You Are Here: Home » Eco » Casa ecologica » Come prendersi cura delle piante in estate

Come prendersi cura delle piante in estate

In estate non siamo gli unici solo a soffrire il caldo. Le piante sui nostri balconi e nei nostri giardini infatti patiscono le alte temperature ancor più di noi e chi non se ne intende o non vanta un particolare pollice verde, in men che non si dica, rischia di ritrovarsi il giardino secco e di dover dire tristemente addio alle piante di cui si è preso cura tutto l’anno.
Il sole è infatti fondamentale per il benessere delle piante ma in estate, quando le temperature si alzano in modo considerevole e i raggi bruciano, rischia di trasformarsi in un pericoloso nemico.

piante

Sta a noi prenderci ancora più cura delle nostre piantine in estate: basta solo qualche piccolo accorgimento in più!

Acqua sì…ma solo al momento giusto!
In estate il terreno si secca facilmente e le piante hanno bisogno di una maggiore quantità di acqua, soprattutto quelle annaffiare500-500x270che hanno radici poco profonde e superficiali. Fornire alle nostre piante la giusta quantità d’acqua è dunque molto importante ma è altrettanto importante innaffiarle nel momento giusto. I momenti migliori per dare loro da bere sono il mattino presto e la sera tardi, quando le temperature sono più miti. Così facendo l’acqua non evaporerà subito e le piante non subiranno uno shock termico troppo forte.

Attenzione ai vasi!
Se le nostre piante sono contenute in vasi di plastica o di colore scuro allora dobbiamo avere qualche attenzione in più perché i vasi, se lasciati al sole, potrebbero surriscaldarsi seccando il terriccio e poi anche le radici.  Se le piante in vaso sono esposte al sole diretto è bene dunque spostarle in una zona più ombreggiata. 

cura piante estateConcime…casalingo!
In estate le piante hanno bisogno di più energia e concimarle è la giusta soluzione per fornire loro maggiore nutrimento. Invece di usare i concimi in commercio che, in grande quantità, rischiano di rovinare le piante, perché non usare il compost casalingo dei rifiuti vegetali? Si tratta di un metodo ecologico che ci permette sia di utilizzare in modo proficuo quelli che altrimenti sarebbero solo rifiuti, sia di arricchire il terreno in tutta sicurezza perché si tratta di concime naturale al 100%!

 
Potatura
Se è necessario potare parti di pianta particolarmente rovinate, allora è meglio farlo nelle ore più fresche della giornata. La potatura va ben programmata non solo per decidere quando tagliare le piante, prediligendo le giornate più fresche, ma anche come. Quando si potano le zone rovinate infatti bisogna prestare attenzione alle foglie e ai rami che prima si trovavano al riparo dalla luce e dal sole mentre poi si troveranno esposte.

 

Vicine, vicine!
Le piante che abbiamo sul balcone o in giardino sono molto diverse tra loro, sia per caratteristiche che per forma e dimensione. Per quel che riguarda le piante in vaso, anziché chiuderle in casa per preservarle dal caldo, una soluzione alternativa consiste nel tenerle tutte vicine, in una zona all’aperto ben riparata. Le piante alte fungeranno da protezione a quelle più piccole e si verrà a creare una sorta di microclima più fresco.

 

 

 

 

 

 

 

Come prendersi cura delle piante in estate

About The Author

Number of Entries : 244

Leave a Comment

Scroll to top