Besciamella di riso: una gustosa alternativa

La besciamella è un ingrediente davvero fondamentale per alcuni piatti ma è un alimento che non tutti apprezzano. Esiste però un modo perchè tutti ne possano gustare la morbidezza e la cremosità: scegliere la besciamella di riso, una gustosa alternativa, più leggera e sana, rispetto a quella classica.

Ideale per chi sceglie o necessita di un’alimentazione senza lattosio, la besciamella di riso è buona, gustosa e leggera! Si tratta di un condimento vegetale a base di farina di riso, 100% Vegan e Senza Glutine.
La besciamella di riso si può usare tranquillamente per la preparazione di paste al forno, lasagne, cannelloni e sformati di verdura e donerà a queste ricette un nuovo, delicato sapore.

La besciamella di riso Rice & Rice di Probios è biologica, senza olio di palma e realizzata con ingredienti coltivati senza l’utilizzo di sostanze chimiche, pesticidi e ogm. La farina con cui viene preparata è rigorosamente di riso italiano ed è davvero ottima per cucinare e dare sapore ai piatti più amati.

Si conserva a temperatura ambiente, una volta aperto tenere in frigorifero e consumare entro 3-4 giorni.

Noi di EcomarketBio, sempre attenti alle vostre tavole e ai prodotti che vi proponiamo, abbiamo scelto la besciamella di riso per la sua qualità, la sua bontà e le sue certificazioni.

Probios è un’azienda leader nella distribuzione di alimenti biologici vegetariani e da molti anni si dedica alla creazione di linee di prodotti adatti a chi deve seguire specifici regimi alimentari.
La grande famiglia di  EcomarketBio abbiamo scelto di accoglierlo tra i nostri fornitori “di fiducia” perché abbiamo verificato la qualità e la sicurezza dei prodotti che offre e perché il 70% delle materie prime viene coltivato in Italia.

I 5 benefici del tè verde

Ottimo di sapore e ricco di proprietà salutari e benefici: chi non conosce il tè verde? Scopriamo assieme le sue caratteristiche, i 5 benefici che è in grado di regalarci e i motivi per cui consumarlo regolarmente fa bene alla salute.

tè-verdebenefici

Consumato abitualmente da secoli in Cina e in Giappone, il tè verde è ottimo da gustare bollente in inverno e tiepido in estate. La fama di questa bevanda, universalmente apprezzata in Oriente, ha fatto in breve il giro del mondo e oggi i benefici del tè verde sono ufficialmente riconosciuti ovunque. A rendere questa particolare varietà di tè un vero e proprio elisir di benessere sono le sue proprietà anti-ossidanti, anti-infiammatorie e diuretiche.

Scopriamo assieme perchè bere tè verde fa bene al nostro organismo:

1) Aiuta a prevenire la carie
Essendo un antibatterico naturale, il tè verde è in grado di contrastare l’azione dei batteri, soprattutto nel cavo orale. Questa bevanda aiuta a mantenere la bocca in salute e a proteggerla da tartaro e carie.

2) Rallenta l’invecchiamento
Il tè verde è ricco di anti-ossidanti, importantissimi per il nostro organismo perchè in grado di rallentare i naturali processi di invecchiamento, contrastando l’azione dei radicali liberi. Grazie all’azione degli anti-ossidanti, le cellule e i tessuti del nostro organismo si rigenerano più rapidamente e si mantengono vitali e reattivi.

3) Amico della linea
Il tè verde è un prezioso alleato per chi fa la dieta. Contribuisce infatti a ridurre l’assorbimento dei grassi e aiuta a smaltirli più rapidamente. Grazie alla sua azione diuretica e depurante, questa bevanda aiuta a sentirsi sgonfi e più leggeri.

