Intestino consigli per la tua estate

Condividi con i tuoi amici!
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Intestino consigli per la tua estate… se sei alla ricerca di consigli per il benessere del tuo intestino questo è il posto giusto 🙂

In estate in effetti l’intestino può essere uno degli organi più bersagliati dal cambiamento stagionale.

Ricordiamo brevemente che cosa è l’intestino: “L’intestino è l’ultima parte dell’apparato digerente. Si presenta come un tubo di diametro variabile con pareti flessibili, ripiegato più volte su se stesso.” (def. Wikipedia)

intestino consigli per la tua estate

In vacanza capita di perdere la propria regolarità intestinale. Cambiano  le abitudini e i luoghi, il caldo disidrata, e, inoltre possono accadere episodi di diarrea, su base infettiva o meno.

E allora come cercare di preservare una corretta funzione intestinale anche in estate?
Esistono alcune regole auree che possono esserci d’aiuto anche nei mesi più caldi dell’anno. Vediamole insieme.

Intestino consigli per la tua estate n°1: tanta acqua per far star bene il tuo intestino

Bere acqua fa un gran bene, questo lo sappiamo, ma in estate fa pure meglio.

Bisognerebbe bere prima che arrivi lo stimolo della sete perchè questo sta già a significare che il nostro corpo è modestamente disidratato.

Questo vale tanto più per i bambini e gli anziani in cui lo stimolo della sete è minore quindi andrebbe anticipato offrendo loro acqua da bere per riportare il corpo ad un giusto livello di idratazione.

Bere acqua perchè ci si muove di più

Inoltre in estate ci si muove di più che in inverno e dunque faresti bene ad aumentare il quantitativo di acqua che bevi. In questo modo ripristinerai facilmente anche sali minerali presenti nell’acqua.

Bere acqua per idratare le fibre

Intestino consigli per la tua estate: bere acqua aiuta ad idratare le fibre alimentari che mangiamo e che diversamente potrebbero causare stitichezza. Stiamo parlando qui della fibra idrosolubile presente soprattutto nella frutta e nella verdura fresca e nei chicchi di cereali interi: questa si idrata e dunque aumenta di volume proprio in acqua.

Quanta acqua assumere al giorno?

In estate la quantità di frutta e verdura che si mangia è decisamente superiore a quanto se ne consuma nei mesi freddi ed è anche per questo motivo che ti consigliamo di prestare attenzione a quanta acqua consumi giornalmente: abituamente se ne dovrebbe consumare all’incirca 1,5 litri al giorno ma in estate e soprattutto se la sudorazione è abbondante bisognerebbe consumarne di più.

Questi valori sono indicativi; in condizioni di climi caldi e di attività fisiche intense, o altre condizioni che inducano disidratazione, i livelli di acqua da assumere possono variare sensibilmente (può considerarsi anche più del doppio dei valori indicati). Ciò si verifica anche in condizioni di stress e disturbi gastro-enterici che determinino vomito e diarrea, come per la diarrea del lattante. Fonte: Ministero della Salute.

Microbiota intestinale: quando i batteri ci fanno star bene

Nell’intestino umano milioni di batteri (prevalentemente batteri ma non solo) compongono il microbiota umano che è più comunemente conosciuto come flora batterica intestinale.

Questa si trova lungo tutto il tuo apparato digerente ma soprattutto nel tuo intestino e nel colon. Ognuno di noi ha la sua personale flora batterica intestinale, ovvero il tuo microbiota è diverso da quello del tuo vicino di casa e così via. Un po’ come fosse la tua impronta digitale.

La flora batterica influisce sulla salute

La flora batterica intestinale ha un profondo impatto sulla tua salute, e la tua dieta ugualmente influisce il suo stato di salute in due modi.

