Le proprietà dei fichi freschi

Condividi con i tuoi amici!
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Le proprietà dei fichi freschi sono numerose e ti possono aiutare ad affrontare al meglio l’inizio dell’autunno.
Sebbene siano disponibili già a partire dal mese di agosto, il picco di maturazione si raggiunge a settembre per poi essere gustati fino ad ottobre inoltrato. 

Ciò che viene consumato è in realtà un falso frutto. Si tratta di un’infruttescenza, detta siconio, che racchiude sia la parte dolce e carnosa sia i frutti veri e propri, ossia i piccoli e numerosi semi detti acheni.

Le origini sono antichissime e probabilmente riconducibili in una regione dell’Asia Minore chiamata Caria, da cui appunto deriva il nome botanico Ficus carica.
Ad oggi, la produzione è particolarmente diffusa nei paesi del bacino del Mediterraneo, come Turchia, Egitto ed Algeria.
In Italia le principali regioni produttrici sono Puglia e Calabria.

Le proprietà dei fichi freschi: i valori nutrizionali

Rinunci alle proprietà dei fichi freschi perché ricchi in zuccheri?
Non preoccuparti, scoprirai che ne contengono meno di quanto pensi!
Seppur vero che la nostra dieta risulta spesso ricca in zuccheri semplici, la frutta non rappresenta di certo la fonte da eliminare per ridurne la quantità. Puoi limitare snack ricchi in zuccheri o bevande zuccherate senza dover rinunciare al gusto della frutta fresca.

I valori nutrizionali per 100 g di prodotto:

Le proprietà dei fichi freschi, valori nutrizionali
Fonte: CREA Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione

 

Il caratteristico sapore dolce dei fichi freschi è sicuramente riconducibile agli zuccheri, che però rappresentano poco più del 10% del prodotto. Più dell’80% è costituito da acqua, il resto sono fibre, minerali, vitamine, pochissime proteine e i grassi sono praticamente assenti.

Il contributo calorico di 100 grammi di fichi freschi, che corrispondono a circa 2 frutti, è di appena 47 Kcal, del tutto simile ad altri frutti di stagione come l’uva o le mele.

Minerali e vitamine arricchiscono le proprietà dei fichi freschi.
Sono un’importante fonte di potassio, elemento implicato in numerose funzioni chiave nell’organismo.
Assicurarsi 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura è la strategia migliore per raggiungere il fabbisogno di questo minerale, che corrisponde a 3,9 grammi al giorno.
Interessante anche il contenuto di calcio e, tra le vitamine, sono presenti vitamina C ed alcune vitamine del gruppo B.

Le proprietà dei fichi freschi vantano anche un ottimo contenuto di fibra. Il frutto è un’importante fonte di questa componente essenziale per la salute dell’intestino e dell’organismo in genere.
La tipologia di fibra contenuta nel frutto è soprattutto la frazione insolubile, in grado di:

  • aumentare la massa fecale
  • ridurre i tempi di transito intestinale
  • proteggere il colon dal contatto con sostanze potenzialmente tossiche presenti negli alimenti.

La scienza in tavola: le proprietà dei fichi freschi

Fin da tempi antichi i fichi freschi sono stati utilizzati nella medicina tradizionale per il trattamento di diverse patologie [1]. Nonostante gli studi scientifici a sostegno delle proprietà curative dei fichi siano limitati, esistono delle evidenze relative a dei fitocomposti presenti nel frutto.
Si tratta delle antocianine, i pigmenti che donano alla polpa il caratteristico colore rosso. Questa classe di composti, che da anni desta interesse tra i ricercatori, sembra svolgere un ruolo nella protezione del sistema cardiovascolare [2].
Sono delle molecole antiossidanti, cioè in grado di proteggerci dal danno ossidativo [3].
Il loro contenuto aumenta con lo stato di maturazione, per questa ragione è consigliabile consumare i frutti ben maturi per assicurarti tutte le proprietà dei fichi freschi.
Avrai notato che in commercio esistono varietà di fichi con la buccia di diverso colore. Quella nera o violetta è anch’essa ricca di questi pigmenti ed è commestibile! Ti raccomandiamo, però, di lavarli con cura sotto l’acqua corrente e di asciugarli prima del consumo.