4) Azione benefica e preventiva contro alcune patologie
Grazie al suo grande potere anti-infiammatorio, il tè verde svolge anche un’azione anti-tumorale a contribuisce a prevenire l’insorgere di problematiche cardiovascolari e neurologiche. Aiuta anche a regolare la circolazione e la pressione sanguigna e contribuisce a prevenire la comparsa del diabete perchè bilancia la presenza degli zuccheri nel sangue.

5) Protegge la pelle dal sole
Secondo recenti studi, pare che il tè verde aiuti anche a proteggere la pelle dall’azione dannosa dei raggi solari a cui ogni giorno siamo sottoposti. Il merito è delle catechine, sostanze benefiche contenute in questa bevanda.

Tè verde biologico
Per gustare al meglio il sapore di questa bevanda e godere appieno dei tanti benefici che è in grado di regalarci, perchè non scegliere il tè verde biologico? Noi vi consigliamo il Tè verde bio di Consorzio CTM Altromercato, proveniente da agricoltura biologica, coltivato senza l’impiego di pesticidi e sostanze chimiche e prodotto secondo le linee del commercio equo e solidale, nel rispetto delle piccole comunità agricole locali.

 

Frullato a colazione… e inizi la giornata con grinta

La colazione è un pasto fondamentale perchè permette di fare il pieno delle sostanze nutrienti che serviranno per affrontare la giornata con grinta e con la giusta vitalità. E’ molto importante non saltare mai la colazione ma è altrettanto importante scegliere gli alimenti giusti da gustare di mattina. A questo proposito i frullati si rivelano degli ottimi e gustosissimi alleati per fare il pieno di energia!

Dopo il riposo notturno, il corpo ha bisogno di riattivarsi e lo fa bruciando le calorie che gli forniamo con la colazione. Questo è il motivo principale che rende a la colazione davvero importante e insostituibile. Fare colazione permette al corpo di mettersi in moto e bruciare le calorie che gli serviranno per carburare. Una delle motivazioni più comuni di chi salta la colazione o, al contrario, ingurgita rapidamente quel che ha a portata di mano (di solito dolci molto calorici o merendine preconfezionate) è la mancanza di tempo. Quando la vita è frenetica e  si comincia a correre dalla mattina, la colazione è di solito la prima cosa che salta. A tutti sarà capitato saltuariamente di bere un caffè al volo o mangiare un biscotto, per riempire lo stomaco, mentre ci si infila la giacca. Può succedere, ma rendere queste azioni abituali non giova affatto alla salute. E’ bene ritagliarsi dieci minuti per fare colazione con calma, sedersi al tavolo e mangiare con tranquillità. I frullati rappresentano una soluzione ottimale per una colazione nutriente e corretta. Ricchi di vitamine e sali minerali, sono nutrienti, completi a livello alimentare e facili da preparare e in estate sono particolarmente amati per la freschezza, il potere dissetante e la leggerezza.
Vi proponiamo due ricette veloci, gustose e ideali da sfruttare quando si ha poco tempo a disposizione ma tanto bisogno di energie e vitalità.

Frullato di more e yogurt
Ricco di vitamine e sali minerali, questo frullato è un vero elisir benefico dal sapore ricco e gustoso. Per prepararlo occorrono:

10 more
1 yogurt bianco naturale
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di semi di chia

Prepararlo è semplicissimo: occorre frullare le more e lo yogurt assieme finche non si ottiene una bevanda cremosa e omogenea. A questo punto basta unirvi il miele e il cucchiaino di semi di chia, mescolare con cura e gustare il frullato con calma, ritagliandovi 10 minuti di relax.

Frullato di pesca, fragola e latte di mandorle
Grazie all’apporto di vitamina C, potassio e fibre, con questo frullato si fa il pieno di energia!
Per prepararlo servono i seguenti ingredienti:

3 fragole
1 pesca
1 bicchiere di latte di mandorle
1 cucchiaio di miele
8 mandorle pelate

Procedete in questo modo: dopo aver pulito i frutti, metteteli nel frullatore assieme al latte di mandorle e alle mandorle, che avrete precedentemente tritato sottili. Quando la bevanda risulterà omogenea, non resta che addolcirla con il miele e gustarla, accompagnata da una fetta di pane integrale.

