You Are Here: Home » News » Nutrire la città: una sfida ambiziosa e importante

Nutrire la città: una sfida ambiziosa e importante

Nei mesi in cui il tema della nutrizione è al centro del dibattito mondiale, il Comune di Milano ha chiamato a raccolta esperti, istituzioni e cittadini per riscrivere le regole del sistema alimentare milanese e renderlo più equo e sostenibile, realizzando una Food Policy di Milano.49389d5841fbbc89cc539ece7fbd2be9
Dove fanno la spesa i milanesi? E dove vorrebbero farla? Mangiano sano? Sprecano molto? Come si potrebbe migliorare il sistema dei mercati? E come portare più cibo locale nelle mense? Sono alcuni dei temi di cui si occuperà la Food Policy Milano, finalizzata a orientare in senso più sostenibile le politiche legate al cibo per i prossimi anni. Fino a a giovedì 14 maggio si svolgeranno assemblee pubbliche in tutte le 9 Zone della metropoli milanese per presentare gli esiti della prima ricerca sul sistema alimentare milanese. Saranno discusse le 10 questioni fondamentali evidenziate nell’analisi: dall’accesso al cibo alla lotta allo spreco, dall’educazione a un’alimentazione sana fino alla salvaguardia del patrimonio ambientale e agricolo di Milano e del suo territorio. Il progetto riguarda il modo in cui gli alimenti sono prodotti, distribuiti e consumati a Milano. Si occupa di tematiche quali l’accesso al cibo per tutti, la riduzione dello spreco, l’accorciamento della filiera dei prodotti serviti nelle mense di Milano Ristorazione, la riorganizzazione dei mercati pubblici e l’educazione alimentare. Negli scorsi mesi è stata condotta una ricerca su come la città si nutre e sono state evidenziate dieci questioni che la Food 11182239_875659712492383_9103207890605657798_nPolicy dovrebbe affrontare: dalla produzione del cibo, al commercio, dal benessere dei milanesi, alla salvaguardia del patrimonio agricolo di Milano. Dalla fotografia emerge che i milanesi preferiscono fare la spesa al supermercato (78%), ma che in città esistono più di 80 gruppi di acquisto solidale. Che oltre 100 mila nuclei familiari vivono in condizioni di povertà relativa, ma che ogni famiglia milanese spreca in media ogni anno il valore di un mese di spesa (circa 400€).
Nel 1955 il 49,2% del Comune di Milano era superficie agricola, oggi lo è il 19%. In città, però, ci sono 758 orti in zona e 120 orti nelle scuole.

10 fattori di rischio relativi agli stili alimentari dei milanesi
–  Il 44% beve meno di 1,5 l di acqua al giorno
–  Il 29,4% mangia formaggi e salumi quotidianamente
–  Il 21,8% mangia meno di due porzioni di frutta e verdura al giorno
–  Il 14,3% mangia carne quotidianamente
–  Il 27,9% non presta attenzione al consumo di sale
–  Il 10,1% salta il pranzo o la colazioneb6357df4d2cf7ca4e3dcc0f96deef5e0
–  Il 14,9% consuma bevande gassate quotidianamente
–  Il 13% consuma dolci e snack quotidianamente
–  Il 38,7% mangia pesce meno di una volta alla settimana
–  Il 9,1% consuma spesso alcolici fuori dai pasti

Sprechi
– 442 € è la spesa alimentare mensile di una famiglia milanese
– 450 € all’anno è lo spreco di una famiglia milanese: 35% prodotti freschi, 19% pane, 16% frutta e verdura
– Rifiuti organici pro capite a Milano: 54 chilogrammi all’anno

Nutrire la città: una sfida ambiziosa e importante

About The Author

Number of Entries : 106

Leave a Comment

Scroll to top