Hai mai provato la Vegan Mayo? Non sai cosa ti perdi.

Chi lo dice che la maionese è un alimento solo ad appannaggio di alcuni?Questa maionese con ingredienti 100% vegetali è adatta anche per chi segue un’alimentazione vegana, senza glutine o senza lattosio. E’ davvero buona e non ha nulla da invidiare a quella tradizionale 😉

Anche se non possiamo tecnicamente chiamarla maionese 😛 L’utilizzo del termine serve a evocare il gusto di questa buonissima salsa uguale a quella classica ma senza uova 😉

Come si fa a rinunciare alla golosità della maionese, è la salsa più famosa al mondo per farcire i tramezzini e preparare tartine sfiziose. Gli amici e la famiglia saranno entusiasti di assaggiare questo prodotto leggero e buono.

La Vegan Mayo è a base di yogurt di soia e a renderla veramente speciale è la sua texture delicata e fresca che la rende perfetta per accompagnare tantissimi piatti, in particolare numerose ricette estive,  ed è ideale per donare un tocco di sapore in più alle cruditè di verdure.

Il prodotto biologico è certificato e registrato presso la prestigiosa Vegan Society che ne verifica gli standard e ne certifica la qualità.

Promozione
Fino al 24 luglio approfitta della promozione di EcomarketBio “Fai il carrello 
e aggiungi 3 maionesi vegan last – minute ti costeranno solo € 0,99”  (Aggiungi 3 quantità al carrello,  copia il codice veganmayo3, nella pagina “Carrello”, e incollalo nel campo “Codici Sconto”. Clicca sul pulsante “Applica” per ottenere la promo.)

—> Non perdere la Ricetta Video Bio con la Vegan Mayo

Provala e dicci com’è 🙂
Ti aspettiamo!


VEGAN MAYO
I nostri clienti dicono:

☆☆☆☆
” Molto leggera, maionese fantastica senza uova!”

☆☆☆☆☆
” Davvero buona sia il gusto che la consistenza.”

☆☆☆☆
” buonissima è come quella tradizionale ma meno grassa!”

Tre maschere estive fai da te per i capelli.

L’estate sta arrivando e con essa le lunghe nuotate in mare, le giornate in spiaggia e le tanto desiderate vacanze! Forse è presto per pensare alle valigie ma è invece il momento giusto per pensare al benessere dei nostri capelli e iniziare a prepararli al sole, al sale del mare e al cloro. Come? Con tre maschere fai da te, rigorosamente naturali!

capelli-estate-maschere

1) Maschera idratante uovo e cocco 

Pensata per: 
chi ha i capelli tendenti al secco e, con l’arrivo della bella stagione, ama andare in piscina e lasciare asciugare i capelli all’aria aperta ma ben presto si ritrova ad avere a che fare con una chioma arida e crespa.

Ingredienti:
3 tuorli d’uovo
3 cucchiai di burro
2 cucchiai di olio di cocco

Preparazione e modalità
Per preparare questa maschera idratante occorre frullare assieme gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. La maschera va applicata prima di lavare i capelli, occorre solo inumidirli e poi applicarla e lasciarla in posa per 40 minuti circa; trascorso il tempo di posa la maschera va risciacquata con cura con acqua tiepida e a questo punto si può procedere con il lavaggio dei capelli. Per un trattamento intensivo in vista dell’estate, l’ideale sarebbe applicare la maschera sui capelli due volte alla settimana.

2) Maschera Yogurt e PapayaCura-capelli-estate

Pensata per: 
chi ha i capelli fini, leggeri e adora la naturale schiaritura dei capelli data dal sole. La maschera aiuta a rinvigorire e a dare volume alla chioma, preparandola all’esposizione solare. Non dimenticate però di proteggere i capelli con cappello o bandana nelle ore più calde!

Ingredienti:
3 cucchiai di olio di semi di girasole
Mezzo vasetto di yogurt bianco
Mezza papaya
1 cucchiaio di miele

Preparazione e modalità
Per preparare questa maschera occorre schiacciare le polpa della papaya e unirla agli altri ingredienti. Lavare la chioma, sciacquarla con cura e poi applicare la maschera. Il composto va lasciato in posa per 30 minuti circa e la chioma va avvolta nella pellicola trasparente per tutto il tempo di posa. Trascorsi i 30 minuti i capelli vanno sciacquati con acqua fresca e asciugati secondo le proprie abitudini. Oltre alla morbidezza immediata, i vostri capelli saranno profumatissimi!