 

Vitamina D: dove trovarla

La vitamina D è una sostanza davvero importante per il nostro corpo. Può capitare però, per vari motivi legati ai diversi stili di vita, all’età, alle differenti abitudini e alle situazioni personali, che  l’organismo ne sia carente, con conseguenze anche gravi per la salute. Prima di disperarsi e ricorrere a supplementazioni esterne non concordate con il proprio medico, è bene ricordare però che la Vitamina D è presente in natura e in tanti alimenti che passano sulla nostra tavola.

L’importanza della vitamina D
La vitamina D, detta anche vitamina del sole, ha tra i suoi primari compiti quello di fissare il calcio nelle ossa e di favorirne anche l’assorbimento da parte di intestino e reni, facendo in modo che il calcio non venga espulso con l’urina. Solitamente il nostro organismo fa il pieno di questa vitamina con l’esposizione solare, garantendo in questo modo la sintesi del colecalciferolo, il principale precursore della Vitamina D. L’esposizione solare rappresenta la principale fonte di questa vitamina ed è il motivo per cui la stagione estiva è quella che più di tutte, grazie alle giornate più lunghe e al sole più forte, consente di accumulare questa sostanza in grandi quantità nell’organismo, così da poterla poi riutilizzare nel corso degli altri mesi dell’anno, decisamente meno soleggiati. Al giorno d’oggi però questo processo così naturale non sempre va a buon fine: complici gli attuali stili di vita che ci fanno trascorrere gran parte della giornata in un ufficio, l’età e le problematiche di alcune persone, che non consentono loro di esporsi al sole sufficientemente, il fabbisogno corporeo di Vitamina D spesso non viene soddisfatto in maniera esaustiva. Come fare allora, considerando che in alcuni periodi della vita, come l’infanzia, la gravidanza o l’allattamento, questo fabbisogno cresce ancora di più? Ricordandosi che l’esposizione solare non rappresenta l’unica soluzione per fare il pieno di Vitamina D.

Gli alimenti che contengono Vitamina D
Molto spesso la soluzione a tante problematiche passa proprio per la tavola. Conoscere quel che mangiamo e sceglierlo accuratamente sulla base dei nostri bisogni, può essere infatti davvero utile per l’organismo. In caso di carenza di vitamina D o di un periodo di particolare bisogno, la scelta dei giusti alimenti contribuisce a risolvere il problema.

Tenendo presente che il fabbisogno di Vitamina D varia da persona a persona, in relazione all’età, alle abitudini, alla salute e che un consulto con il proprio medico è di fondamentale importanza per verificare le dimensioni della carenza e concordare un’eventuale supplementazione (le conseguenze della mancanza di questa vitamina posso essere anche molto gravi) ecco i cibi più ricchi di Vitamina D da portare in tavola.

PESCE
Lo sgombro, il salmone, le aringhe, il merluzzo e le sardine sono tra i pesci più ricchi di vitamina D. Sono pesci grassi e il loro apporto di sostanze nutrienti e vitamine è ampio e vario. Questi pesci fanno molto bene all’organismo e sarebbe l’ideale che facessero parte della nostra alimentazione in modo abituale e costante.

OLIO DI FEGATO DI MERLUZZO
Si tratta di una vera e propria fonte di vitamina D. Le nonne ne raccomandavano un cucchiaio al giorno e non avevano tutti i torti, visti i grandi benefici di cui è ricco. Non apprezzato a causa del forte odore e del sapore, questo olio però è un vero elisir per la salute.

UOVA
Anche nella uova è presente la vitamina D, motivo per cui dovrebbero far parte della nostra alimentazione in modo costante, senza però esagerare. E’ sufficiente mangiarle 1/2 volte alla settimana.

