You Are Here: Home » Eco » Casa ecologica » I superpoteri pulenti… dell’aceto

I superpoteri pulenti… dell’aceto

Vivere biologico non vuol dire esclusivamente nutrirsi con alimenti coltivati o allevati escludendo l’utilizzo di prodotti chimici. Vivere biologico è una scelta che determina uno stile di vita ben preciso. No agli sprechi e all’inquinamento, sì al riciclo e al rispetto dell’ambiente, solo per fare un paio di esempi.
È questo il motivo per cui Ecomarket, oltre a prodotti commestibili, offre anche una linea di cosmesi naturale e una per lasuper-poteri-pulenti-aceto pulizia della casa, entrambi totalmente ecosostenibili. Anche in natura, però, si possono trovare sostanze dal forte potere pulente. L’aceto biancoper esempio, che ha proprietà sgrassanti, disinfettanti ed è inoltre un ottimo deodorante naturale.

PAVIMENTI
Se volete pavimenti lucidi più a lungo, basta mescolare in un secchio d’acqua un bicchiere di aceto e alcune gocce di sapone per i piatti. Non va però assolutamente utilizzato sul marmo, perché la sua natura acida ha un effetto corrosivo deleterio.

ACCIAIO
L’aceto bianco è un toccasana anche per pulire l’acciaio. Sia per togliere gli aloni dell’acqua o le impronte che rimangono, sia per rimuovere la ruggine dalle superfici e dai coltelli. Bisogna preparare una soluzione di acqua e aceto caldo, immergervi un panno pulito e strofinare energicamente.

pulisci-vetri-con-acetoVETRI
Per pulire senza lasciare aloni i vetri delle finestre, invece, è sufficiente preparare una soluzione con quattro parti di acqua e una di aceto: riempire uno spruzzino e cospargere uniformemente per poi asciugare con un panno pulito compiendo sempre un movimento circolare.

ELETTRODOMESTICI
«L’aceto bianco è utilissimo anche per la pulizia degli elettrodomestici. Basta una spugnetta imbevuta di acqua e aceto per eliminare gli odori del frigorifero e del forno », ci consiglia Silvia Polito, architetto con base a Londra che si destreggia egregiamente tra professione e faccende domestiche con sempre un occhio di riguardo per quanto è ecosostenibile. «Per la pulizia della lavastoviglie aggiungere invece un litro di aceto e azionare il lavaggio a vuoto; stesso procedimento per eliminare il calcare nella lavatrice: è sufficiente un lavaggio a vuoto a 90 gradi con una soluzione composta da quattro litri di acqua e due bicchieri di aceto».

TAPPETI E TESSUTI
Per togliere macchie difficili da tappeti e tessuti, prendere una spugnetta, imbeverla di aceto bianco e tamponare delicatamente.pulisci-con-aceto

CATTIVI ODORI
Questa è forse la caratteristica più nota dell’aceto, ossia quella di eliminare i cattivi odori. Lo si può unire al sapone liquido per i piatti per aumentarne l’efficacia oppure, per combattere i cattivi odori dalle tubature di bagno e cucina, ne si può versare una tazza nello scarico e poi lasciare agire. Per un’azione più duratura, ripetere l’operazione una volta alla settimana.

ANTICALCARE
Infine, non tutti sanno che l’aceto bianco è perfetto anche come anticalcare. Basta immergere una spugnetta nell’aceto e passarla su rubinetti, lavandini e docce per ottenere un effetto splendente. Se invece il calcare ha otturato i fori dei rubinetti o del soffione della doccia, bisogna svitarli e lasciarli a bagno in un recipiente pieno di aceto per qualche ora.

pulisci-acciaio-con-aceto

I superpoteri pulenti… dell’aceto

About The Author

Number of Entries : 106

Leave a Comment

Scroll to top