Le proprietà dei fichi freschi
Le proprietà dei fichi freschi si trovano anche nella buccia violetta o nera, ricca di antocianine

L’importanza della stagionalità per mantenere le proprietà della frutta fresca

Educarci a seguire la stagionalità di frutta e verdura è un comportamento che permette di rispettare le proprietà e il gusto dei vegetali e l’ambiente.
Dal punto di vista nutrizionale, frutta e verdura di stagione presentano un quantitativo di vitamine, minerali ed altri componenti bioattivi generalmente superiore rispetto al prodotto acquistato fuori stagione.

Alcuni vegetali prodotti in serra, ad esempio, hanno un contenuto medio di vitamine inferiore perché sono sottoposti ad una scarsa irradiazione solare o perché vengono raccolti prima del raggiungimento della completa maturazione per aumentarne il tempo di conservazione.
È pur vero che, indipendentemente dalla stagionalità, frutta e verdura mantengono altri composti importanti per la salute, in primis la fibra.
Per cui il suggerimento è: consuma almeno 5 porzioni tra frutta e verdura, rispettando quanto più possibile la stagionalità!

La frutta dell’autunno

Con l’arrivo dell’autunno i colori si accendono, assumendo le più svariate tonalità che rendono unica questa stagione.
Il colore non caratterizza solo il paesaggio autunnale, ma anche ciò che la natura ci regala da ottobre a dicembre!
Considerando la frutta, troviamo:

  • Verde: kiwi
  • Giallo-Arancio: cachi, mandarini, clementine e arance bionde
  • Rosso: melograni e arance rosse
  • Bianco: uva, mele e pere
  • Blu-viola: uva e fichi

Variare i colori della frutta di stagione è un’ottima strategia per portare in tavola i numerosi fitocomposti che la arricchiscono di proprietà salutari.
Un esempio? Le già citate antocianine presenti nell’uva a bacca nera e nelle arance rosse, o il beta-carotene dei cachi e delle arance bionde.

Le proprietà dei fichi secchi

Hai voglia di fichi fuori stagione? Nessun problema, ci sono i fichi secchi!
La frutta essiccata è un’ottima soluzione per creare una prima colazione salutare o gustosi spuntini.
Con l’essiccamento viene eliminata l’acqua dal frutto rendendolo conservabile per un tempo superiore al prodotto fresco e consumabile anche fuori stagione.
Questo processo concentra i nutrienti dell’alimento, zuccheri compresi. Per questo motivo è bene non abusare di questi alimenti!
La porzione di riferimento SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana) è di 30 grammi, circa 3 fichi secchi. Con questa quantità non rischierai di eccedere con gli zuccheri e ti assicurerai un quantitativo di fibra pari a quasi 4 grammi.

fichi freschi
La porzione di frutta essiccata corrisponde a 3 fichi secchi

Nel nostro catalogo sono disponibili i fichi secchi biologici, un prodotto crudo ideale anche per chi predilige un’alimentazione crudista. Il lento processo di essiccamento al sole ad una temperatura che non supera i 42° permette di mantenere inalterate le proprietà organolettiche ed evitare il più possibile la perdita di nutrienti come le vitamine.

Idee per una colazione o uno spuntino a base di fichi

Noi di EcomarketBio abbiamo ideato per te:

BIBLIOGRAFIA:

  1. Traditional uses, phytochemistry and pharmacology of Ficus carica: A review
  2. Action mechanism and cardiovascular effect of anthocyanins: a systematic review of animal and human studies, Blood orange juice inhibits fat accumulation in mice
  3. Antioxidant activities and anthocyanin content of fresh fruits of common fig (Ficus carica L.)