VERDURA A FOGLIA VERDE
Nell’elenco non poteva certo mancare la verdura. Oltre all’ampio apporto di vitamine e sali minerali che le verdure a foglie verdi consentono di ottenere, esse sono anche una preziosa fonte di vitamina D.

I 5 cibi che proteggono dal sole

Per proteggersi al meglio dal sole le creme solari sono fondamentali ma un aiuto fondamentale viene anche dalla tavola. La scelta di alcuni cibi infatti può rappresentare un valido aiuto per proteggere il nostro corpo dal sole in modo ancora più efficace!

Ecco quali sono i cinque cibi che aiutano a proteggersi dal sole!

esposizione solare

 

1) Anguria
Fresca, dolce e assolutamente estiva, mangiare l’anguria è un vero e proprio piacere! Essendo ricca di acqua l’anguria contribuisce a mantenere l’idratazione corporea durante l’esposizione al sole e grazie al licopene, aiuta a prevenire le scottature solari. Ricordate che portare in spiaggia una bella fetta di anguria non basta, la crema solare giusta, in relazione al proprio fototipo è essenziale!

2) FragoleFragole
Ricche di vitamina C, di acqua e di fibre, le fragole sono un pieno di benefici per l’organismo e davvero gustoso. Tra le caratteristiche benefiche di questo frutto c’è anche quella di essere ricco di anti-ossidanti, utilissimi per il benessere della pelle e per contrastare l’azione dei radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

3) Carote
Vi ricordate quando da piccoli vi dicevano di mangiare tante carote per preparare la pelle al sole? Ebbene sì, avevano ragione! Le carote infatti sono ricche di beta-carotene che, se assunto con costanza durante l’anno, aiuta la pelle a prepararsi all’esposizione solare.

4) Cetrioli
Ricchissimi di acqua e freschissimi, i cetrioli si mangiano davvero piacevolmente con il caldo e ci regalano preziosi benefici. Aiutano infatti a mantenere la pelle idratata, in modo da fronteggiare al meglio la naturale azione dei radicali liberi e sono ricchi di vitamine, acido folico e sali minerali, tutti importanti per proteggere la pelle dagli agenti esterni e dal sole.

albicocca-sole5) Albicocche
Le albicocche sono un frutto goloso e molto utile. Ricche di carotenoidi e di vitamine, contribuiscono a mantenere la pelle idratata ed elastica, anche sotto il sole, che rappresenta una situazione di stress a livello cutaneo.

Sei alternative naturali allo zucchero

Quando si pensa allo zucchero, a molti viene in mente lo zucchero bianco. Non tutti si rendono ancora conto di quanto questo zucchero, che subisce lunghi processi di lavorazione e di raffinazione per schiarirlo, non faccia proprio bene al nostro organismo. Lo zucchero infatti nella sua forma grezza non è affatto bianco, lo diventa in seguito a specifici trattamenti che lasciano ben poco di quelle sostanze nutrienti e importanti che lo zucchero aveva nella sua forma grezza.

zucchero-alternative

Se zuccherare gli alimenti è un’abitudine a cui non possiamo proprio rinunciare, perchè non scegliere allora dei dolcificanti naturali, più sani in grado di dolcificare come lo zucchero?

Ecco sei valide alternative da provare!

1) Zucchero di canna integrale 
Si tratta dello zucchero che non subisce alcuna lavorazione chimica nè raffinazione. Estratto dal succo di canna, lo zucchero di canna integrale trattiene molti principi nutritivi, è ricco di sali minerali, in particolare di ferro e si caratterizza per il colore ambrato e i granelli spessi e irregolari. Il suo sapore è dolce e mieloso ed è perfetto per dolcificare il caffè e il tè e per preparare torte e biscotti. Ancor meglio è lo zucchero di canna integrale biologico, proveniente da agricoltura biologica e prodotto senza pesticidi, sostanze chimiche e OGM.

