Dieta senza glutine per la Celiachia. È realmente così?

dieta senza glutine
Condividi con i tuoi amici!
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Dieta senza glutine, ad oggi l’unico trattamento per la cura della celiachia è una dieta senza glutine. Sin qui è un’informazione, ormai, comune a tutti.

Ma seppur seguendo un regime alimentare senza glutine l’esposizione al glutine persistesse? Ovvero, seppur evitando con cura , almeno in apparenza, tutte le fonti di glutine le persone celiache ne ingerissero comunque in quantità tale da procurare danni alla parete del loro intestino? Cioè da mantenere attiva la malattia?

Leggi tutto “Dieta senza glutine per la Celiachia. È realmente così?”

Curcuma, meraviglia delle meraviglie.

curcuma
Condividi con i tuoi amici!
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

La curcuma meraviglia delle meraviglie, scopriamo insieme tutti i benefici, la lista è molto lunga! Prendi carta e penna 🙂

È una radice appartenente alla stessa famiglia dello zenzero ed usata in molti piatti tra cui più comunemente il curry.

È l’ingrediente essenziale per alcune mostarde e per comporre l’elisir di benessere il Golden Milk.  La curcuma grazie alle proprietà benefiche negli anni si è guadagnata il titolo di Superfood, e non a caso.

I benefici della curcuma

  • È antinfiammatorio in quanto aiuterebbe a contenere i processi infiammatori in malattie intestinali come il morbo di Chron, la rettocolite ulcerosa, la gastrite o a prevenire l’infiammazione in distretti articolari come per le osteoartriti e le  tendiniti. Nello specifico sembrerebbe che la curcuma contribuisca a migliorare l’infiammazione ed i dolori muscolari indotti dall’esercizio fisico, migliorando così il recupero e le prestazioni delle persone normalmente attive.
  • È antiossidante ed anticancerogeno, soprattutto a carico dell’apparato digestivo ed in particolare nella prevenzione del tumore oro-faringeo, gastrico e del colon retto, ma anche a carico delle cellule del sangue.
  • È disintossicante e rigenerativo per il fegato, nonché favorirebbe la produzione di bile da parte della colecisti e dunque sosterrebbe la digestione dei grassi.
  • È protettivo sul diabete di tipo 2, poiché aiuterebbe a ridurre i livelli di glicemia, e sull’apparato cardiovascolare contribuendo anche ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Protegge il cervello dalla demenza senile e l’Alzheimer in particolare.

La curcuma sembra dunque essere un alimento molto versatile, ovvero in grado di agire su distretti differenti all’interno del nostro organismo, apparati di natura completamente diversa, da quello intestinale a quello cerebrale o articolare, appunto.

Sai qual è il segreto della curcuma? La curcumina

La curcumina è il suo principio attivo più importante. È un polifenolo di un bel giallo brillante e pur non essendo l’unico suo composto virtuoso, sembra che sia il più potente e quello che determini in maniera più significativa i benefici della curcuma.

C’è un però: quasi tutti i dati che abbiamo disponibili sulla curcumina sono ricavati dalla ricerca in laboratorio su colture cellulari e non direttamente sull’uomo, dettaglio non irrilevante per trarre delle conclusioni sull’efficacia e sulla sicurezza di questo polifenolo. Nonostante ciò, negli anni l’industria farmaceutica si è molto interessata a questa molecola.

I benefici della curcuma a misura di pillola

Ti è mai capitato di provare supplementi a base di curcumina?

Le opinioni a questo proposito sono controverse, perchè non è certo che gli integratori di curcumina siano davvero efficaci né che siano completamente innocui, soprattutto nel caso in cui li assumessi a dosi inappropriate o per periodi prolungati.

Gli effetti collaterali vanno dalla nausea, all’emicrania, all’irritazione della pelle per applicazioni topiche e, nel caso tu stessi assumendo alcuni farmaci (antinfiammatori, antidiabetici, antiaggreganti, per esempio, ma non solo) una supplementazione a base di curcumina potrebbe interferire anche con alcuni di questi.

Dunque nel caso fossi interessata ad assumere un integratore di curcumina rivolgiti ad un medico che possa seguirti nello specifico e che ne sappia a questo proposito.

In Giappone la curcuma fa vivere più a lungo

Diversamente, sappiamo invece che la curcuma viene usata da secoli dalle popolazioni del Sud-Est asiatico, come medicinale ma soprattutto come componente essenziale della loro tradizionale dieta e questo sembra correlare fortemente con un suo effetto protettivo sulla salute di quelle popolazioni.

In particolare, i benefici della curcuma sono conosciuti nell’isola giapponese di Okinawa, nota da anni per avere tra i più alti tassi di longevità al mondo. Secondo gli esperti le cause sono da ricercarsi soprattutto nell’alimentazione della gente dell’isola che vede, tra gli altri alimenti usati abitualmente, proprio la curcuma. Gli abitanti hanno una dieta modestamente ipocalorica ma ricca in pesce, vegetali, alghe, cereali integrali e curcuma che viene utilizzata per il tè e come spezia tutti i giorni.

A questo proposito si potrebbe dire che se tuttora i dati di laboratorio sulla curcumina appaiono non del tutto adeguati e convincenti, seppure molto interessanti e non da sottovalutare, quelli epidemiologici che abbiamo disponibili per queste popolazioni sono indubbiamente significativi e tutti a favore di un utilizzo regolare della curcuma.

Scegli la curcuma per te e la tua famiglia, dove trovarla?