3) Maschera rigenerante alla banana

Pensata per: 
chi ha i capelli grossi, ricci e indisciplinati. Idrata, ammorbidisce e aiuta a districare i nodi. Ideale anche per chi ha i capelli lunghi.

maschera-bananaIngredienti:
1 banana matura
100 gr di margarina
2 cucchiai di olio di mandorle
1 cucchiaio di latte di mandorle

Preparazione e modalità
Gli ingredienti vanno uniti assieme e amalgamati. Se la consistenza della maschera risulta troppo densa, potete ammorbidirla aggiungendo ancora un po’ di latte di mandorle. La maschera va applicata sui capelli, insistendo sulle lunghezze, lasciata in posa 20 minuti ed è perfetta sia per preparare i capelli all’estate, sia da usare settimanalmente al mare, dopo le intense giornate in spiaggia, per ammorbidire e districare i nodi.

 

Spiedini colorati: tante idee per far apprezzare la frutta e la verdura ai bambini!

Se siete tra quelle mamme in perenne difficoltà nel far assaggiare la frutta e la verdura ai bimbi, allora questo blog vi sarà sicuramente d’aiuto! Presentare in tavola la frutta e la verdura in forma diversa infatti è un’utile strategia per invogliare i bambini ad assaggiare dei cibi davanti a cui, di solito, storcono il naso. Gli spiedini, per loro stessa natura, ben si prestano allo scopo perchè piacciono e incuriosiscono i bambini; mangiarli è divertente perchè i bambini si sentono autorizzati a mangiarli con le mani senza usare posate e la cosa li rende ancor più accattivanti! Se poi, con un pizzico di fantasia, si creano spiedini ad hoc, giocando con forme, colori e usando un pizzico di creatività, allora il risultato è assicurato! Ecco qualche idea davvero carina a cui ispirarvi!

spiedini-frutta-1Bacchette magiche… di frutta!

Facili da realizzare e di sicuro effetto, questi spiedini faranno impazzire i bimbi! Per realizzarli servono mirtilli, anguria, stecchini di legno lunghi, una formina a forma di stella (o a forma di cuore, di fiore, quel che preferite!) e… voilà! Il gioco è fatto! Freschi, buonissimi e davvero carini da vedere, gli spiedini bacchetta magica sono perfetti per una merenda diversa dal solito, per una colazione speciale e per le feste di compleanno estive!

 

 

 

Verdura a formine!speidini-verdure-formine
Un modo per rendere la verdura più interessante agli occhi dei bimbi è tagliarla a formine! Ecco così che un pomodoro tagliato a metà, diventa un cuore, le carote si trasformano in fiorellini e i cetrioli in stelline! Giocando un po’ con la fantasia, ogni spiedino può trasformarsi una storia divertente!

 

 

 

 

spiedini-frutta-arcobalenoArcobaleno di frutta!
Ecco come trasformare la frutta in una cascata di colori e far assaggiare ai bimbi sapori diversi e nuovi! Gli spiedini-arcobaleno di frutta sono coloratissimi,buoni da mangiare e divertenti da realizzare! Ritagliatevi un po’ di tempo per prepararli assieme ai vostri bimbi… gustarli assieme dopo sarà ancora più bello!

 

20110525153900

 

 

Barchette di verdura
Ecco una versione alternativa agli spiedini… le barchette di verdura! Prepararle è semplicissimo: la base è una fettina di peperone, la vela una zucchina e il marinaio un pomodorino! Potete arricchire le barchette con un po’ di formaggio spalmabile o inserire le verdure che preferite: via libera alla creatività!

 

 

 

 

riccio fruttaUn simpatico riccio!
Ecco un simpatico amico dei più piccini: il riccio di frutta! E’ tenero, buffo e… i suoi aculei sono squisiti! La base si prepara con una pera, mentre gli aculei sono degli stuzzicadenti con uva, lamponi, ribes, mirtilli ecc. Per personalizzare il riccio, realizzate gli occhietti con due semini e il nasino con un acino di uva nera. Portare in tavola questi teneri ricci sortirà di certo l’effetto desiderato!

Come combattere il caldo.