2) Il miele
E’ una delle alternative allo zucchero più usata e più golosa. E’ ricco di vitamine e di sostanze nutrienti e, a seconda della varietà di fiori con cui viene realizzato, ha sapore e consistenza diversa. Essendo molto dolce, basta una piccola quantità di miele per dolcificare. Il miele è però molto calorico e per questo è bene non abusarne.

3) Lo sciroppo d’acero

sciroppo-acero-biologico-probios-ecomarketbioLo sciroppo d’acero naturale si ottiene dall’ebollizione della linfa d’acero; si tratta di un dolcificante salutare, ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Inoltre è uno dei dolcificanti naturali meno calorici: conta infatti 261 kcal per ogni 100 g di sciroppo.

4) Lo zucchero di cocco
Prodotto dai fiori del cocco indonesiano, lo zucchero di cocco è un’alternativa salutare a basso indice glicemico dello zucchero. Viene estratto dai fiori della palma da cocco e, non essendo raffinato, mantiene inalterate tutte le sue proprietà naturali ed è ricco di vitamine e minerali, tra cui potassio, zinco, ferro e vitamina B. Lo zucchero di cocco ha un sapore aromatico e intenso e, rispetto allo zucchero di canna, è più nutriente e richiede per la coltivazione meno acqua e meno attenzioni al terreno rendendo però il doppio in quantità di prodotto.

5) Il succo d’uva
Il succo d’uva si ottiene bollendo e spremendo l’uva. Il suo sapore è dolce e particolare e spesso viene speziato con la cannella e i chiodi di garofano. Ben si presta per dolcificare dolci e biscotti, purchè il suo sapore particolare piaccia.

6) Il succo d’agave
Il succo d’agave è uno sciroppo dolce che si estrae da una pianta grassa del Messico. E’ un dolcificante antico, conosciuto e usato anche dalle popolazione azteche. Nutriente e ricco di sali minerali, il succo d’agave va usato nella versione naturale, non raffinata e trattata.

7 consigli per mangiare bene in famiglia

Mangiar bene è importante, si sa, soprattutto se in casa ci sono bambini. Le scelte alimentari che si fanno a casa sono fondamentali per la salute della famiglia e per porre le basi per una corretta visione alimentare che è bene che i bambini interiorizzino. Mangiare bene non è difficile, ecco alcune semplici regole da fare proprie.

mangiarbenefamiglia

Mangiar bene vuol dire mangiare vario
Un’alimentazione sana e variata è il primo passo per imparare a mangiar bene. La dieta settimanale deve essere varia e contemplare tanti alimenti diversi, in modo da poter trarre beneficio da ognuno di essi. Soprattutto per i bambini, è importante imparare a familiarizzare con alimenti diversi, scoprendo sapori e consistenze e imparando ad apprezzarne le diverse caratteristiche. La varietà della dieta dovrà però essere sempre studiata e bilanciata, avendo cura di abbinare carboidrati e vitamine in modo equilibrato.

Frutta e verdura
Alimenti imprescindibili della corretta alimentazione sono la frutta e la verdura fresche. L’ideale sarebbe mangiare nel corso della giornata 5 porzioni di entrambe, incrementando la presenza della frutta e della verdura anche per quel che riguarda gli spuntini.

alimentazionefamigliaIncrementare la presenza di pesce e legumi nella dieta
Spesso trascurati a favore della carne, il pesce e i legumi sono invece molto importanti nella dieta. Ricchi di sostanze nutrienti e benefici, è bene incrementare nella dieta la presenza di questi alimenti e ridurre invece il consumo di carne, specialmente di carne rossa.

Integrale è meglio
Imparare a scegliere i prodotti integrali rispetto a quelli bianchi, è un’abitudine che premia in termini di salute e qualità. Abituare i bambini a familiarizzare con prodotti di questo tipo, aumenterà la possibilità che essi entrino abitualmente a far parte delle loro scelte alimentari anche crescendo.

