You Are Here: Home » Bellezza » Benessere » Insonnia? Sconfiggiamola naturalmente

Insonnia? Sconfiggiamola naturalmente

Passare notti in bianco o fare risvegli sempre più mattutini è una pessima esperienza che purtroppo fanno in tanti. L’avanzare dell’età, si sa, riduce il numero di ore di sonno, ma anche stress, ansie e agitazione influenzano negativamente il riposo notturno. Spesso ci sente stanchi, nervosi, irritabili persino al mattino appena svegli, dopo una notte tormentata da un sonno agitato e discontinuo. Molti non lo sanno, o non lo vogliono ammettere a se stessi, ma circa il 30% degli adulti (la maggior parte di cui donne) soffre di una forma d’insonnia. Non c’è da disperarsi perché l’insonnia non è certo una malattia, ma vanno presi provvedimenti e cambiate  le cattive abitudini di vita perché un’insonnia prolungata riduce la quantità di seratonina prodotta determinando cambi umorali, porta a un abbassamento della soglia del dolore e può causare alterazioni al nostro organismo.
Dormire è un toccasana necessario: durante il sonno, infatti, una parte del nostro cervello è molto attiva e rielabora le informazioni acquisite nella giornata, riorganizzandone come un database alcune ed eliminandone altre.
Se il sonno scarseggia, inoltre, viene prodotta una maggiore quantità di cortisolo, ormone secreto dalle ghiandole surrenali; questo può far innalzare la glicemia con rischio di diabete e porta a un aumento della pressione arteriosa con tutte le conseguenze del caso.
Anche il peso corporeo ne risente. Mentre si dorme, infatti, avviene rilascio di leptina, un ormone che regola il senso di sazietà, mentre è inibito quello della grelina, l’ormone che stimola il senso di fame. Questo meccanismo si capovolge in caso di insonnia prolungata, stimolando quindi l’appetito e favorendo di fatto un aumento di peso.
Per eliminare o contenere al massimo le ore d’insonnia è bene fare attività fisica regolare, e nelle ore serali fare solo cose distensive (yoga, letture concilianti, ascoltare musica, rilassamento) e mangiare possibilmente leggero per non appesantire l’organismo con una difficile e lunga digestione. Da spegnere anche tablet e smartphone. La luce bluastra emessa dagli schermi Lcd è, infatti, nemica della nostra salute. Studi ormai certificati attestano che queste radiazioni luminose inducono una precoce degenerazione maculare della retina, danni alla vista e una ridotta produzione di melatonina, ormone fondamentale per la regolazione dei cicli di sonno, favorendo insonnie più o meno accentuate. Evitate ovviamente sonnellini pomeridiani, intensa attività fisica la sera, fumo, lavoro notturno (abitudine ormai diffusa), luce e temperature troppo alte in camera da letto. Concilia il sonno, invece, un bicchiere di latte di capra caldo o una tisana di camomilla e passiflora prima di coricarsi, un bagno rilassante, andare a dormire e svegliarsi a orari regolari ed eliminare le fonti di stress con un po’ di sana autocoscienza.

Mangiare bene per dormire meglio
Oltre a un corretto stile di vita, fondamentale per evitare notti insonni è porre attenzione all’alimentazione che deve escludere alcuni cibi e favorirne altri.
Alimenti amici
– Pane
Riso
Latte
Formaggi freschi (ricchi di triptofano, precursore della seratonina regolatrice dell’umore e del sonno)
– Zucca
– Lattuga
– Radicchio rosso
– Cavoli
– Rape
Frutta secca
Legumi
– Pesce azzurro
– Banane (ricche di magnesio)
Da contenere al massimo
– Tè
– Caffè
– Bevande a base di cola
– Cioccolato in grandi quantità
– Carboidrati raffinati
– Carni lavorate
– Formaggi stagionati
– Dadi non biologici
– Alcol
– Fumo

 

Insonnia? Sconfiggiamola naturalmente

About The Author

Number of Entries : 106

Leave a Comment

Scroll to top