You Are Here: Home » Eco » A Milano pipistrelli contro le zanzare!

A Milano pipistrelli contro le zanzare!

L’estate è ormai imminente: lo dicono i meteorologi, lo dice la colonnina della temperatura, il sole che splende e la nostra pelle che abbandona finalmente il pallore invernale e si colora. Pensare al mare, alle vacanze, ai gelati, alle biciclettate e alle grigliate è inevitabile eppure c’è ancora qualcosa a cui non stiamo pensando, qualcosa di prettamente estivo che caratterizza e connota tutte le nostre stagioni estive. No, non sto parlando delle anguriate e nemmeno delle gite nei parchi acquatici. Sto parlando delle fastidiose e antipatiche zanzare che, non appena scopriamo gambe e braccia e sfoggiamo quel bellissimo vestitino che conservavamo nell’armadio in attesa del momento propizio, ci assalgono a stuoli, decorando la pelle che abbiamo tanto faticosamente abbronzato, di bozzi rossi e pruriginosi.
Eh sì, non c’è molto da fare, in estate si deve fare i conti con il fastidioso problema delle zanzare.casa per pipistrelli
Ma Milano non ci sta e per combattere questi numerosi e molesti insetti ha deciso di riporre la propria fiducia in degli alleati davvero molto speciali: i pipistrelli, che proprio di zanzare vanno ghiotti.
Il comune di Milano infatti continua anche quest’anno il progetto iniziato nel 2012 di ripopolazione di pipistrelli nei parchi milanesi, letteralmente invasi dalle zanzare. Lo scopo del progetto è quello di ridurre in modo considerevole i lavori annuali di disinfestazione e l’uso dei pesticidi, a favore di un metodo decisamente più ecologico che, oltre ad eliminare le zanzare in modo totalmente naturale, protegge e tutela i pipistrelli, cercando anche di riqualificarne l’immagine e tramutandoli  da mostri e vampiri, come ci sono stati descritti per secoli da leggende e racconti, a veri e propri eroi cittadini.
Ma nello specifico, in cosa consiste questo progetto?
Consiste nel posizionamento, nei più grandi e importanti parchi della città, di Bat Box, delle casette in legno appese sugli alberi che diventano un comodo rifugio per questi simpatici animaletti. Nel 2012 sono state installate 400 Bat Box, alle quali ne sono state aggiunte quest’anno altre 100: il progetto, attualmente in fase di sperimentazione si concluderà negli anni a venire con il raggiungimento di 1200 Bat Box installate a Milano.
Questo approccio eco-sostenibile alla lotta contro le zanzare non è una peculiarità esclusiva del capoluogo milanese: prima di Milano hanno infatti aderito al progetto, con ottimi risultati, Roma e Firenze, che hanno raggiunto una colonizzazione dnido parchi milanoelle Bat Box che ha superato di gran lunga le previsioni. Anche i primissimi esiti della colonizzazione milanese sono positivi: i pipistrelli sembrano infatti apprezzare le Bat Box che usano come rifugio diurno (essendo animali notturni, di giorno dormono) e come riparo contro le intemperie invernali.
Se in linea teorica l’idea di questa disinfestazione naturale è ottima (basti pensare che ogni pipistrello si nutre quotidianamente di circa 4000 insetti), bisogna però segnalare che, essendo un progetto ancora in fase di sperimentazione, risultati certi e scientificamente comprovati ancora non ci sono e alcune preoccupazioni restano: la prolificazione delle zanzaread esempio, soprattutto in condizioni ideali, è rapidissima e in grado di rimpiazzare velocemente gli adulti mangiati dai pipistrelli, i quali poi, è bene ricordarlo, non si nutrono esclusivamente di campagna scuola fumetto milanoquesti zanzare, preferendo spesso sciami d’insetti di altro tipo, più semplici da catturare. Al momento dunque l’apporto dei pipistrelli integra ma non sostituisce affatto l’uso di pesticidi.
In ogni caso il progetto milanese, al di là dei risultati effettivi di cui riparleremo nei prossimi anni, ha il pregio di avere una forte valenza ambientale ed ecosostenibile, di educare i cittadini alla biodiversità e di preservare la biodiversità stessa, proteggendo i pipistrelli, riabilitandone l’immagine e fornendo ad essi un rifugio sicuro, in un epoca in cui antri e caverne, classici loro ripari, si fanno sempre più rari, specie in città.
Il progetto ha poi una grandissima valenza sociale: le Bat Box sono infatti realizzate dai detenuti che lavorano nella falegnameria del carcere di monza e dai ragazzi delle Case Vacanza di Ghiffa e Vacciago che ne hanno posizionate alcune anche nelle loro scuole. Al progetto hanno collaborato anche i ragazzi della scuola del fumetto di Milano, che hanno realizzato una serie di fumetti e disegni per aiutare a sfatare il mito del pipistrello cattivo.
Le zanzare hanno quindi i giorni contati? Difficile a dirsi al momento. In attesa di un riscontro documentato, stiamo attenti anche noi a non creare le condizione idonee per la prolificazione delle larve delle zanzare: teniamo il prato ben rasato e evitiamo il ristagno di acqua nei sotto vasi del balcone.

 

A Milano pipistrelli contro le zanzare!

About The Author

Number of Entries : 243

Comments (1)

  • klement

    Ci mancava solo l’idea demenziale di procurarsi ulteriori zanzare buttando all’aria la città per riaprire i navigli e scimmiottare Amsterdam

    Rispondi

Leave a Comment

Scroll to top