Poco sale, poco zucchero
Tanti di noi sono abituati a non avere limiti quando si tratta di salare o zuccherare le pietanze. Limitare la loro presenza nella dieta è invece di fondamentale importanza per la salute, soprattutto per i bambini. Per quel che riguarda il sale, tanti cibi possono essere insaporiti a livello ottimale anche usando le spezie. E’ bene inoltre diminuire le dosi di zucchero giornaliere e privilegiare invece prodotti alternativi allo zucchero.

Mangiare piano
Abituarsi a mangiare lentamente, masticando con cura, permette di assaporare meglio il cibo e di concentrarsi sul momento. Mangiare lentamente permette inoltre di avvertire prima il senso di sazietà reale ed evitare inutili abbuffate. Quando si mangia è giusto e salutare prendersi il proprio tempo ed evitare fast-food o cibi spazzatura, che spingono a mangiare in fretta e a introdurre nel corpo tantissime calorie inutili e dannose.

Bere tanta acqua
L’acqua è fondamentale per la salute e la sua presenza in tavola e nella dieta quotidiana non va assolutamente trascurata. Bere fa bene all’organismo e lo idrata. Tra i bambini c’è spesso la tendenza a bere poco e a privilegiare succhi e bevande zuccherate: insegnare ai bambini, fin da piccoli, a bere acqua è davvero importante.

I cinque cibi che aiutano a restare giovani

Una corretta alimentazione è alla base della nostra salute. Mangiar bene infatti è fondamentale per sentirsi bene e mantenere mente e corpo attivi, reattivi e in forma. Ma i benefici non finiscono qui: pare infatti che una corretta alimentazione aiuti il nostro fisico a mantenersi giovane, attivo, dinamico e a rallentare i naturali processi di invecchiamento.

cibi-per-restare-giovani
Tutto merito degli antiossidanti, gli alleati naturali perfetti nella lotta contro l’invecchiamento.
Quali sono i cibi, ricchi di antiossidanti, che aiutano a mantenersi giovani? Scopritelo con noi!

Ecco i cinque cibi che non potranno più mancare nella vostra dieta:

1) Olio extra vergine d’oliva
Ricco di vitamina E, acidi grassi e Omega 6, l’olio extra vergine d’oliva è davvero un elisir di benessere! Ha il potere di proteggere l’organismo contro i processi infiammatori e contro l’invecchiamento cellulare ed è un valido alleato delle difese immunitarie. L’Olio extra vergine d’oliva, oltre ad essere buono, è fondamentale per una sana alimentazione ed è alla base della dieta mediterranea.

2) Le noci
Chi l’avrebbe mai detto che un frutto così piccolo potesse regalare così tanti benefici! Coloro che mangiano noci abitualmente infatti, fanno il pieno di vitamine, sali minerali, grassi insaturi e soprattutto antiossidanti e omega 3 che aiutano l’organismo a restare in forma e a mantenersi giovane e attivo. Secondo uno studio condotto da ricercatori dell’Imperial College di Londra, mangiare 20 gr di noci al giorno aiuterebbe anche a diminuire il rischio di ammalarsi di malattie cardiache e respiratorie.

3) Il pesce
Grazie agli Omega 3 di cui è ricco, il pesce aiuta a mantenere giovane la mente e rallentare il decadimento cognitivo. Tra le tante varietà di pesci, quelli più utili a rallentare il decadimento cognitivo sono il tonno, lo sgombro, il nasello e il merluzzo. Mangiare pesce regolarmente aiuta a mantenere attiva la mente, ad avere una memoria di ferro e favorisce la concentrazione.

4) I mirtillimirtilli-per-restare-giovani
Anch’essi ricchi di antiossidanti, i mirtilli sono validi alleati per il cervello e le funzioni mnemoniche. Grazie anche al prezioso contributo della vitamina C, i mirtilli sono in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi. Il potere ringiovanente è dato anche dai numerosi altri benefici che i mirtilli offrono e che consentono all’organismo di mantenersi in salute, attivo e forte.