Arricchire la tua alimentazione con la curcuma equivale allora senz’altro a fare una scelta sana per te e la tua famiglia. Prova quella di Arbe 100% curcuma italiana.

Vuoi provare gustose ricette di EcomarketBio con il magico ingrediente? Le video ricette sono facili da fare insieme alla tua famiglia.

  • Vedi RicettaMaionese vegana. Una maionese vegetale che non ha niente da invidiare a quella tradizionale. E’ facile da preparare, vedrai che non impazzirà ma farà impazzire tutti quelli che l’assaggeranno.
  • Vedi RicettaGnocchetti di barbabietola al burro e curcuma. Un primo piatto colorato, buono da mangiare e bello da vedere.
  • Vedi RicettaCecina croccante con patate e cipolle. Una frittata senza uova, croccante e saporita, adatta ai vegani e molto amata da tutti.
  • Vedi RicettaMelanzane ripiene. Un piatto bello da vedere e veramente gustoso. Mangiare i cereali integrali non è mai stato così piacevole.
  • Vedi RicettaBulgur con zucca e porri. Semplici ma gustose. Una ricetta vegan per stupire te stesso e gli ospiti.

Scopri i superpoteri della curcuma con il Golden milk! Guarda il video.

Associa il  pepe nero alla curcuma, i benefici sono maggiori!

La curcumina assunta per bocca, con la dieta o tramite integratori, non è molto biodisponibile, ovvero viene poco assorbita dal nostro intestino, rapidamente metabolizzata dal fegato e prontamente eliminata. È  stato dimostrato però che accompagnare la curcuma con del pepe nero favorisca l’assimilabilità della curcumina a livello intestinale. La piperina, componente attivo del pepe nero, aumenta infatti del 2000% la biodisponibilità della curcumina stessa.

Se vuoi quindi far le cose per bene e garantirti più efficacemente i benefici della curcuma ricordati di portarla sempre in tavola insieme al pepe nero!

Come coltivare la curcuma in vaso

Un’ultima curiosità. La curcuma è coltivabile in vaso, e ne possiamo  facilmente coltivare anche a casa nostra, perchè in vaso è facile da spostare nei periodi freddi, visto che richiede caldo ed umidità.

Ti è piaciuto l’articolo? Resta aggiornato, Iscriviti per ricevere novità, eventi e codici sconto. Iscriviti alla nostra Newsletter!

Il menù di Natale: tra tradizione e salute.

Il menù di Natale
Condividi con i tuoi amici!
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

Il menù di Natale, consigli di sopravvivenza.

Il menù di Natale.
Ci siamo. E’ quasi Natale. Leggi tutto l’articolo in fondo alla pagina troverai una sorpresa per te e la tua famiglia 😉

Anche quest’anno molti di noi si ritrovano a chiedersi quale menù proporre ad amici e parenti per il pranzo del 25 o per il cenone dell’ultimo. E tu quale menù proponi?

Se sei nel dubbio possiamo aiutarti noi ad avere qualche idea in più, qualche asso nella manica un po’ originale, buono ma anche sano per il tuo corpo. Insomma qualcosa che ti possa aiutare ad alleggerire il carico calorico (ma anche proteico, di grassi e zuccheri semplici) delle tue festività.

Il menù di Natale : troppe calorie, zuccheri, grassi e proteine per troppi giorni.

In effetti se ci pensi bene le vacanze natalizie sono le uniche festività nell’anno in cui ripetutamente si hanno e si creano occasioni ed appuntamenti attorno ad un tavolo, che sia per un pranzo, per una cena, ma pure soltanto per una chiacchierata e per stare insieme. Quando sotto Natale insomma si decide di incontrare un familiare o un amico sembra che non lo si possa fare senza una fetta di panettone,  di pandoro o del torrone o del cioccolato a contorno. Niente a che vedere con la Pasqua o il Carnevale, il Natale fa storia a sé.

Il segreto? Evitare l’accumulo ripetuto.

Ed il problema è tutto qui.
L’accumulo di calorie durante tutte le festività non sta tanto nel singolo pranzo o cenone in cui si mangia con un’abbondanza che sembra non vedere limiti, ma nel continuare a mangiare in eccesso (nutrizionale e calorico) per più giorni consecutivamente.

E’ l’accumulo ripetuto che crea problemi soprattutto in termini di peso (eccesso calorico) ma anche in termini di benessere fisico. Fermo restando che celebrare il Natale consiste anche nell’onorarlo a tavola, riuscire a contenere l’eccesso calorico è un’ottima strategia per non rincorrere il peso perduto una volta che le feste sono finite.

Se ti è di aiuto puoi calcolare il tuo Indice di Massa Corporea (IMC) online, sul sito del Ministero della Salute, così da avere un’idea reale e diretta del tuo peso corporeo.

La formula è abbastanza semplice: dividi il peso, espresso in kg, per il quadrato dell’altezza, espressa in metri, ed ottieni il tuo IMC (Kg/m2).

A Natale insomma non si sta a dieta, ma si limitano i danni. Questo è il trucco. E allora perchè non provi a farti ispirare dal nostro menù biologico e scegliere qualcosa tra le nostre proposte così da poter intervallare portate della tua tradizione natalizia a piatti più leggeri e sani ma pur sempre golosi?

Il menù di Natale 100% biologico di EcomarketBio

Scarica il Menù Natale 100% biologico 2017

Scarica qui il PDF del  Menù di Natale 100% biologico, nel nostro comodo libretto pieghevole.

Il menù’ di Natale 100% biologico di EcomarketBio, prepara il menù di Natale con tutta la famiglia guardando le nostre video ricette: