You Are Here: Home » Alimentazione Bio » Abbronzati con Bio!

Abbronzati con Bio!

Esporsi o non esporsi al sole?Con l’arrivo della bella stagione è inevitabile vivere l’annoso dilemma: esporsi o non esporsi al sole?


Da una parte siamo attirati dal calore dei raggi solari, dall’influsso benefico della vitamina D e, tutt’altro che da ultimo, dal piacere di vedere la pelle cambiare colore per passare dal grigiore-verdume cittadino invernale all’ambrato-pescato frutto dei primi agognati weekend passati a crogiolarsi al sole e non da ettometri di fondotinta.

 

Che si appartenga alla categoria degli A-A-Abbronzatissimi o agli amanti della Tintarella di Luna, la buona notizia è che per preparare la pelle ai primi bagni di sole possono esserci davvero utili alcuni alimenti e una giusta idratazione (in poche parole “bevete tanta acqua”).

Per iniziare ad abbronzarsi a tavola pertanto, basta dare il via libera agli alimenti tan freindly, ovvero quelli ricchi del famoso beta-carotene, sostanza praticamente leggendaria che agisce sul nostro organismo sia in modo diretto svolgendo un’azione prevalentemente antiossidante, sia trasformandosi parzialmente in vitamina A (vitamina dai super poteri che preserva l’integrità della vista, protegge la pelle dall’invecchiamento svolgendo un’azione antinfiammatoria e aiuta a prevenire l’eritema solare).

 

Difficile solo scegliere da dove cominciare: per gli amanti di frutta e verdura consigliabili scorpacciate di albicocche, cachi, meloni, pesche, arance, avocado, carote, pomodori, zucca gialla, peperoni rossi ma anche verdure a foglia verde come gli spinaci, i broccoli, le rape e la cicoria; alimenti di colore giallo come il mais e la curcuma.

 

Niente panico anche per i meno salutisti però: anche il carboidrato ha, oltra a un gusto più godereccio, un suo potere abbronzante, e tra i cereali una aiuto particolare si può ottenere dal miglio che, oltre alla pelle, rinforza anche le unghie ed i capelli o dal grano integrale, che sia sotto forma di pane, germoglio, come chicco, ingrediente o semplice germe da spolverare su insalate e sughi.

 

Unica precauzione: ricordarsi che il benevolo beta-carotene è però resistente alla cottura solo nel caso questa non sia troppo prolungata ed è lui per primo, paradosso dei paradossi, sensibile all’eccessiva esposizione alla luce. Niente fritti e ombrelloni aperti almeno durante i pasti allora, e poi via libera alla tintarella sevlaggia!

 

prendere il sole

 

 

Abbronzati con Bio!

About The Author

Number of Entries : 50

Comments (1)

Leave a Comment

Scroll to top