Qualche consiglio per un sonno ristoratore…senza usare il condizionatore!

“Il buongiorno si vede dal mattino” recita un noto detto. Se però la nottata che ha preceduto il mattino in questione è stata torrida e afosa a tal punto da non riuscire a chiudere occhio, è poco probabile che quello che ci aspetta sarà un buon giorno!

Un sonno tranquillo e ristoratore è fondamentale per il nostro benessere psico-fisico eppure d’estate, quando le alte temperature ci impediscono di riposare bene, le giornate diventano ancor più lunghe e faticose se non abbiamo alle spalle le giuste ore di riposo.
E così, con l’arrivo del primo caldo, non si può fare a meno di accendere il condizionatore per trovare un po’ di refrigerio e dormire piacevolmente.caldo di notte
Nell’immediato l’utilizzo del condizionatore sembra dunque essere la soluzione perfetta in grado di risolvere tutti i nostri problemi e di farci fare dei lunghi sonni rigeneranti eppure, nemmeno il tempo di tirare un sospiro di sollievo che ecco fare capolino alcune spiacevoli conseguenze che non avevamo considerato: le nostre bollette dell’elettricità schizzano alle stelle, il consumo generale di energia elettrica subisce un elevato incremento tale da generare black out diffusi e anche la nostra salute non trae particolare giovamento dall’utilizzo del condizionatore: acciacchi, dolori e raffreddori sono all’ordine del giorno!

Come fare dunque per combattere il caldo e trascorrere delle dolci notti tra le braccia di Morfeo?
Ecco qualche consiglio per rinfrescare la propria casa e combattere il caldo senza essere costretti ad usare il condizionatore.
1)      Per prima cosa è importante preservare la nostra casa dal sole e per fare questo è necessario abbassare le tapparelle e chiudere le persiane nelle ore più calde del giorno; finestre e persiane vanno invece spalancate di mattina presto e di sera, per far circolare l’aria fresca.
2)     
Cercate di creare correnti d’aria naturali in casa, aprendo sapientemente porte e finestre e triangolando le correnti.
3)     
Prestate attenzione alle luci e agli elettrodomestici: tutto va tenuto spento il più possibile al fine di non riscaldare ulteriormente l’ambiente. Gli elettrodomestici che non possiamo fare a meno di usare (lavatrice, forno, piastra, phon ecc.) vanno accesi preferibilmente la mattina o la sera, quando le temperature sono più basse.
4)      Per cercare di combattere il caldo, provate a tenere aperti gli armadi nel corso della notte: gran parte del calore resterà immagazzinato lì dentro!
5)     
Prediligete lenzuola e federe di seta, di raso o satinate: questi tessuti sono freschi e lisci e aiutano ad alleviare uso del ventilatoreil senso di calore nel corso della notte.
6)      Un altro piccolo trucchetto per alleviare il senso di calore è quello di mettere un cuscino, avvolto in sacchetto di plastica, nel freezer per qualche ora prima di coricarsi: la soluzione ideale per addormentarsi al fresco!
7)     
Se invece siete proprio dei super calorosi e non potete rinunciare ad una boccata di aria fresca, prediligete il ventilatore: consuma molto meno e, se ci mettete davanti una ciotola con del ghiaccio, rinfrescherà l’ambiente in modo davvero portentoso!