5) La curcuma
La curcuma è un vero e proprio elisir di giovinezza; questa spezia di coloro giallo-arancione vanta infatti poteri antiossidanti, antinfiammatori e antidolorifici. Tra i tanti benefici che questa spezia offre, da non trascurare è il potere anti-age. La curcuma infatti aiuta il nostro organismo a mantenersi giovane e attivo su più livell; rallenta infatti il foto-invecchiamento cutaneo in modo significativo, proteggendo la pelle dall’azione dannosa dei raggi UV e prevenendo danni e lesioni dovute alle radiazioni solari dannose. Riducendo le infiammazioni, proteggendo gli organi e contribuendo a rendere il corpo più forte, ne rallenta i naturali processi di invecchiamento e decadimento corporeo, anche grazie al grande potere antiossidante che limita l’azione dei radicali liberi.

Lo zenzero: un prezioso alleato per il nostro benessere

Da sempre noto e molto usato in Oriente lo zenzero, pianta erbacea di origine orientale, sta sempre più conquistando consensi anche da noi grazie ai suoi mille usi e ai tanti benefici che questa pianta ci può regalare. Oltre alle innumerevoli proprietà benefiche per la salute, contribuiscono a renderlo noto e sempre più amato, anche il suo sapore inedito e il gusto piacevole che lo rendono un gustoso alleato anche in cucina.

zenzero-benefici

1) Amico dell’apparato gastro-intestinale
Lo zenzero, grazie alle sue proprietà calmanti e rilassanti, si rivela un prezioso alleato nel combattere i dolori allo stomaco e all’intestino; rilassando i muscoli gastro-intestinali infatti aiuta a prevenire la formazione di aria e a ridurre il gonfiore. In caso di nausea, lo zenzero si rivela molto utile, aiutando a calmare il fastidio e dopo un pasto particolarmente pesante, masticare un pezzettino di zenzero, facilita la digestione.

2) Lo zenzero depura!
Le tisane allo zenzero, oltre ad essere davvero buone e gradevoli di sapore (lo zenzero si sposa alla perfezione con un po’ di succo di limone e un cucchiaino di miele) favoriscono i processi digestivi e aiutano a depurare l’organismo dalle scorie, donando un senso di leggerezza.

3) Combatte i malanni stagionali
Raffreddore e mal di gola sono malanni comuni ma piuttosto fastidiosi che ci colgono di sorpresa non solo in autunno e in inverno ma anche in primavera, quando gli sbalzi di temperatura sono all’ordine del giorno e la voglia di alleggerire l’abbigliamento è tanta. In caso di raffreddore lo zenzero è molto utile e può essere consumato sia fresco che nella forma di infusi, a seconda di quel che si preferisce. Anche in caso di mal di gola lo zenzero si rivela un prezioso amico: basta masticarne un pezzetto non appena la gola inizia a pizzicare e le proprietà calmanti e rilassanti contribuiranno in maniera efficace ad attenuare l’infiammazione in corso.

zenzero-alleato-salute4) Allevia i dolori mestruali, muscolari alle articolazioni
Lo zenzero in Oriente viene considerato un anti-dolorifico e anti-infiammatorio naturale e come tale viene usato per risolvere ed alleviare alcune problematiche. Perfetto come infuso, lo zenzero contribuisce a rendere meno intensi i dolori di vario tipo come quelli mestruali, muscolari e quelli alle articolazioni. In Giappone viene spesso usato a livello topico per combattere i dolori e le contrazioni muscolari, riscaldando la radice con il vapore, inserendola in un panno di cotone e mettendola a diretto contatto con la zona da trattare.

