You Are Here: Home » Eco » L’acqua di cottura riserva ancora utili sorprese.

L’acqua di cottura riserva ancora utili sorprese.

Per la serie: “Qui non si butta via niente!”:

 

“Fermo lì! Cosa stai facendo con quella pentola in mano?”

“Sto scolando la pasta…ho preparato la cena!” risponde il malcapitato, con sguardo stupito.

“Va bene, ma cosa stai facendo? Stai buttando via l’acqua che scoli?”

“Sì…. Certo! Perché?”

 

Tadadadammmmmmm Ecco l’errore! L’acqua di cottura della pasta, nonostante sia considerata spesso alla stregua di acqua di scarto, riserva invece ancora molte sorprese, sia in cucina che nella faccende di casa ed anche nella cura del nostro corpo!acqua bollente

Leggete, leggete e presto vi ricrederete…nemmeno una goccina di acqua di cottura andrà perduta d’ora in avanti!

 

Il primo step per riutilizzare l’acqua di cottura di pasta, riso e verdure consiste nel raccogliere l’acqua stessa quindi, facendo attenzione a non scottarvi, scolate il cibo cotto e  versate l’acqua in un altro recipiente. Per facilitare l’operazione potete avvalervi di  appositi cestelli e coperchi scolapasta molto utili, che facilitano l’operazione.

Una volta che avrete raccolto l’acqua, lasciatela raffreddare un po’ e questa si trasformerà nell’elisir magico che stavate cercando; a voi la scelta se utilizzarla subito o se raccoglierla in bottigliette e contenitori adatti, per farne uso in seguito.

 

E adesso che siamo in possesso della nostra preziosa acqua di cottura, come usarla?

 

1)      se per abitudine non salate l’acqua di cottura, allora questa sarà perfetta per annaffiare fiori, piante dell’orto ed anche erbe aromatiche.

 

2)      In cucina, l’acqua di cottura, anche se ha esaurito il suo compito primario, non ha ancora perso utilità! Infatti, come acqua di cotturainsegnano i bravi chef, un po’ di acqua di cottura della pasta va sempre tenuta da parte per insaporire e allungare i sughi, le salse e i condimenti e per creare, prima di servire in tavola il piatto, un invitante sughetto. Questo metodo funziona poi particolarmente per quel che riguarda il pesto: allungandolo un po’ infatti è possibile distribuirlo meglio nel piatto. L’acqua di cottura, se insaporita con erbe aromatiche, può poi diventare brodo di base, per preparare minestre, zuppe e vellutate. Unico accorgimento: non abusate di insaporitori perchè l’acqua di cottura solitamente è già salata. Inoltre l’acqua di cottura può essere usata per la cottura a vapore di altri alimenti: bisogna travasarla in una pentola adeguata, posizionare il cestello al di sopra e procedere con la cottura al vapore. Infine l’acqua di cottura si potrà utilizzare anche per l’ammollo dei legumi, rendendo ancora il tutto più saporito con l’aggiunta di qualche fogliolina d’alloro. In questo caso però l’acqua utilizzata per l’ammollo dei legumi non potrà essere utilizzata per la cottura degli stessi.

 

3)      Chi l’avrebbe mai detto che l’acqua di cottura potesse diventare anche un’ottima alleata di bellezza? Con essa infatti si possono realizzare pediluvi serali per alleggerire le gambe stanche e gonfie. L’acqua di cottura infatti, ricca di sali minerali e amido (specie se acqua di cottura del riso) ha davvero poteri rigeneranti! A vostra scelta potrete inoltre decidere di aggiungere qualche goccia di essenza profumata, per un totale relax! Se siete amanti di riso e risotti,  da oggi li apprezzerete ancora di più! Con l’acqua di cottura del riso è infatti possibile creare anche un impacco per capelli da applicare prima dello shampoo e da lasciare in posa almeno per 15 minuti. Una volta che si sarà ultimato il lavaggio, procedendo con shampoo, balsamo e messa in piega, potrete constatare personalmente quanto i vostri capelli saranno morbidi.

 

4)      L’acqua di cottura di pasta e riso è altresì molto utile per lavare le stoviglie. L’acqua calda infatti, se versata nelle stoviglie con incrostazioni, faciliterà notevolmente il distacco delle stesse dopo una posa di una decina di minuti, quando si procederà con spugna e detersivo. Al di là di situazioni di sporco particolare, l’acqua di cottura è utile nella vita quotidiana per il lavaggio di stoviglie, padelle, posate ecc.

impasto

 

5)      Un altro comodo riuso della nostra acqua è per gli impasti. Pizze, focacce, pane, cracker necessitano sempre di un apporto di acqua. Ricordate però di non aggiungere altro sale, essendo l’acqua già salata di suo.

Dunque, alla luce di tutte queste scoperte, perché gettare l’acqua di cottura? Prendiamo l’abitudine di riutilizzarla: gioveremo al nostro

pianeta ed eviteremo gli sprechi!

L’acqua di cottura riserva ancora utili sorprese.

About The Author

Number of Entries : 243

Leave a Comment

Scroll to top