plastificata. Non si possono riciclare fazzoletti usati tovaglioli sporchi, carta e cartone con residui di colla o altre sostanze. Forse non tutti lo sanno ma non si possono riciclare nemmeno gli scontrini, la carta autocopiante e tutte le carte chimiche o trattate, in generale. Nemmeno i cartoni della pizza, se sporchi, possono essere riciclati.

 

Prima di inserire del materiale riciclabile nel bidone, e bene quindi assicurarsi che tale materiale sia pulito, facendo anche attenzione ad eliminare eventuali graffette o piccole parti plastificate, se presenti. Una volta accertato che carta e cartone rispondano ai requisiti richiesti, vanno piegati e appiattiti, per ottimizzare al meglio lo spazio.

 

Raccogliere separatamente e riciclare la carta rappresenta davvero uno sforzo minimo per noi, un piccolo gesto che invece sull’ambiente ha un enorme impatto positivo. Riciclare è semplice, basta entrare nell’ottica giusta e far sì che diventi un gesto abituale, generalizzato e alla portata di tutti.

Ricicliamo carta e cartone!

About The Author

Number of Entries : 244

Leave a Comment

Scroll to top