You Are Here: Home » Bellezza » 7 consigli per prolungare la tintarella al rientro delle vacanze

7 consigli per prolungare la tintarella al rientro delle vacanze

Dalle vacanze si torna con tanti ricordi nel cuore, un’aria rilassata e anche con un bel colorito di pelle. I più fortunati che hanno potuto godere di lunghe vacanze al mare e coloro che all’abbronzatura tengono molto o hanno un carnagione che si colora facilmente, sfoggiano al rientro dalle ferie un’abbronzatura invidiabile, ottenuta in modo graduale e con le dovute precauzioni necessarie per un’esposizione al sole sicura.

prolungare tintarella dopo le ferie

Dopo tanta pazienza, cura e attenzioni, non appena rientrati dalle vacanze però  l’abbronzatura si affievolisce rapidamente lasciando spesso il posto a macchie, pelle secca e zone del corpo desquamate.
Che fare allora per non vanificare gli sforzi fatti? Semplice: bisogna continuare a prendersi cura della pelle con molta attenzione anche al rientro dalle vacanze.
Il motivo per cui l’abbronzatura se ne va e la pelle si desquama è che il rinnovo naturale degli strati più superficiali dell’epidermide avviene sovente, in modo da eliminare le cellule morte. Rallentare questo procedimento naturale è possibile, dedicando alla pelle qualche cura in più e seguendo qualche semplice consiglio.

1) Paola chiave: idratare!
L’idratazione è fondamentale per la pelle. Allo stesso modo in cui si è applicato ogni giorno un prodotto doposole, dopo l’esposizione solare, una buona crema idratante va applicata quotidianamente anche al rientro delle vacanze. A questo proposito il burro di karatè e l’aloe si rivelano alleati davvero validi.


2) Attenzione all’alimentazioneidratare pelle dal'interno

Il corpo va idratato anche dall’interno; per questo è importante curare la propria alimentazione, arricchirla quotidianamente con frutta e verdura fresca e bere almeno due litri di acqua al giorno. Così facendo la pelle si manterrà più facilmente elastica e ben idrata.

3) Docce fresche e asciugature delicate
Rientrati dalle ferie preferite la doccia al bagno, perché stando a contatto a lungo con l’acqua, specie se calda, la pelle si desquama più facilmente. Anche l’asciugatura, usciti dalla doccia, va fatta con delicatezza, tamponando la pelle con un asciugamano morbida, senza sfregare.

4) Sì all’olio e al gel idratante
Durante la doccia è bene preferire un buon olio o un doccia-gel per lavarsi al posto del tradizionale bagnoschiuma che spesso è aggressivo sulla pelle. I prodotti molto schiumosi infatti contengono spesso tensioattivi che inaridiscono la cute.

gommage delicato per prolungare abbronzatura5) Gommage, per uniformare il colorito
Per evitare macchie e discromie, è bene effettuare settimanalmente un gommate delicato su corpo e decollate, per uniformare il colorito dell’abbronzatura; se il gommate è oleoso, meglio ancora! Sarebbe meglio evitare invece di usare il guanto di crine: pensato appositamente per favorire in maniera incisiva la rimozione delle cellule superficiali dell’epidermide, rischia però di lasciare striature.

6) No al profumo!
I profumi e tutti quei prodotti che contengono alcool rischiano di inaridire la pelle e di macchiarla. Per preservare più a lungo la tintarella sostituiteli per un po’ con acque profumate e oli essenziali idratanti.

7) Approfittare delle ultime giornate di sole!
L’ultimo consiglio per prolungare l’abbronzatura è quello di approfittare delle ultime giornate di sole, prima dell’arrivo dell’autunno. Piscina, parco o anche il balcone sono l’ideale per farsi baciare dal sole! Anche se i raggi sembrano meno intensi, le buone norme di esposizione solare non vanno mai scordate: è bene evitare le ore in cui il sole batte con più intensità (11.30-15.00) e proteggersi sempre con il filtro solare più adatto al proprio tipo di pelle e al livello di abbronzatura!

sole al parco

Infine è bene sottolineare il fatto che l’abbronzatura è una difesa dai raggi solari e pertanto è una condizione necessariamente transitoria. Per questo la tintarella è destinata gradualmente a schiarirsi e poi sparire più o meno velocemente, a seconda dell’età della persona, del suo fototipo e dalla cura che si dedica alla pelle.
Cercare di prolungarla il più possibile seguendo qualche consiglio naturale, nel rispetto del corpo e della pelle, è un conto; cosa ben diversa è invece fare in modo che l’abbronzatura persista tutto l’anno stressando la pelle con modalità aggressive e non salutari (ad esempio: lampade effettuate troppo di frequente) che sono dannoso e sovente producono danni estetici (pelle arida, secca, ruvida e rugosa) e, cosa ancor più seria, possono generare gravi problemi di salute.

 

 

7 consigli per prolungare la tintarella al rientro delle vacanze

About The Author

Number of Entries : 243

Leave a Comment

Scroll to top