You Are Here: Home » Alimentazione Bio » IL FARRO: salute ed energia in un unico piatto!

IL FARRO: salute ed energia in un unico piatto!

La seconda tappa del nostro viaggio nel mondo dei cereali ci porterà a parlare del farro.

Sul fatto che sia un alimento prezioso, per le sue ottime proprietà nutrizionali, non ci sono dubbi: è ricco di fibre, di vitamine (quelle del gruppo B) e sali minerali tra cui il ferro, ma, cosa che non tutti sanno, il farro è un ottimo fornitore di proteine, naturalmente delle “migliori”, quelle di origine vegetale!

Nel farro è presente anche il glutine, ma una forma di glutine leggermente diversa rispetto a quello del frumento ed è per questo considerato più digeribile.

Ok, il farro andrebbe introdotto nel nostro menu, ma come orientarsi tra le diverse forme che si trovano in commercio? Si deve comprare quello decorticato o perlato, quello in chicchi o macinato e, soprattutto una volta conquistato il fantomatico pacchetto, come si cucina?

Per aiutarvi a capire prima di tutto cosa mettere nel carrello della spesa (a seconda di cosa vorrete poi mettere a tavola), ecco alcune informazioni di base.

Il farro in chicchi può essere decorticato (primo livello di raffinazione che lo rende adatto soprattutto per zuppe o minestre – tempo di cottura circa un’ora) o perlato (un livello ulteriore di lavorazione, che lo rende adatto a utilizzi simili a quelli del riso, con un tempo di cottura di circa 40 minuti)

Lo spezzato di farro è una preparazione intermedia che consente di ridurre notevolmente i tempi di preparazione delle pietanze (cottura circa 20 minuti), da tenere in considerazione soprattutto per crocchette o tortini di cereali.

Con la farina di farro, invece, è possibile fare un ottimo pane, che avrà un gusto più aromatico rispetto alla farina di frumento.

 La ricetta base per la cottura del farro in chicchi è simile a quella degli altri cereali, è necessario prima di tutto sciacquare i chicchi con acqua fredda mettendoli in un colino sotto il rubinetto per circa mezzo minuto.

Mettere quindi il cereale sul fuoco e portare l’acqua a ebollizione, quindi abbassare la fiamma, schiumare dalle eventuali impurità, salare e coprire la pentola con un coperchio.

Completare la cottura e lasciare riposare per una decina di minuti prima di mescolarlo al condimento per lasciare assorbire completamente l’acqua di cottura e consentire al farro di “gonfiarsi”.

Una volta che il cereale è cotto toccherà alla vostra fantasia inventare tutte le combinazioni possibili con verdure, legumi, carni e spezie, guardate la vostra dispensa e lasciatevi ispirare … anche dagli avanzi!

IL FARRO: salute ed energia in un unico piatto!

About The Author

Number of Entries : 106

Leave a Comment

Scroll to top