You Are Here: Home » Eco » Cinque comportamenti ecologici da tenere in spiaggia.

Cinque comportamenti ecologici da tenere in spiaggia.

“Un’estate al mare, Voglia di remare, Fare il bagno al largo, Per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni”

Canta così un noto tormentone estivo e in effetti la voglia di tuffarsi nel blu del mare, di sguazzare tra le onde e di sdraiarsi sulla spiaggia si fa sempre più forte!
Non temete, ormai l’attesa è davvero breve! Ancora un po’ di pazienza e nessuno potrà impedirci di crogiolarci al sole, di immergere i piedi nella sabbia e poi nell’acqua limpida!
Le ferie sono alle porte e avete tutto il diritto di godervele! Però non dimenticate che anche in vacanza qualche piccolo sforzo per preservare l’ambiente e tutelare le meraviglie naturali va fatto perché proteggere l’ambiente significa proteggere rispettare e proteggere se stessi, le proprie famiglie, tutte le persone che frequentano le spiagge e gli animali e le piante che popolano l’habitat marino.bagno in mare
Se vi piace potervi sedere in riva al mare su una spiaggia pulita, fate in modo che siate voi i primi a non sporcarla! Ecco qui di seguito 5 semplicissimi consigli da non dimenticare, per proteggere i nostri stupendi litorali e insegnare ai nostri figli quanto sia importante proteggere e tutelare l’ambiente in cui viviamo.

1) Ad esempio, se avete l’abitudine di fumare, raccogliete i mozziconi e gettateli nel cestino, non lasciateli nella sabbia! Le nostre spiagge sono piene di mozziconi perché spesso non si presta attenzione a questi piccoli gesti, così veloci e semplici. Lo stesso vale per gli altri rifiuti: in mare e in spiaggia (come del resto anche in montagna, in campagna e in città) i rifiuti si gettano negli appositi cestini della raccolta differenziata. Pensate che un fazzoletto di carta lasciato nell’ambiente ci mette 3 mesi per degradarsi, un mozzicone di sigaretta da 1 a 5 anni, una lattina di alluminio di una bibita impiega 500 anni e una bottiglia di vetro impiega 1000 anni.
Cifre sbalorditive vero? Alla luce di questi dati prestare attenzione alla raccolta dei rifiuti diventa ancora più importante.
2)Un altro piccolo gesto che non costa poi troppa fatica ma che può fare la differenza consiste nell’abbandonare, almeno in vacanza, le automobili e utilizzare mezzi alternativi e molto meno inquinanti! Cosa c’è di meglio di una bella passeggiata o di una pedalata in bici per raggiungere la spiaggia? Quando è possibile, cerchiamo quindi di lasciare la nostra auto in garage! L’ambiente vi ringrazierà, e anche la vostra linea!
rifiuti in spiaggia3) Utilizzate le docce in spiaggia solo per sciacquarvi, rinfrescarvi e togliere dalla pelle la salsedine. Cercate di non usare shampoo e bagnoschiuma perché queste docce solitamente scaricano direttamente in mare.
4) Ben vengano le feste in spiaggia e le passeggiate al chiaro di luna ma ricordate: lasciate la spiaggia esattamente come l’avete trovata! Dunque, oltre a non abbandonare rifiuti o residui di falò, cercate anche di non alterare l’ambiente spostando meduse morte portate a riva, gli ossi di seppia, le conchiglie ecc: ogni cosa, nell’ecosistema, riveste un ruolo di grande importanza.
5) Non disturbate la fauna e la flora marine: non catturate piccoli pesci, non strappate le alghe e fiori marini, non disturbate gli ucceli e gli insetti: anche in questo caso ogni essere vivente, dal più piccolo pesce all’alga più minuscola di tutte, sono fondamentali per l’equilibrio dell’ambiente in cui viviamo.

 

 

Cinque comportamenti ecologici da tenere in spiaggia.

About The Author

Number of Entries : 243

Leave a Comment

Scroll to top