You Are Here: Home » Alimentazione Bio » Oli speciali: buoni per far bene

Oli speciali: buoni per far bene

Se è vero che l’olio extra vergine di oliva 100% italiano è il re della tavola, è altrettanto vero che il reame comprende molti principi. Prima di parlare di tutti gli aspetti positivi, è opportuno però sfatare un falso mito: non è vero, infatti, che gli altri oli vegetali siano più leggeri di quello d’oliva, tanto che offrono lo stesso apporto calorico. Però è vero che hanno un sapore più delicato e che, troppo spesso dimenticati in un regime dietetico che voglia essere sano, gli oli vegetali possono diventare degli integratori naturali, nonché degli stimolatori delle difese naturali dell’organismo.

olio-oliva.biologico

In generale di questi oli si può dire che sono particolarmente ricchi della Vitamina E, che aiuta a combattere i radicali liberi, e della Vitamina B6, valido aiuto per il cuore e, in generale, per le malattie di natura cardiovascolare. Ciascuno, in maniera differente, può essere un contributo importante, sia grazie al valore fitoterapico di alcuni in particolare, sia perché possono aggiungere sapore quando utilizzato a crudo, ma non solo. In particolare l’olio di semi vari e l’olio di semi di girasole, grazie alla loro migliore resistenza alla degradazione termica e all’ossidazione rispetto agli altri tipi di olio, sono ideali per la frittura; in più, l’olio di semi di girasole vanta una percentuale molto elevata di acido oleico (60%) ed è particolarmente ricco di Vitamina E.

oli-vegetali-buoni-lino
Ideali, invece, per un consumo a crudo, sono gli altri, e per alcuni dei quali è consigliata l’assunzione in purezza, meglio se la mattina a digiuno. In particolare, l’olio di semi di lino, dal sapore delicato, dovrebbe essere assunto al risveglio: un cucchiaino al giorno può contribuire a far scorta di energia, grazie alla Vitamina F del quale è ricco e alle proteine agli acidi grassi; non solo, questo come altri oli di origine vegetale è anche un ottimo integratore, per la presenza di Omega 3 e di Omega 6, anche questi elementi comuni ad altri tipi di oli. Differente, invece, è il suo valore in ambito estetico, tanto che possono essere usati anche per nutrire la pelle e i capelli, dando loro particolare lucentezza.

oli-vegetali-buoni-canapa

Medesimo utilizzo in ambito cosmetico, quello dell’olio di semi di canapa che, però, ha anche straordinarie proprietà nutrizionali: è infatti l’unico alimento co di Omega 6 e di Omega 3 in proporzione di 3:1, un equilibrio perfetto per aiutare il sistema immunitario. Una caratteristica questa che rende l’olio di semi di canapa particolarmente indicato per i bambini, per i quali un cucchiaio da tavola al giorno è un valido aiuto per integrare la già consigliata assunzione di fibre, di sali minerali, di calcio, di potassio e di magnesio, del quale l’olio di semi di canapa, dal sapore delicato e gradevole, è particolarmente ricco.

oli-vegetali-buoni-zucca
Dai bambini alle mamme, per arrivare all’olio di semi di zucca, la cui produzione è diffusa in Austria e nei paesi confinanti tanto da aver vista riconosciuta dalla UE  l’indicazione di origine protetta (IGP). Al contrario degli altri oli vegetali, quello di semi di zucca non è ricco di Omega 3, pur essendo invece ricco di Vitamina E. Numerose ricerche hanno dimostrato che in ambito fitoterapico, questo olio è utile per abbassare il colesterolo, ma soprattutto che migliora sensibilmente la carenza di estrogeni nella fase di post menopausa, grazie all’incremento dei valori di HDL, contribuendo al calo della pressione arteriosa in questa fase della vita delle donne, responsabile delle vampate di calore (due grammi di olio di semi di zucca al giorno, consumati quotidianamente e a crudo, infatti, diminuirebbero la loro incidenza).

Oli speciali: buoni per far bene

About The Author

Number of Entries : 106

Leave a Comment

Scroll to top