Quando le temperature salgono e il caldo si fa sentire, non è semplice adattarsi. Non tutti infatti tolleriamo le alte temperature allo stesso modo e per alcuni resistere al caldo è davvero difficile. L’aria condizionata però non è l’unica soluzione possibile per trovare un po’ di refrigerio: chi preferisce non usarla, adottando qualche escamotage e ricorrendo a qualche semplice trucco, potrà comunque trovare un po’ di tregua alla calura.

comabattere-caldo

Ecco qualche consiglio da tenere presente: si tratta per lo più di semplici regole dettate dal buon senso che però, se rispettate, possono davvero aiutare a affrontare la calura estiva nel migliore dei modi.

1) Bere tanta acqua
Può sembrare un consiglio banale ma non va assolutamente sottovalutato. Quando le temperature salgono infatti il nostro corpo fatica a mantenere la giusta temperatura e il corretto livello di idratazione. Bere acqua, anche quando non si ha sete, aiuta il corpo a trovare il suo equilibrio e a mantenersi idratato. Sarebbe meglio però preferire acqua a temperatura ambiente o, al massimo, fresca, evitando invece di berla ghiacciata. Il refrigerio che sembra dare inizialmente un bicchier d’acqua ghiacciato (o una bibita) e solo momentaneo ed è effimero; si tratta in realtà di uno shock per il nostro corpo e per i vasi sanguigni che si restringono improvvisamente ed il rischio è quello di una congestione.

frullati-centrifughe-contro-caldo2) L’alimentazione… aiuta!
La scelta di alcuni cibi invece di altri aiuta il corpo a mantenersi idratato e ad avere le giuste forze per affrontare la giornata. Meglio sempre prediligere cibi freschi e leggeri che non appesantiscano lo stomaco e che non necessitino di una digestione laboriosa. Via libera a frutta e verdura fresca, anche sotto forma di frullati, spremute e centrifughe. Meglio evitare invece i cibi fritti  e le ricette troppo elaborate.

3) Abiti giusti
In caso di caldo e afa è bene prestare attenzione anche all’abbigliamento. Meglio indossare abiti di lino e cotone e abbandonare quelli sintetici che scaldano e impediscono al corpo di avere la giusta sudorazione. Anche i jeans andrebbero messi momentaneamente da parte a favore di pantaloni più comodi, gonne lunghe o pantaloncini corti, così come sarebbe meglio prediligere scarpe aperte, comode e leggere, che facciano respirare i piedi.

4) Qualche accortezza anche in casafinestra-aperta-mattina
Nei giorni più caldi, è comunque possibile mantenere una leggera frescura anche in casa se ci si comporta nel modo corretto. Le finestre vanno aperte e la casa va areata solo la mattina presto, poi vetri  e imposte andranno chiusi, lasciando in casa una leggera penombra. Si potranno riaprire le finestre la sera, quando la temperatura sarà più fresca. Inoltre in casa è meglio preferire un buon deumidificatore rispetto a condizionatori e ventilatori ed evitare di avere sbalzi di temperatura troppo alti tra una stanza e l’altra.

5) Attenzione agli orari!
Se la giornata è davvero torrida, sarebbe meglio, se possibile, evitare di uscire di casa nelle ore più calde. Se invece la cosa non è possibile è bene uscire attrezzati, con cappello, occhiali da sole e una bottiglia d’acqua a portata di mano. In caso di anziani e bambini è invece raccomandabile rispettare il divieto di uscire nelle ore più calde e, se possibile, sarebbe meglio per loro trascorrere i periodi più caldi in villeggiatura e nel verde, lontano dall’arsura della città.

 

Manfuso: la polpa di pomodoro… consigliata dai pizzaioli!

Alla base della buona riuscita di ogni ricetta c’è in primis la qualità e la bontà degli ingredienti scelti. Lo sanno bene i pizzaioli che, per preparare un’ottima pizza, usano pochi ingredienti ma li selezionano con estrema cura. E proprio i pizzaioli, quando si tratta di scegliere la polpa di pomodoro non hanno dubbi: la migliore è sicuramente quella di Manfuso.

polpa-pomodori-manfuso

Prodotta con pomodoro fresco italiano biologico e succo di pomodoro da pomodoro fresco italiano biologico, la polpa  di pomodoro Manfuso non contiene aggiunta di sale, conservanti e coloranti.
L’origine dei pomodori è italiana al 100%: le coltivazioni si trovano in Puglia e i pomodori sono coltivati secondo i dettami del biologico, senza l’impiego di pesticidi e sostanze OGM. Per preparare questa ottima polpa vengono selezionati i migliori pomodori tondi che saranno poi pelati, tagliati a cubetti  uniformi e inscatolati con un denso e naturale succo di pomodoro.

