You Are Here: Home » Alimentazione Bio » Alimentazione naturale » Avena, un pieno di energia

Avena, un pieno di energia

Nel vasto mondo dei cereali l’avena occupa un posto di primo piano. Infatti, rispetto a tutti gli altri, l’avena è il cereale più ricco di vitamina B1 e B2, di proteine, di acido linoleico e di flavonoidi, tutte componenti fondamentali per chi vuole seguire un corretto regime alimentare che sia al tempo stesso bilanciato e goloso.
L’avena, a differenza di altri cereali, è più comunemente consumata per la prima colazione (soprattutto nei Paesi anglosassoni) dove, in fiocchi, è uno degli ingredienti principali di muesli croccanti. Nella sua versione decorticata in cucina può avere un utilizzo diverso e diventare un prodotto di facile consumo come il riso, il farro e l’orzo perlato. Perfetta per la preparazione di minestre d’inverno, nella stagione più calda l’avena decorticata, previa la bollitura, è ideale per la preparazione d’insalate. Comunemente utilizzata da chi segue una dieta vegetariana, l’avena decorticata  in realtà si abbina perfettamente anche a carni

bianche e a crostacei. Alimento nutriente e leggero, in insalata si abbina a ortaggi freschi di stagione e non richiede condimenti elaborati; un filo di olio extravergine di oliva 100% italiano e un pizzico di sale fino, bastano a chi in tavola vuole coniugare sapore e salute.

Sapore e salute: insalata con avena decorticata e fesa di tacchino

Ingredienti per 6 persone
– Avena decorticata 
250gr
– Pomodorini ciliegino 150gr
– Sale e olio extra vergine di oliva q.b.
– Fesa di tacchino 150gr
– Insalata verde di stagione q.b.

Preparazione
Prima di cominciare, lessate l’avena decorticata in acqua bollente leggermente salata: questo cereale richiede almeno un’ora di cottura e quindi, per velocizzare la preparazione d’insalate, l’avena può essere messa in ammollo per almeno una notte e surgelata in sacchetti già porzionati. In questo modo, la preparazione risulterà molto più veloce. Mentre l’avena cuoce, lavate e tagliate l’insalata e i pomodori e grigliate la fesa di tacchino che, a cottura ultimata, dovrete tagliare in listarelle tra loro uguali. In una ciotola da insalata, mescolate tutti gli ingredienti e condite con un filo di olio extravergine italiano e con un pizzico di sale. Una spolverata di semi di lino e  di girasole rende questo piatto ancor più energetico e ricercato.

Tip: invece dell’olio extra vergine di oliva, si può utilizzare l’olio di semi di sesamo per aggiungere una nota di sapore diversa.

 

 

 

Avena, un pieno di energia

About The Author

Number of Entries : 106

Leave a Comment

Scroll to top