5) Un rimedio contro il mal di testa
Anche in caso di mal di testa, grazie alle sue proprietà calmanti e anti-dolorifiche, lo zenzero si rivela efficace: soprattutto in casa di emicrania, il consiglio è quello di bere un infuso caldo e coricarsi, i miglioramenti saranno rapidi.

6) Buonissimo in cucina
Infine lo zenzero è molto apprezzato anche in cucina. Grazie alla sua versatilità può essere usato in diversi modi: insalate, dolci e salse sono solo un esempio! Ottimo come infuso, può essere usato anche in aggiunta al tè verde e rappresenta un ingrediente ideale per realizzare oli da condimento e centrifughe. In cucina è sempre meglio usare zenzero fresco.

 

Scopri quali alimenti fanno bene all’intestino

Prendersi cura dell’intestino non è difficile e il primo passo si fa a tavola. Scegliere infatti con attenzione gli alimenti da consumare è importante per il benessere di questo importante organo. Alcuni alimenti in particolare sono ideali per mantenere l’intestino attivo e in salute.

cibi-intestino

L’intestino è delicato e in tanti accumulano proprio lì tensioni, stress e emozioni negative. In quanti sfogano le arrabbiature, le preoccupazioni e l’ansia con un bel mal di pancia? Costipazione, irritazione, tensione addominale, bruciori, stipsi o al contrario colite sono solo alcuni dei disturbi che più spesso riguardano l’intestino.
Se è vero che un’alimentazione sana ed equilibrata giova a tutto il corpo, alcuni cibi sono dei veri e propri alleati per il benessere dell’intestino.

Frutta e verdura
Ricche di vitamine, sali minerali e sostanze nutrienti, la frutta e la verdura fanno bene all’intestino e ne regolano la motilità. Consumare frutta e verdura quotidianamente fa bene, soprattutto se si seguono alcune semplici indicazioni, ad esempio:
– la buccia della frutta fa molto bene, perchè toglierla?
– sarebbe meglio non mangiare diversi tipi di frutta assieme e consumare la frutta lontano dai pasti, per evitare che fermenti e crei aria.
– mangiare la verdura prima dei pasti e non come contorno, aiuta ad assimilare meglio le sostanze nutritive e rallenta il senso di fame.
– a cena sarebbe meglio prediligere la verdura cotta.

Acqua
L’acqua è fondamentale per il corpo e lo è anche per l’intestino: idrata, ammorbidisce e depura dalle scorie. Bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno combatte la stitichezza e facilita l’evacuazione.

semi-di-lino-intestinoSemi di lino
Ricchi di Omega 3, Omega 6 e fibre, i semi di lino sono un vero toccasana per l’intestino! Sono in grado di agevolare il transito intestinale e aiutano ad essere regolari. Per godere di questi benefici però è importante assumerne un cucchiaino al giorno di mattina, accompagnato da un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente.

Prugne
Tutti sanno che per combattere la stitichezza le prugne sono un vero e proprio asso nella manica. Note per il loro effetto lassativo, le prugne sono anche ricche di sostanze nutrienti e vitamine.

Yogurt
Ricchi di probiotici e fermenti lattici, gli yogurt favoriscono il benessere della flora intestinale. I probiotici contenuti nello yogurt sono molto utili all’intestino sia in caso di stipsi che in caso di diarrea e contribuiscono in modo efficace a normalizzare la situazione e ad alleviare le infiammazioni.

Tisana regolatrice Arbe 
La tisana Arbe è una miscela di erbe officinali ed aromatiche biologiche di collina scelte per la loro capacità di infondere benessere. L’insieme della melissa, la malva, la liquirizia, il tarassaco e il cumino fa di questa tisana una vera amica dell’intestino. Oltre ad aiutare a combattere la stitichezza e a contribuire al mantenimento di una buona idratazione a livello intestinale, ammorbidisce le feci e aiuta a rilassare l’intestino, alleviando i mal di pancia da stress e le tensioni di varia natura che spesso si avvertono sulla pancia, a livello intestinale.