La Polpa di Pomodoro Biologica Manfuso è gustosa e pronta all’uso: una volta aperta si può consumare entro 3 giorni se conservate in frigorifero in un contenitore per alimenti.

La grande famiglia di EcomarketBio è molto attenta alla qualità e alla bontà dei prodotti che seleziona e propone ed è attenta anche alla convenienza: per questo abbiamo realizzato anche un comodissimo e conveniente formato famiglia composto da 12 pezzi, ideale per avere sempre a disposizione questo alimento.

Ottima è anche la passata di pomodoro Manfuso, ideale per i sughi, ottenuta dal succo di pomodori italiani provenienti da agricoltura biologica, sottoposti a un processo di concentrazione, confezionato in bottiglie di vetro e stabilizzato mediante processo di pastorizzazione.

passata-pomodoro-manfuso
Anche in questo caso tutte le fasi, dalla semina alla raccolta dei pomodori, sono controllate da agricoltori e tecnici che lavorano rispettando i massimi standard di qualità, usando solo pomodori sani e maturi, lavorati in giornata. In questo modo viene garantita tutta la freschezza e il profumo dei pomodori appena raccolti.

La passata di pomodoro Manfuso può essere usata così com’è o previa cottura, aggiungendo eventualmente aromi a piacimento, ed è anch’essa disponibile nel conveniente formato famiglia.

Noi di EcomarketBio abbiamo scelto i prodotti dell’azienda Manfuso perchè sono buoni, sani, sicuri e biologici al 100%. Conserve Manfuso infatti da quasi 20 anni è molto attenta all’agricoltura biologica e usa metodi di produzione che rispettano la salute dell’uomo e dell’ambiente, valorizzando la qualità delle risorse delle comunità locali. I suoi prodotti sono sani ed incontaminati da sostanze chimiche di sintesi e rispettano la natura.

Scopri di più sui prodotti Manfuso!

Tiramisù… senza le uova!

Più leggero della ricetta tradizionale e adatto a soddisfare le voglie delle donne in gravidanza che non possono mangiare uova crude, il tiramisù senza uova è facile e veloce da preparare ed è buonissimo!

ricetta-tiramisu-no-uova

Ingredienti:
Una confezione di biscotti simil Pavesini
500 gr di mascarpone
250 ml di latte parzialmente scremato
200 gr di zucchero di canna
Cacao amaro q.b.
Una tazza di caffè
200 ml di panna

Preparazione
Cominciamo la preparazione del tiramisù dalla crema di mascarpone, unendo il mascarpone allo zucchero e amalgamandoli bene con la frusta. In una seconda ciotola va invece montata la panna e, quando risulterà bella vaporosa, andrà unita delicatamente alla crema di mascarpone e ad essa incorporata. Lasciate la crema a riposare in frigo qualche minuto. Nel frattempo prendete una pirofila e copritene il fondo con i pavesini bagnati leggermente nel caffè, disposti vicini l’uno all’altro; i pavesini vanno ora ricoperti con uno strato di crema di mascarpone e poi, nuovamente, realizzate uno strato di pavesini imbevuti di caffè. Terminate con uno strato di crema e  lasciate il tiramisù in frigorifero per qualche ora. Prima di servirlo, date una bella spolverata di cacao amaro.

Tutti pazzi per la piadina… anche senza glutine!

Che buona la piadina… soprattutto se è bio!
Vi presentiamo una novità assoluta del Catalogo EcomarketBio, che ogni mese si arricchisce di nuovi prodotti buonissimi, di qualità e soprattutto sicuri e certificati.

Piadine

La piadina di frumento biologica è gustosa, leggera e molto digeribile perchè non contiene lievito, motivo per cui viene scelta con piacere da chi è intollerante e da chi preferisce evitarlo per problemi di gonfiore. La piadina è perfetta da gustare a pranzo e a cena, condita con verdura, legumi, carne o quel che preferite, ma anche a colazione e a merenda, accompagnata da frutta, marmellata o creme spalmabili.