  • Il cibo che mangi può andare a selezionare differenti ceppi microbici (da 300 a 500 diversi tipi di batteri) e farne prevalere alcuni su altri.
  • La fibra alimentare che mangiamo e che giunge non digerita al nostro intestino e al colon diventa substrato ossia cibo per la flora intestinale. La fermentazione infatti dei differenti substrati da parte dei batteri intestinali porta alla sintesi di vitamine (vitamina K e vitamina B12) e di acidi grassi a catena corta di cui il nostro corpo può beneficiare (in breve, gli acidi grassi a catena corta sostengono il trofismo ed il benessere della mucosa intestinale).

    Come assimilare la vitamina B12?

    L’importanza della vitamina B12 nella dieta vegana.

    Flora batterica e difesa immunitaria

    Ma la tua flora batterica intestinale svolge anche un’azione centrale nella risposta di difesa immunitaria che il tuo corpo realizza contro batteri, virus e parassiti che ingeriamo con il cibo e che potrebbero colonizzare l’intestino.
    Quando infatti questi arrivano al nostro intestino.

    • La flora batterica intestinale rappresenta un vero scudo fisico per loro che così non riescono ad aggredire la mucosa intestinale e proliferare;
    • In aggiunta a questo la flora batterica è in grado di attivare la risposta immunitaria locale che allora si mette all’opera contro i malcapitati ospiti.

    Il buon funzionamento del macrobiota intestinale è ad oggi considerato un obiettivo di salute per ciascuno di noi: se il nostro macrobiota sta bene, il nostro organismo ne può beneficiare largamente.

    E dunque tra i consigli per la tua estate che possiamo darti per l’intestino non possiamo proprio dimenticarci di quelli che fanno bene alla nostra flora batterica.

    Intestino consigli per la tua estate n°2: i cibi che fanno star bene la flora batterica

    La composizione della flora batterica intestinale è influenzata da molti fattori ambientali.

    La dieta che segui rimane uno dei più importanti determinanti e sebbene ancora non si sappia con certezza come si modifichi il tuo macrobiota intestinale a seconda di quello che mangi, si sa che le variazioni stagionali della tua dieta influiscono sul suo benessere e sulla sua composizione.

    E dunque largo alle fibre alimentari (ovvero alla frutta e alla verdura fresche e ai cibi integrali) ma anche a cibi come lo yogurt ed il kefir che agendo giornalmente come fossero degli integratori naturali di fermenti lattici sostengono i ceppi batterici intestinali più benefici per il tuo corpo.

    Intestino consigli per la tua estate n°3: come conservare il cibo per il benessere del tuo intestino

    • Lava frutta e verdura solo prima di consumarla: riporre infatti in frigo frutta e verdura lavata può favorire la formazione di muffa a causa dell’umidità del frigorifero.
    • Ricordati sempre che le confezioni aperte e conservate in frigorifero vanno consumate entro 2-3 giorni dall’apertura. Questo soprattutto se si tratta di cibi a base di panna, uova e latte.
    • Lava sempre le mani prima di toccare un alimento e ricordalo anche ai tuoi figli prima di mangiare, anche laddove vi capiti di mangiar fuori casa, al ristorante o al mare.
    • Tieni puliti gli utensili da cucina ed i piani di lavoro.
    • Consuma freddi i cibi che vanno consumati freddi e caldi quelli che vanno consumati caldi. Dunque ricorda che avanzi di cibi già cotti e riposti in frigorifero devono essere adeguatamente riscaldati prima di essere consumati!

    Intestino consigli per la tua estate n°4:  consulta il bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute)

    Intestino consigli per la tua estate

    Infine puoi trovare altri consigli per la tua estate, per il tuo intestino e non solo, sul sito del Ministero della Salute, e in particolare puoi consultare l’ultimo bollettino sulle ondate di calore di 27 città italiane.

    Legenda

    • Livello 0Condizioni meteorologiche che non comportano rischi per la salute della popolazione.
    • Livello 1Pre-allerta. Condizioni meteorologiche che possono precedere il verificarsi di un’ondata di calore.
    • Livello 2Temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione, in particolare nei sottogruppi di popolazione suscettibili.
    • Livello 3Ondata di calore. Condizioni ad elevato rischio che persistono per 3 o più giorni consecutivi.