Questa piadina ci piace perché: piadina-frumento-bio

  • Contiene Olio Extravergine di oliva.
  • È adatta a chi è intollerante ai lieviti.
  • È un prodotto certificato vegan.
  • È un prodotto biologico, coltivato senza l’utilizzo di pesticidi, sostanze chimiche e OGM.
  • È un alimento sicuro perché proviene da una filiera interamente controllata e certificata.

Per noi di EcomarketBio  è di fondamentale importanza verificare la qualità e l’affidabilità dei fornitori prima di proporne i prodotti e Probios, l’azienda produttrice di questa ottima piadina, è assolutamente uno dei nostri fornitori di fiducia! Oltre a promuove da oltre 35 anni la coltivazione di materie prime nel rispetto dell’uomo e della natura, Probios da molti anni si dedica anche alla creazione e alla commercializzazione di linee di prodotti adatti a chi deve seguire specifici regimi alimentari. La linea “La Via del Grano” è la linea di prodotti a base di farina di frumento che riscopre il cereale dalle antiche origini, proponendo una vasta gamma di sani prodotti biologici dal per tutta la famiglia.

Ecco gli ingredienti usati per la preparazione di questa ottima piadina:
*farina di grano tenero tipo 0, acqua, *olio extra vergine di oliva, sale, aroma naturale. *biologico

Schermata 2017-05-22 alle 17.31.37

Per le persone celiache e che non possono mangiare il glutine c’è invece la piadina con grano saraceno senza glutine da agricoltura biologica. Ricca di fibre e preparato con olio extra vergine di oliva e olio di girasole di alta qualità, questa piadina è adatta anche per chi segue un’alimentazione di tipo vegano.

Fa parte della linea “altri cereali” di Probios, una linea di prodotti da forno e pasta, a base di cereali alternativi come avena, quinoa, amaranto, miglio, grano saraceno e teff, tutti garantiti senza glutine.

Qui di seguito gli ingredienti principali usati per la preparazione della piadina di grano saraceno senza glutine: acqua, *farina di grano saraceno, *farina di riso, *olio di semi di girasole, *olio extravergine di oliva.  *biologico.

 

 

Confettura di fragole: ecco come prepararla.

Ottima da gustare sul pane a colazione e ideale per realizzare crostate e farcire dolci, la confettura di fragole è una delle più amate! Oggi vi spieghiamo come realizzarla in casa e come conservarla nel tempo.

marmellata-di-fragole

Ingredienti
1 kg di fragole mature
800 gr di zucchero
1 limone grande

Preparazione
Cominciamo dalle fragole: occorre per prima cosa lavarle sotto l’acqua corrente, pulirle dalle foglie e dal picciolo e poi asciugarle. Le fragole andranno poi messe in un recipiente assieme allo zucchero e al succo ricavato spremendo il limone e il tutto andrà lasciato riposare per 12 ore, in modo che la fragole si insaporiscano e assorbano gli altri ingredienti. Trascorso il tempo di riposo, il composto va trasferito in una pentola anti-aderente e va cotto a fiamma media per mezz’ora. A questo punto il composto va frullato con un frullatore ad immersione e il tutto va nuovamente cotto per un’altra mezz’ora. Terminata la cottura, la confettura di fragole può dirsi pronta: è arrivato il momento di versarla nei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati in acqua bollente. I vasetti vanno riempiti fino all’orlo, lasciando circa un centimetro dal bordo, chiusi con il tappo e poi disposti capovolti e lasciati riposare in questa posizione da 2 a 5 ore. Il calore contribuirà a creare nei barattoli il sottovuoto. Terminata l’attesa la confettura si sarà raffreddata e i vasetti andranno ora conservati in un luogo fresco e buio finchè non si deciderà di usarli.

Nota bene:
La sanificazione e sterilizzazione di barattoli e tappi e la creazione del sottovuoto sono elementi fondamentali per la buona riuscita della confettura e per la salute. Rimandiamo pertanto alle linee guida del Ministero della Salute in modo da avere tutte le informazioni a questo proposito.

Settimana della Celiachia: scopri il pacco Celiachia della famiglia EcomarketBio

Dal 13 al 21 maggio si svolge la Settimana Nazionale della Celiachia.
Si tratta di un’iniziativa, giunta quest’anno alla sua terza edizione, ideata dall’Associazione Italiana Celiachia Onlus che ha lo scopo di informare e sensibilizzare il pubblico in merito a una patologia che in Italia interessa circa 600.000 persone.

settimana celiachia

La Nutrizione” è il tema dell’edizione di quest’anno e attraverso contenuti semplici, fruibili da tutti ed efficaci si cercherà di spiegare al maggior numero di persone cos’è la celiachia, cosa significa soffrire di questa patologia e di fare chiarezza in merito ai tanti dubbi che ancora aleggiano attorno al discorso dell’alimentazione con o senza glutine. Indicativo a questo proposito è lo slogan scelto per questa edizione:

“Il senza glutine non è una moda, è la terapia per la celiachia. Una settimana dedicata all’educazione alimentare, per vivere al meglio la dieta”.

Si pensi infatti che nel nostro paese ogni anno si spendono 320 milioni di euro per prodotti senza glutine, ma solamente 215 derivano dagli alimenti erogati per la terapia dei pazienti celiaci. Questi dati dimostrano in modo chiaro che in troppi ancora considerino erroneamente la dieta senza glutine un mezzo per dimagrire e essere in salute; le ricerche scientifiche però a questo proposito parlano chiaro: la dieta senza glutine è essenziale solo ed esclusivamente per i celiachi mentre chi non lo è non ne trae alcun giovamento.

Perfettamente d’accodo sull’importanza di introdurre il tema della celiachia nella riflessione globale sull’alimentazione, vi presentiamo il nostro Pacco Celiachia Bio: un’unica e comodissima confezione per avere a disposizione tutti gli alimenti adatti alla vostra alimentazione, certificati dall’associazione italiana celiachia e presenti nel prontuario AIC.

Schermata 2017-05-17 alle 14.04.22

 

Alimenti buoni e salutari, che piacciono a tutta la famiglia. I buonissimi Cuori di Riso al cacao, le Conchigliette di grano saraceno e la Zuppa mediterranea senza glutine sono solo alcuni esempi dei tanti prodotti che troverete all’interno del pacco.

Noi di EcomarketBio sappiamo bene quanto la qualità degli alimenti sia importante e per questo ogni nostro prodotto viene selezionato con estrema cura e garantito a 360° dalla nostra Grande Famiglia. All’interno del Pacco Celiachia abbiamo inserito per voi, provandoli personalmente, 9 alimenti preparati con ingredienti coltivati con cura e passione secondo i principi del biologico e le migliori marche del bio, per garantire prodotti buoni e di qualità.
Ogni alimento, 100% biologico, è certificato dall’Associazione Italiana Celiachia e pensato anche per chi è intollerante al lattosio.

Schermata 2017-05-17 alle 14.04.53
Il pacco Celiachia è sicuro perchè ogni alimento proviene da una filiera interamente controllata e certificata e, ordinandolo dal nostro sito web, arriverà comodamente a casa vostra con consegna gratuita.

Torta morbida allo yogurt senza lattosio

Perfetta per una buona colazione e per una merenda golosa e salutare, la torta morbida allo yogurt senza lattosio è leggera, soffice e semplice da realizzare. La torta morbida ben si presta inoltre ad essere farcita con la vostra confettura di frutta preferita!

torta-morbidina-no-lattosio

Ingredienti
200 gr di latte di soia
150 gr di yogurt di soia
120 gr di fecola di patate
150 gr di zucchero integrale di canna
2 uova
1 bustina di lievito per dolci
200 gr di farina 00
60 gr di olio di semi 
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
zucchero a velo
Burro senza lattosio
Sale, un pizzico
Confettura extra di lampone

Preparazione
In una ciotola, montare le uova con lo zucchero finchè non si otterrà un composto soffice; a questo punto aggiungere lo yogurt di soia, l’olio di semi, il latte di soia e l’estratto di vaniglia, continuando a mescolare con la frusta. In una seconda ciotola, la farina, la fecola, il sale e il lievito vanno setacciati assieme e poi incorporati nel primo composto mescolando qualche secondo. Nel frattempo prendete una teglia ampia e capiente che andrà imburrata e infarinata; l’impasto va versato e livellato nella teglia e il tutto va infornato in forno pre-riscaldato a 180° per tre quarti d’ora circa. Terminato il tempo di cottura, è bene accertarsi che la torta sia pronta usando la prova dello stuzzicadenti, che non dovrà essere bagnato. La torta andrà quindi lasciata raffreddare per poi essere decorata con lo zucchero a velo e farcita con la propria confettura di frutta preferita: noi abbiamo scelto la confettura extra di lampone.